ascolta live streaming 
Home / News / In evidenza / Al via l’edizione 2016 di Ortogiardino alla Fiera di Pordenone

Al via l’edizione 2016 di Ortogiardino alla Fiera di Pordenone

Tutto pronto per la 37^ edizione di Ortogiardino, Salone della floricoltura, orticoltura, vivaismo in programma alla Fiera di Pordenone dal 5 al 13 marzo 2016; forte di un pubblico di visitatori che ormai da molti anni sfiora le 70.000 presenze, questa manifestazione si presenta come il più importante appuntamento in Italia nel settore dell’ortoflorovivaismo sia per gli appassionati del verde domestico sia per gli operatori professionali. Importante la quota di visitatori stranieri (14% del totale) che soprattutto nei weekend arrivano a Pordenone da Slovenia, Croazia e Austria: un dato che pone in evidenza la favorevole location della manifestazione nel cuore del Nordest.
25.000 mq di aree coperte si trasformano durante i nove giorni di manifestazione in una spettacolare festa della natura dove allestimenti a giardino si alternano a circa 300 stand commerciali con tutto quello che serve per rinnovare terrazzi e aree verdi. Uno stimolo irresistibile a visitare Ortogiardino dove vivai, floricoltori, rivenditori di bulbi e sementi, concimi, attrezzature per il giardinaggio, mobili per esterni, sono pronti a soddisfare il desiderio di shopping verde del pubblico.
Da cinque anni la Fiera di Pordenone ha avviato un processo di trasformazione di Ortogiardino: da manifestazione leader per gli appassionati di giardinaggio a salone di riferimento per architetti paesaggisti , vivaisti, agronomi e progettisti del verde pubblico. Artefice di questo mutazione è il Festival dei Giardini, evento nell’evento curato dal direttore artistico arch. Elisabetta Sari, che grazie ad un format unico nel panorama fieristico italiano stimola il lavoro sinergico di architetti paesaggisti sul fronte progettuale e vivaisti in fase realizzativa. L’evento prevede un concorso che mette in competizione le migliori idee e realizzazioni in tema di piccoli giardini. Un Festival dei Giardini a Pordenone non puo? essere che innovativo, per questo le creazioni sono legate ad un tema che varia ad ogni edizione: i giardini del festival 2016 si sono ispirati al concetto di : “Fantasie vegetali in giardino”. Una giuria composta dal agronomi, progettisti, giornalisti di settore ha scelto i 14 progetti migliori che riceveranno un contributo economico per essere realizzati e visitabili all’interno di Ortogiardino. L’approfondita conoscenza delle piante ed il loro utilizzo specifico e creativo nella realizzazione delle ambientazioni vegetali sono le doti di progettisti e vivaisti che il concorso vuole mettere in luce e valorizzare. Ai visitatori non resta che addentrarsi in queste oasi di benessere e prendere spunto per ricreare le stesse suggestioni anche nello spazio verde di casa propria.
Ecco i 14 giardini selezionati che saranno realizzati all’interno della prossima edizione di Ortogiardino attraverso il lavoro in sinergia di diverse professionalità: architetti, agronomi, periti agrari, vivaisti, provenienti per la maggior parte Friuli Venezia Giulia e Veneto Orientale ma con presenze anche da altre regioni italiane.
NaturART degli arch.tti Massimiliano Dellamaria e Arianna Dorissa, dott.ssa Ester Baruffaldi, Gola Hundun artista, agr. Nicola Van den Borre con Vivai Francesco Van den Borre. Bolle di colore degli arch.tti Sara Pezzutti ed Enrico Busato con Az.agr. Fortunato Filippetto. Il giardino che non c’è del gruppo J&B, arch.tti Ivana Boccalon ed Isabella Janes con Vivai Piante La Gardenia. Magia e fantasia dell’Associazione Italiana Giardinieri Professionisti. Dentro un fiore… dell’arch. Maria Cristina Tullio con Vivai Rasconi. Harmony di agr. Daniele Fecchio con Studio Viridis e la collaborazione Vivai Aggio. Viaggio verso il verticale Giulia Fava e Tarcisio Celebrin con Verde Verticale by Celebrin. Wow del dott.for. Andrea Moro con Vivai Pivetta. Sensazione Sospensione dell’ arch. Sabrina Varroto con Vivai Varroto. Il giardino degli eroi folli di Stradivarie arch.tti associati con Piller Roner Costruzioni ed Emporio Agrario. Punti di vista
