Home / News / In evidenza / Al via la XX edizione del Triskell a Trieste dal 16 al 27 settembre

Al via la XX edizione del Triskell a Trieste dal 16 al 27 settembre

IL FESTIVAL – Un ventennale sofferto per il festival celtico del Friuli Venezia Giulia, ma poiché si tratta di un traguardo importante per una manifestazione che in regione ha superato le centomila presenze e coinvolge un pubblico trasversale di appassionati e curiosi, gli organizzatori hanno voluto mettersi in gioco per poter offrire ugualmente il festival alla città di Trieste, per far sentire la propria vicinanza agli artisti e artigiani del settore fortemente provati da questo periodo di emergenza, offrendo loro questa opportunità di respiro. “Sarà un evento un po’ diverso – dichiara Elisabetta Sulli, presidente dell’Associazione Uther Pendragon che organizza la manifestazione – un modo anomalo di festeggiarlo, ma lo faremo comunque con compostezza e attenzione e sempre con la gioia e la spensieratezza che contraddistingue l’evento triestino e di cui oggi abbiamo tutti più bisogno del solito. Siamo orgogliosi di essere riusciti ad organizzare l’unico festival del circuito celtico confermato in Italia in questo 2020.” L’evento è organizzato nel rispetto delle normative anti Covid-19, il festival sarà diviso in tre settori contingentati: concerti (con i posti a sedere dove verrà garantito il distanziamento), ristorazione e mercatino, con addetti che si occuperanno del contingentamento e aiuteranno le persone a seguire i percorsi e le procedure di sicurezza chiaramente indicate dalla cartellonistica. Come da DPCM in corso di validità dopo le 18 alle 6.00 rimane l’obbligo di indossare la mascherina all’interno dell’area del festival (salvo quando ci si siede per mangiare o per seguire un concerto) mentre per tutto il resto delle attività giornaliere basterà rispettare le distanze di sicurezza e indossarla quando questa distanza venga meno.

Un’altra bella novità di questo ventennale è che Triskell diventa Ecofesta plastic free, e lo slogan è #faifestamausalatesta, dando un contributo nel bandire il devastante impatto della plastica sul benessere del nostro pianeta.

Il Triskell con una tappa itinerante, è già iniziato nella vicina Slovenia giovedì 4 settembre presso la Comunità degli Italiani a Capodistria, in collaborazione con il Jeff Festival, presentando le band Wooden Legs e Corte di Lunas, ma era già iniziato con una promozione nel 2019 a Gorizia, con Triskell di Frontiera a Gusti di Frontiera, e proseguirà con altre tappe itineranti con i Fabula Duo nel mentre del festival di settembre.

Dal 16 al 27 settembre presso il Boschetto del Ferdinandeo di Trieste, il festival permetterà al suo pubblico di immergersi per dodici giorni in un ricchissimo programma che ripercorre le tradizioni e le usanze degli antichi Celti, a contatto con la natura e con la possibilità di partecipare ai numerosi laboratori, conferenze, stage e coinvolgenti attività anche per i più piccoli e sempre in sicurezza.
Triskell è patrocinato dalla Regione Autonoma FVG, Assessorati al Turismo, alla Cultura e all’Ambiente e coorganizzata con il Comune di Trieste, in particolare l’Assessorato al Turismo con il supporto della sesta circoscrizione. Gode inoltre dei patrocini dei Consolati onorari d’Austria e Generale della Repubblica di Slovenia e il prezioso sostegno della ASUGI e Banca di Cividale.

