Cultura Spettacoli

Al via i narratour del Teatro Rossetti in collaborazione con Units

today11 Luglio 2021

Sfondo
share close
AD

Il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia e il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Trieste propongono due cicli di performances itineranti attraverso il centro città. Si inizia il 12 luglio con  un’iniziativa che intreccerà il talento degli attori dello Stabile alla competenza di un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Trieste, alle potenzialità della bellezza e della storia della città  attraversata da performances itineranti “open air”.

Due i cicli in programma: il primo narratour dal titolo Sangue, santi, femmine e coltelli”(con repliche il 13, 14, 17 e 18, partenza alle ore 19 dal Campanile di San Giusto e arrivo sul Molo Audace) che attraverserà i luoghi suggestivi e carichi di mistero, tra i quali via della Cattedrale, Giardino di San Michele; Piazzetta Barbacan, la Chiesa di Santa Maria Maggiore Santa Maria Maggiore, Piazza Unità, Molo Audace.

Il secondo “Amanti infelici” (con repliche dal 20 al 23 luglio con inizio alle 19 dal Molo Bersaglieri e conclusione alla Stazione Centrale), che si snoda dal Molo Bersaglieri (davanti alla Stazione Marittima), Piazza Cavana, Piazza Unità, Via Cassa di Risparmio, Ponterosso, la Chiesa Luterana, sino ad arrivare alla stazione Centrale, evoca trame e vicende di amori contrastati e tormenti del cuore dagli esiti spesso, ma non sempre,,sciagurati..

Da un paio d’anni è attivo, presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Trieste, un gruppo di ricerca composto da docenti e studenti guidato da Laura Pelaschiar e Paolo Quazzolo docenti rispettivamente di Letteratura inglese e di Storia del Teatro all’Università di Trieste, che hanno curano i tour assieme al loro gruppo di ricerca. I luoghi vengono letti o interpretati come fossero testi letterari che evocano storie, personaggi, atmosfere. Rispetto un tradizionale giro turistico, ove la guida illustra le bellezze storico-artistiche della città, il narraturismo (termine che nasce dalla fusione di “letteraturismo” e “narrazione”) opera in strade e luoghi che diventano spazi narrativi e palcoscenici naturali di storie e cronache realmente accadute o finzionali (ovvero presenti in opere di fiction letteraria).

Ai percorsi prenderanno parte due attori del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia – gli ottimi Yuri D’Agostino e Zoe Pernici – che daranno vita ai dialoghi e agli interventi dei tanti personaggi evocati nel corso dei due “narratour” e sapranno far commuovere gli spettatori con le figure più romantiche, ma anche intrigarli, divertirli e magari spaventarli un po’ con i personaggi noir che popolano il primo ciclo di passeggiate.

 A condurre i racconti saranno i giovani ricercatori universitari Sara Caretta, Enrica Milanese, Marta Maria Ricci e Alessandro Valenti,

 I biglietti sono in vendita a euro 8 (interi) e a euro 5 (ridotto abbonati al Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia) alla Biglietteria del Politeama Rossetti e al Ticket Point di Corso Italia. Si consiglia l’acquisto in prevendita (accesso consentito a 15 persone in ogni tour).

Info presso il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia tel 040.3593111 e www.ilrossetti.it

 

Scritto da: Monica Ferri

Rate it

Articolo precedente

Cultura Spettacoli

Ritorna la danza al TeatroVerdiTs con “Il Lago dei cigni”

La bellezza del balletto torna al Teatro Verdi di Trieste, con uno dei  classici più amati, “Il lago dei cigni”. Il capolavoro russo, che manca da sei anni a Trieste,  sarà in scena da martedì 13 luglio, con una compagnia di fama internazionale che porta sul palco giovani professionisti di talento. Lo spettacolo, con la partitura musicale di di Pëtr Il’i? ?ajkovskij e  le celebri coreografie storiche di Lev Ivanov […]

today10 Luglio 2021

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

diciotto − 12 =


0%