dell’ arch. Stefano Chiocchini dell’ Istituto Italiano di Design con Vivai Pivetta. Wonderwood del dott.agr. Roberto Bonutto, dott. arch.tti del paesaggio Eleonora Ceschin e Luca Dorbolò con Vivai Stanislao Barbazza. Fantasie oniriche di arch. Marisa Giantin con Tecnoverde e Vivai D’Andreis. Giardino di ferro di Bortolus Gnoato arch.tti associati con Bacco SpA.
Regina incontrastata di Ortogiardino è l’orchidea, protagonista della storica mostra mercato a lei dedicata “Pordenone orchidea” realizzata da Orchids Club Italia, un gruppo di appassionati coltivatori di orchidee con sede a Breda di Piave e guidato da Guido De Vidi, moderatore del blog di riferimento orchids.it. Allestimenti spettacolari, incontri culturali, musicali ed enogastronomici fanno da cornice all’esposizione di diverse e raffinate specie all’interno di un suggestivo ecosistema con oltre 150 diverse tipologie di orchidee provenienti da tutto il mondo (Italia, Germania ed Equador in particolare) alle quali si affiancano piante succulente, cactacee e bonsai.
Affiancherà l’edizione 2016 di Pordenone Orchidea un prestigioso concorso intitolato a Padre Angelo Andreetta, una figura di riferimento nel mondo degli appassionati di orchidee. Nato a Castions di Zoppola in provincia di Pordenone nel 1920, padre Andreetta è diventato missionario salesiano in Ecuador dove è nata la passione per queste specie botaniche. Si deve a lui scoperta di un gran numero di orchidee, molte delle quali portano il suo nome. “Chiunque ami le orchidee e sia particolarmente affascinato dalle specie endemiche in Ecuador deve essere a conoscenza del nome Andreetta- osserva Guido De Vidi, organizzatore di Pordenone Orchidea -. In occasione dell’edizione 2013 di Pordenone Orchidea pubblicammo un libro sulla sua vita e sui suoi studi che ora è tra quelli conservati all’interno della biblioteca Kew Gardens, tempio della botanica internazionale per questo abbiamo scelto di intitolare a lui il premio alla migliore orchidea della manifestazione. Avremo il piacere inoltre di ospitare a Pordenone Orchidea alcuni dei più vicini collaboratori e allievi di questo importante studioso”. Al concorso possono partecipare coltivatori dilettanti o professionisti con una o due tipologie di orchidee che dovranno essere presentate al padiglione 5 della Fiera di Pordenone nell’area di Pordenone Orchidea dalle ore 10 di venerdì 4 Marzo fino alle ore 9 di sabato 5 Marzo durante l’allestimento della manifestazione. Per facilitare l’accesso dei concorrenti al quartiere fieristico è necessario registrare la propria partecipazione via email: email [email protected]
I vincitori saranno decretati da una giuria internazionale di esperti in base alla procedura delle nomination che designerà le 3 migliori orchidee della manifestazione tra le quali sarà scelta la “Best in Show”. Il premio sarà in tema con la manifestazione: piante di orchidee del valore di 500 € e il titolo di vincitore del 1° concorso Padre Angelo Andreetta. Tutte le informazioni per partecipare nel sito www.orchids.it
La Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia con il PSR 2014-2020 sarà presente al padiglione 8 con uno stand dal layout particolarmente “vivo”: l’area sarà organizzata come un vero e proprio vivaio, realizzato dai Vivai Forestali Regionali, a simboleggiare le enormi potenzialità messe a disposizione degli agricoltori regionali grazie ai bandi che da qui al 2020 saranno aperti all’interno del PSR stesso.
La presenza del PSR durante Ortogiardino culminerà nel convegno previsto per venerdì 11 marzo alle 15.30, “La giovane agricoltura: una priorità del nuovo Programma”, un momento di confronto durante il quale sarà presentato il Bando Giovani e i tecnici della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia potranno rispondere alle domande del pubblico. Le conclusioni spetteranno all’Assessore regionale alle Risorse Agricole e Forestali, Cristiano Shaurli. Il programma della Regione all’interno di Ortogiardino prevede anche un momento dedicato ai più piccoli intitolato “ScopriNatura”. Domenica 6 marzo dalle 10.30 alle 14.30, i bambini, seguiti dal Corpo Forestale Regionale del Centro Didattico Naturalistico di Basovizza, saranno coinvolti in giochi di pedagogia forestale e di educazione alla terra per scoprire da vicino i segreti degli alberi e le reti alimentari del bosco.