MUSICA E SPETTACOLO – Nonostante non sia stato facile organizzare spettacoli, gruppi e spostamenti in un anno complesso, la direzione artistica del festival è riuscita comunque a proporre un cartellone coinvolgente, con interessanti novità e pronto a conquistare il suo pubblico proponendo un intrattenimento di qualità.
Apriranno le serate musicali del festival mercoledì 16 settembre la Corte di Lunas per la rassegna “Spazio ai gruppi locali”, la band del Friuli Venezia Giulia presenterà il nuovo album dalle 21.15 seguiti dalla To Loo Loose Reunion, giovedì 17 settembre alle 21.15 che vedrà riuniti sul palco quasi tutti i membri della band che l’hanno vissuta in prima persona. La band triestina, dopo aver calcato i palchi di mezza Europa, festeggiano sul palco del festival i venticinque anni di carriera. Venerdì 18 settembre i Willo’s + guests, band toscana, presenteranno alle 21.00 un nuovo progetto che mescola e rinnova sonorità diverse di un ipotetico viaggio dal Mediterraneo al Mare del Nord, in collaborazione con Massimo Giuntini alla cornamusa irlandese e Betty Vezzani, ex cantante dei Modena City Ramblers. A seguire alle 22.30 un giovane gruppo italiano di musica celtica, country, rocks e ballads americane, i The Gamblers. Il primo fine settimana del Triskell si aprirà, sabato 19 settembre, con un viaggio tra suoni arcani e musica tribale contaminata da suoni medioevali con la band pagan celtic folk dei Daridel alle 21.00 mentre alle 22.30 grande ritorno per la band ucraina di Kharkov che sa coniugare differenti culture musicali, quella scandinava e quella celtica, gli Spiritual Seasons, che saliranno sul palco del festival per una seconda esibizione anche domenica sempre alle 22.30. A precederli sul palco il 20 settembre gli Arnwil alle 20.45, per la rassegna “Spazio ai gruppi locali”. La seconda settimana della manifestazione si aprirà lunedì 21 settembre alle 21.00 con i Fabula Duo, una formazione inedita quest’anno per la storica band che celebra i venticinque anni di attività, e che con questo cambiamento transitorio, non hanno rinunciato a festeggiarlo insieme all’amato pubblico del festival. A seguire alle 21.45 gli Heich, band italiana che si ispira alle sonorità del folk irlandese, del punk rock, fino al metal con sfumature di epico. Il nordic viking folk dei Ragnarök e il loro repertorio nord Atlantico con atmosfere epiche trasporterà il pubblico in un viaggio nella mitologia nordica, attraverso strumenti d’epoca vichinga uniti alla tecnologia moderna e digitale, martedì 22 settembre alle 21.45, preceduti alle 21.00 dai Fabula Duo.
Mercoledì 23 settembre alle 19.00 da Verona sul palco del Triskell sarà la volta dei Patricks e il loro irish folk acustico, mentre giovedì 24 settembre la musica tradizionale d’Irlanda si fonderà con le influenze del folk contemporaneo e il bluegrass con i 5 musicisti che compongono gli Alban Fùam, alle 21.30. Venerdì scoppiettante con due band dall’Olanda, il 25 settembre, con i Pyrolysis alle 21.30, band folk acustica che prende il nome da una reazione chimica e che saranno la premessa perfetta ai coinvolgenti Pyrates!, musicisti dallo stile unico e originale con il loro celtic-rock contemporaneo suonato con strumenti della tradizione irlandese condito da chanties dei marinai. Sabato 26 settembre alle 21.00 ad aprire i concerti dell’ultimo weekend del Triskell ci saranno i triestini Wooden Legs e sempre per la rassegna “Spazio ai gruppi locali”, che presenteranno il loro ultimo album, seguiti da un atteso ritorno, per il celtic-rock convolgente e trascinante degli austriaci Celtica Pipes Rock in nuova formazione alle 22.30. A chiudere il cartellone musicale di questa ventesima edizione del festival Erin’s Heartbeat Project, domenica 27 settembre alle 21.00. Sarà la prima italiana dello spettacolo di musica e danza dedicato all’Isola di Smeraldo della principale scuola di danza irlandese della Slovenia con la musica irish dal vivo della band slovena Noreia.
Novità di questa edizione del Triskell gli spettacoli del Teatro Storico d’Azione, vera storia antica ma presentata in chiave comico goliardica, con attori professionisti a cura di Crono Eventi. Gli spettacoli saranno tre a giorno: mercoledì 23 settembre alle 19.00 “La rivolta di Spartaco”, alle 21.00 “Giulio Cesare il Divo” e alle 23.15 “Attila, Flagellum Dei”. Le repliche saranno proposte anche giovedì 24 settembre negli stessi orari.
A dare un tocco suggestivo alle serate del Triskell ritroviamo Vassago, con il suo spettacolo di contact juggling e fire perfomance che concluderà le serate dopo i concerti, e l’arpa celtica di Fata Foglia, Erika Fumagalli, che ammalierà i viandanti nei vialetti del Boschetto, a sorpresa, e accompagnerà anche il rito di Mabon, l’Equinozio d’Autunno, martedì 22 settembre, con Denise Cannas, Katleen, Atanvarniee e Alessandro Severi. Giovanni Zavalloni proporrà anche quest’anno un tuffo nella magia con “Luccicanza fatata”, il rito delle Fate che aiuta a focalizzarsi sui propri desideri ed obiettivi futuri.
Seconda edizione al Triskell per l’arte di dipingere i corpi, il Contest di Bodypainting che avrà come tema: Spiriti della Natura. Iscrizioni via email entro il 15 settembre, la partecipazione al contest è gratuita e l’evento si svolgerà domenica 20 settembre con finale sul palco dalle 19.00. Info sul sito www.celticevents.org

