Home / News / 27 Festival internazionale del balletto
Trieste - Teatro Politeama Rossetti, Sabato 5 ottobre 2013. Ore 19.00.

27 Festival internazionale del balletto

Sarà un’edizione autunnale del tradizionale Festival internazionale del balletto organizzato dal Cenacolo Arabesque – Amici dell’Unicef di Ronchi dei Legionari (Gorizia) con la direzione artistica di Doriana Comar. Sul prestigioso palcoscenico triestino si alterneranno oltre 300 alievi dai 10 ai 20 anni provenienti dalle scuole di danza italiane e straniere e con la partecipazione straordinaria di: Ballett akademie der Wiener Staatsoper, Konservatorij za glasbo in balet Ljubljana, Il Balletto di Castelfranco Veneto, Eko Dance International Project di Torino.
E’ noto quanto la danza possa essere un elemento stimolante e costruttivo nella crescita fisica, personale e anche culturale della persona; essa riesce a combinare la mera attività sportiva con la più pura espressione artistica. Ci sembra giusto è opportuno dare ai giovani allievi la possibilità di trasferire il loro lavoro dalle quattro mura della sala di danza su un palcoscenico importante e in un contesto internazionale. Nella serata veranno presentate coreografie di repertorio ma anche creazioni inedite , che spazieranno dallo  stile classico, al moderno, al jazz.
Nella stessa giornata si svolgerà un master di danza classica dedicato ai partecipanti al festival e tenuto dal Maitre de ballet internazionale Carlos Gacio.
La manifestazione con la sua alta valenza formativa ed educativa non sarà solo una festa della danza, ma anche una serata di beneficenza. Il festival infatti sostiene, in collaborazione con i comitati provinciali di Gorizia e di trieste, una delle molteplici iniziative dell’Unicef a favore dei bambini nel mondo. A tutte le scuole di danza partecipanti il Cenacolo Arabesque farà dono di una Pigotta creata appositamente per questa occasione.
La scelta di svolgere, come già da molti anni, il Festival a Trieste riflette la volontà degli organizzatori di collocare la manifestazione di respiro internazionale in una città cosmopolita e proiettata in un crescente interesse turistico.

 

CENACOLO ARABESQUE – AMICI DELL’UNICEF
Ronchi dei Legionari

La danza è la forma primitiva della comunicazione; è la prima forma espressiva che l’uomo abbia mai sperimentato, dove il corpo è il linguaggio. Ma danza è anche sogno ovvero materia, sostanza indistinta e primordiale che sta a fondamento di tutte le cose. Dar forma alla sostanza dei sogni forse può sembrare un ossimoro ma è l’obiettivo del Cenacolo Arabesque da 40 anni, spesso riuscendo a portare i propri allievi a vivere il sogno e farne professione; altre volte no, ma installando in tutti un cuore danzante che si muove con il respiro del mondo.
Il Cenacolo Arabesque nasce ne 1975 con sede a Fogliano e nel 1985 si trasferisce a Ronchi dei Legionari prendendo l’attuale denominazione “Cenacolo Arabesque”. Fondatrice e anima della scuola, insegnante e direttrice artistica è da sempre Doriana Comar, diplomata nell’insegnamento della danza all’Academia Nazionale di Roma, l’unico ente in Italia che rilascia questo tipo di abilitazione.
Lo scopo della scuola è rendere la danza fruibile a tutti, trasmettendola come un’attività completa in cui convivono l’aspetto sportivo e quello artistico e che attraverso un’accurata educazione al movimento e alla musica contribuisce alla crescita armoniosa della persona sia sul piano fisico, caratteriale e culturale.
L’attività didattica si svolge da settembre a giugno, con corsi di danza rivolti a giovanni dai 3 ai 20 anni sotto la guida di un corpo docenti qualificato. Si inizia  con il gioco danza e la propedeutica per poi intraprendere all’età di 10 anni il percorso di studio della tecnica accademica, seguendo il programma delle scuole professionali. Le lezioni  di classico vengono integrate da fisiotecnica, punte, pas de deux, repertorio, danza di carattere e danza moderna e modern jazz. Per gli allievi più motivati che desiderano fare della danza la loro professione è attivo un corso di formazione ad indirizzo professionale con lezioni quotidiane. Molti allievi dell’Arabesque hanno proseguito gli studi presso l’Accademia Nazionale di Roma o presso altre scuole professionali in Italia e all’estero diventando poi ballerini, insegnanti o coreografi.
L’Arabesque si avvale della collaborazione e della supervisione didattica di insegnamenti ospiti italiani e stranieri di livello internazionale con formazione pedagogica  ed esperienza lavorativa pluriennale presso  scuole di danza professionali:
per la tecnica accademica il maestro Prof. Carlos Gacio, maitre de ballet internazionale (Austria), Cristina Hammel, professeur, maitre de ballet e membro di giuria internazionale (Francia), Mariella Ermini, Accademia Nazionale di danza . Roma (Italia), per il pas de deux Bruno Vescovo già primo ballerino Teatro alla Scala e Maitre de ballet et Professeur per il modern jazz la ballerina e coreografa Ranko Yokoyama (Italia)
Alla fine dell’anno  accademico ha luogo  il saggio con la partecipazione di tutti gli allievi della scuola.

Prova anche

Cucinare ritorna a Pordenone Fiere

Grande attesa per la sesta edizione di “CUCINARE”, il Salone dell’enogastronomia e delle tecnologie per …