fbpx

Cultura Spettacoli

Il Faro della musica della Società dei Concerti

today31 Maggio 2024

Sfondo
share close
AD

A pochi giorni dal via della rassegna “Estate in Musica 2024”, al via da sabato 8 giugno a Trieste,  la Società dei Concerti di Trieste annuncia la seconda edizione del Festival di Trieste “Il Faro della Musica”Ventinove gli appuntamenti in programma  dal 7 al 18 settembre 2024  che confermano Trieste quale sede di uno tra i più importanti festival musicali europei.

 

La rassegna, la cui direzione artistica è affidata a Marco Seco, pianista, contrabbassista e direttore d’orchestra argentino, sarà animata da concerti sinfonici con prestigiosi solisti di fama internazionale, musica da camera e coreografie nei luoghi più affascinanti della città dedicati alle danze, ma anche bande che sfileranno suonando per le vie della città e nelle piazze, laboratori e spettacoli per famiglie, Hausmusik in case private e nelle sedi pubbliche più rappresentative di Trieste e persino un concerto sul mare davanti a Piazza dell’Unità d’Italia.

 

 

Anteprima il 5 settembre con LaFil Filarmonica di Milano in occasione dell’apertura del Festival Music Center in Piazza dell’Unità d’Italia. Previsto anche uno spazio dedicato a concerti, incontri con gli artisti nonché info e ticket point.

 

Ospite ai microfoni di Teatralmente con Monica Ferri il direttore artistico Marco Seco:

Gli ospiti

Quattro gli appuntamenti sinfonici che si terranno al Teatro Verdi di Trieste insieme a nomi di grande richiamo internazionale come il pianista Alexander Melnikov che suonerà con LaFil di Milano diretta proprio dal Marco Seco, musiche di Mozart, di cui Alexander è considerato tra gli esecutori più autorevoli (7 settembre, ore 20.30), Andreas Ottensamerprimo clarinetto della Filarmonica di Berlino che esibirà per la prima volta in Italia insieme all’orchestra LaFil di Milano in veste di direttore (9 settembre, ore 20.30), e nuovamente Giovanni Sollima, qui nella doppia veste di direttore e solista, che dirigerà e suonerà assieme all’Orchestra della Fondazione Teatro Lirico G. Verdi di Trieste (15 settembre, ore 19.30). In chiusura del Festival arriverà l’immenso Nikolai Lugansky al pianoforte assieme all’Orchestra della Fondazione Teatro Lirico G. Verdi di Trieste diretti da Han-Na Chang – violoncellista che a soli undici anni ha vinto il primo premio al “V°Rostropovic International Cello Competition” di Parigi – oggi chiamata a dirigere le migliori Orchestre del mondo (18 settembre, ore 19.30).

I luoghi del Festival

Molteplici i luoghi scelti per ospitare gli eventi tra i quali il Teatro Lirico G. Verdi di Trieste, il Parco del Museo Civico Sartorio, la Sede Rai FVG, la Casa della Musica, il Conservatorio G. Tartini, il Caffè San Marco, case private della Città e, tra le novità di quest’anno, anche il Castello di Miramare, il Teatro Politeama Il Rossetti, l’Auditorium del Salone degli Incanti, la Sala Luttazzi in Porto Vecchio.


Non mancherà uno spazio creato ad hoc in Piazza dell’Unità d’Italia, il Festival Music Center, le piazze e i i o archi della città, la Direzione Marittima del Friuli Venezia Giulia – Capitaneria di Porto di Trieste ed una piattaforma galleggiante sul mare davanti a Piazza dell’Unità d’Italia, per trasformare Trieste in un unico grande palcoscenico.

A impreziosire il Festival uno speciale percorso, ospitato in alcuni dei luoghi più affascinanti di Trieste e dedicato alle danze di tutti i periodi e di vari stili che hanno rappresentato diversi popoli e culture (dal periodo Rinascimentale al Flamenco) dal titolo “Danze e Contraddanze”.

Programma

Il programma completo e le informazioni su biglietteria, acquisto e riduzioni sono indicate in dettaglio, per ciascun concerto, sul sito del festival www.societadeiconcerti.it

Scritto da: Monica Ferri

Rate it

0%