Home / News / Cultura Spettacoli / Al via il progetto Giovani Talenti del TeatroVerdiTS

Al via il progetto Giovani Talenti del TeatroVerdiTS

Teatro Verdi di Trieste e Conservatorio musicale triestino Giuseppe Tartini insieme per un progetto rivolto ai giovani talenti. La nuova rassegna musicale, promossa e sovvenzionata dall’ Assessorato ai Teatri del Comune di Trieste, vedrà le compagini artistiche e tecniche del Teatro a fianco di giovani musicisti, allievi del Conservatorio, e futuri professionisti della musica.  La rassegna è predisposta per la divulgazione televisiva, visto il perdurare dell’emergenza sanitaria. Il Progetto Giovani Talenti sarà  articolato in sei concerti, ciascuno dei quali con un programma che prevede la presenza di uno o più solisti tutti  giovani promettenti musicisti,  studenti del Conservatorio Tartini, selezionati dalla Fondazione e dal Conservatorio. Ogni concerto sarà trasmesso in doppia serata su Telequattro , a partire da sabato 30 gennaio fino al 18 aprile 2021. 

Protagonisti della rassegna l’Orchestra e il Coro della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste, con programmi musicali che prevedono un ampio ventaglio di composizioni: dalla musica barocca, – cui è completamente dedicato il quarto concerto con brani di Monteverdi, Charpentier, Bach e Lully – al classicismo di Mozart e Haydn, passando  per gli autori più romantici come Dvo?ák, Brahms, Chopin, per arrivare alla musica contemporanea con un brano del compositore olandese Anders Koppel. Ampio anche lo spazio riservato alla musica corale con brani di altissimo livello: Schicksalslied di Johannes Brahms, forse la più amata e perfetta fra tutte le composizioni corali di Brahms; i brani Domine ad adiuvandum e Dixit Dominus dal monumentale Vespro della Beata Verginedi Claudio Monteverdi; il Psaume 150 di César Franck, dalle audaci armonie e cromatismi. Il progetto affianca ai giovani talenti la direzione d’orchestra di prestigiosi Maestri di fama internazionale, quali: Roberto Gianola, che ha già diretto al Teatro Verdi di Trieste Lucrezia Borgia di Donizetti e Mozartiade nel gennaio 2020, reduce di importanti successi in particolare in Nord America e in Estremo Oriente in particolare Gippone, Cina e Corea ma anche in Europa e in Italia a Cagliari, Verona, Palermo, Milano e attualmente Direttore Stabile al Teatro dell’Opera di Istanbul. Michele Spotti, appena ventisettenne, è tra i più brillanti direttori d’orchestra della sua generazione, sia nel repertorio sinfonico che in quello operistico. Fra i sui impegni trascorsi si segnalano Il barbiere di Siviglia per As.li.co. , Il viaggio a Reims al Festival di Pesaro e nei teatri del circuito lombardo, in Francia Barbiere di Siviglia a Saint-Étienne e Don Pasquale a Montpellier, il Concerto di Natale 2019 e quello di Capodanno 2020 (con la Nona di Beethoven) alla Staatsoper di Hannover. Federico Maria Sardelli, artista ad ampio raggio (oltre che musicista, è pittore, incisore, autore satirico e scrittore) è un protagonista della rinascita del teatro musicale di Antonio Vivaldi di cui ha diretto numerose opere e riscoperte, prime rappresentazioni, incisioni ed edizioni critiche, cultore della musica antica e in particolare del repertorio barocco che ha diretto in prestigiose occasioni e istituzioni (Concertgebouw di Amsterdam, Théâtre des Champs-Elysées di Parigi, Tchaikovsky Concert Hall di Mosca, Auditorium Parco della Musica a Roma) fra cui anche al Verdi di Trieste in occasione del Concerto di Natale 2020 con Der Messias di Händel. Michele Gamba,  giovane pianista e direttore d’orchestra è stato assistente di Antonio Pappano a Londra e di Daniel Barenboim a Berlino, ha debuttato nel 2016 al Teatro alla Scala, con I due Foscari ed è successivamente ritornato per dirigere Die Entführung aus dem Serail, Le nozze di Figaro ed Elisir d’amore; fra il teatri più importati e le orchestre più prestigiose dove ha diretto si segnalano la Staatsoper di Amburgo e di Stoccarda, l’Opéra National de Montpellier, La Fenice di Venezia, il Petruzzelli di Bari, l’Opera di Roma, la Tokyo Symphony Orchestra, Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra Sinfonica di Milano “G. Verdi”,  Staatskapelle di Berlino, le Orchestre di Montpellier e di Toulouse. Christopher Franklin, direttore che vanta una carriera di lungo corso e di successo, noto e apprezzato dal pubblico del Teatro Verdi dove ha diretto numerosi concerti e opere liriche, fra queste, le ultime, sono state Tristan und Isolde di Wagner e Nabucco di Verdi. Tutti i concerti saranno eseguiti sul palcoscenico del Teatro Verdi, recentemente ampliato e predisposto in conformità al rispetto di tutte le normative anti Covid.

Il programma completo sul sito del teatro.

Prova anche

Le allegre “Follie al Principato” al TeatroVerdiTs

Da martedi 16 luglio debutta a Trieste “Follie al Principato” titolo della nuova produzione in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici − 6 =