Home / News / Cultura Spettacoli / Spettacoli: a Trieste dalla Hack a Joyce

Spettacoli: a Trieste dalla Hack a Joyce

È dedicato a Margherita Hack “8558 HACK” racconto di una vita sostenuta da una fiducia contagiosa in se stessi.  Lo spettacolo con le musiche originali di Baby Gelido, con Paolo Cervi Kervisher e Marco Sgarbi, vede protagonista Diana Höbel. Attrice di  teatro e cinema, autrice  e regista questa settimana è  in scena a Trieste con altri due spettacoli. Oltre a “8558 Hack” che si terrà alla sala Agorà, molo IV con inizio ore 20.00. La Höbel sarà interprete anche il 12 e 13 giugno alle 18.00, alla Sala Luttazzi del Porto Vecchio, con “Golem creatura creante  che offre una rilettura del  mito del Golem in riferimento all’Intelligenza Artificiale, per la rassegna “Una Luce sempre Accesa”  mentre il 16 e 17 giugno sarà impegnata all’Auditorium del Museo Revoltella, in orario decisamente insolito, con “Dimmi Molly” in onore dello scrittore irlandese James Joyce che visse a Trieste fra il 1904 e il 1920 e del suo indimenticabile personaggio Leopold Bloom, protagonista del romanzo Ulisse.

Ospite ai microfoni di Monica Ferri per Teatralmente Diana Höbel:

Prova anche

Il depuratore di Servola apre le sue porte ai cittadini

Lo sapevate che Trieste ha l’unico depuratore al mondo che…”parla con il mare” e che …

Bilancio positivo per il TeatroVerdiTs

Il Teatro Verdi di Trieste chiude la stagione 2022 con uno slancio importante, dopo due …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

cinque × uno =