Ecco l’intervista con l’Ass.Cristiano Shaurli:

Evento collaterale che affianca ormai da anni Ortogiardino all’interno del padiglione 9, “Il Giardino delle Meraviglie” propone un’originale mostra di arredi e decori per giardini e terrazzi realizzati da artigiani e piccole aziende. Vengono lanciate da qui le tendenze della prossima primavera estate: i colori, gli stili, gli accessori a cavallo tra moda e design. “Non smaltire ma creare” e ‘ il tema dell’edizione 2016 e star dell’evento sarà una particolare attività dagli inaspettati e piacevoli effetti collaterali ‘La Pallet Therapy’. Lavorare con le mani usando chiodi e martello aiuta a sciogliere la tensione e ad alleviare frustrazione e nervosismo. La parola d’ordine del Giardino delle Meraviglie 2016 è quindi “recupero: idee di riuso e riciclo creativo” e i suoi portavoce saranno circa 50 espositori che per valorizzare i loro prodotti daranno preziosi suggerimenti su come riciclare oggetti quotidiani trasformandoli in Green Decor. Fulcro del padiglione 9 sarà un terrazzo arredato e decorato secondo la tecnica del riciclo eco-creativo dal quale il visitatore può prendere spunti per ricrearlo a casa propria.
La 17^ edizione di Fiera Verdeblu, mostra mercato di camper e caravanning è uno degli eventi collaterali di Ortogiardino 2016 dedicato agli appassionati del turismo plein air e presenta nell’area esterna di fronte ai padiglioni 6 e 7 proposte per tutti i gusti e tutte le tasche di camper, roulotte e relativi accessori. Partecipano una decina tra i più importanti concessionari del Nordest con i mostra mezzi nuovi e usati (Motorhome, Semintegrali, Mansardati, VAN, Caravan) con variabili di prezzo che vanno dai mezzi standard low cost e quelli super- accessoriati e personalizzabili sulla base delle richieste del cliente.
I prodotti enogastronomici d’eccellenza e tipici provenienti da tutta Italia, gli accessori introvabili per la cucina e la pulizia della casa: tutto questo è il Salone dei Sapori al padiglione 1 evento indispensabile per affiancare lo shopping verde dei visitatori di Ortogiardino.
Uno dei partner di Ortogiardino è l’Associazione Italiana Giardinieri Professionisti che non a caso ha sede operativa proprio alla Fiera di Pordenone. Scopo di questo sodalizio è la promozione e la tutela del ‘fare giardinaggio’, inteso come lavoro definito e qualificato, correttamente retribuito, che accorpa tante specifiche professionalità. In quest’ottica il giardiniere non dovrà più essere considerato la ruota di scorta del mondo del floro-vivaismo ma un fornitore con cui soggetti pubblici e privati dovranno interfacciarsi nel futuro. Ortogiardino è un’occasione per promuovere l’associazione e raccogliere adesioni: AIGP partecipa al Festival dei Giardini con un progetto corale intitolato “Magia e Fantasia”, i soci sono inoltre a disposizione dei visitatori per lezioni e consulenze di giardinaggio. Un’iniziativa che si rivolge invece ai professionisti sono gli incontri tecnici per giardinieri e operatori del verde che AIGP ha raccolto all’interno di un seminario in programma sabato 12 marzo nella Saletta del Pad. 5 dalle 9.30 alle 18.00: “Nuove tecnologie progettuali e metodologie per la gestione in ambito urbano: giardinieri a confronto” si parlerà di metodologie e tecniche, per il verde urbano e si discuterà della figura professionale del giardiniere. L’Ordine dei Dottori Agronomi e dei dottori Forestali del Friuli Venezia Giulia ha scelto Ortogiardino per presentare l’annuale seminario tecnico specialistico sul verde urbano e storico che si terrà il giorno venerdì 11 marzo 2016 nella Sala Superiore al mattino, nella Saletta del Padiglione 5 al pomeriggio sul tema della gestione delle alberature urbane e la conservazione del giardino storico e degli alberi monumentali. Avrà un taglio più divulgativo la conferenza “I segreti delle piante officinali tra scienza, miti e tradizioni popolari” in programma giovedì 10 marzo alle ore 17 nella saletta incontri padiglione 5 a cura dell’Associazione Aqua Nova. Anacleto Boranga, naturalista con esperienze nel campo erboristico presenterà una quindicina di erbe officinali con una trattazione scientifica ma non trascurando anche temi di carattere culturale-umanistico, volti a cogliere leggende, miti, tradizioni popolari, aspetti simbolici e magici. Come dice il nome, Ortogiardino, dedica molto spazio ad attrezzature, sementi, prodotti e piantine per l’orticoltura, un’attività molto diffusa a Nordest. Per chi non avesse spazio o tempo per coltivare in autonomia frutta e verdura ad Ortogiardino sarà presente anche quest’anno il Mercato di Campagna Amica a cura di Coldiretti con i prodotti a km 0 freschi e genuini di circa 30 coltivatori della provincia di Pordenone, degustazioni, laboratori sulle erbe aromatiche e attività per i bambini.
Ortogiardino, Fiera di Pordenone dal 5 al 13 marzo 2016
Orari: dal lunedì al venerdì dalle 14.30 alle 19.30. Sabato e Domenica dalle 9.30 alle 19.30
www.ortogiardinopordenone.it

Prova anche

Riso e Confetti alla Fiera di Pordenone

RISO E CONFETTI, il salone degli sposi e delle cerimonie, in programma alla Fiera di …

Un commento

  1. Mai stato a Pordenone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici − 9 =