ANIMAZIONI E LABORATORI PER ADULTI, BAMBINI E FAMIGLIE– Il Boschetto del Ferdinandeo sarà, anche in questa edizione autunnale, lo scenario perfetto per tantissime attività dedicate ai bambini, alle famiglie e a chiunque volesse recuperare la spontaneità dell’infanzia e il contatto con la natura, sempre in sicurezza e nel rispetto della normativa anti Covid-19. Stupirsi, creare, immaginare, sognare e divertirsi saranno le parole d’ordine dei tantissimi laboratori e delle animazioni dedicate ai più piccoli. Verranno proposte anche quest’anno, con attenzione a distanziamento e sicurezza, le animazioni della Compagnia di San Giorgio e Il Drago, sabato 26 e domenica 27 settembre bambini e genitori potranno immergersi in questo divertente gioco/spettacolo interattivo rivivendo le avventure di “Harry Potter e la Scuola di Magia di Hogwarts” sabato dalle 11 alle 13 e domenica dalle 15 alle 17. Oppure potranno ritrovarsi nella celebre saga del Signore degli Anelli vestendo i panni dei personaggi del capolavoro di Tolkien, sabato dalle 15 alle 17 e domenica dalle 11 alle 13, sempre con il coinvolgimento di alcuni genitori.
Bambini e adulti potranno imparare a disegnare animali fantastici nel laboratorio di domenica 20 settembre con Paola Ramella oppure creare bacchette magiche e partecipare ai vari laboratori di magia con Jordy, l’artigiano del Giardino di Wolfy, o ai tanti laboratori di Wolf MacAjvar. Nell’ambito del progetto Ecofesta i bambini potranno imparare il rispetto per la natura e l’arte del riciclo nei laboratori gratuiti di Katia Simonetti “L’arte del riciclo nell’ascolto degli elementi”. Non mancheranno gli appuntamenti sportivi, con la disciplina dell’arco insieme alla ASD Dragon Rouge, tra cui verrà promosso il “I Torneo Triskell”, gara amichevole del circuito Triveneto, solo per arcieri tesserati. Inoltre corsi di tiro con l’arco individuali, stage di spada e scudo per bambini con l’Ass.Cult. Tre Draghi, e sempre per bambini e adulti che volessero provare a suonare l’arpa celtica, si terranno due stages con Elisa Manzutto.

CONFERENZE, WORKSHOP E ATTIVITA’ ALL’ARIA APERTA – Un ricco calendario di conferenze e approfondimenti storici con esperti relatori, giornalisti e scrittori (tra cui Pablo Ayo volto della nota trasmissione Mistero di Italia1), permetterà a curiosi e appassionati di approfondire e ripercorrere tradizioni, cultura e spiritualità di questi antichi Popoli che hanno abitato anche i nostri territori. Sarà possibile approcciarsi alla manualità degli antichi Celti lavorando argilla, cuoio, erbe e incensi. Il pubblico potrà poi tirare con l’arco storico, duellare con la spada, cimentarsi con il giavellotto o lo sgalancio o scoprire dal vivo come si panificava a quei tempi grazie al Clan del Toro.

TIRO CON L’ARCO E VI TROFEO ALASDAIR – Gare per categoria juniores e seniores. Inoltre prove, dimostrazioni e corsi di tiro con l’arco per tutta la settimana a cura dell’ASD Dragon Rouge, con la consueta iniziativa “Una freccia per…” che anche quest’anno vedrà come soggetto beneficiario il festival, tramite una raccolta fondi occasionali a sostegno dell’E.N.P.A. Trieste. Ogni donazione devoluta sarà ben accetta.

Omaggio all’amore come lo vivevano gli antichi Celti, immersi nella natura, con le celebrazioni delle Unioni con rito celtico, che ogni anno riscuotono grandissimo successo tra le coppie di tutte le età, e che verranno celebrate quest’anno da Katleen Macjvar nei due weekend, tranne che la domenica 20 settembre che saranno celebrati anche in lingua friulana da Atanvarniee.
Ritorna l’acclamatissima “Lotteria Celtica” dove anche quest’anno l’associazione Uther Pendragon ha messo in palio ben 15 premi. Nuova destinazione per il primo premio, la bellissima Galizia celtica (Spagna) con un viaggio 7 giorni per due persone, secondo premio un week-end a Dublino sempre per due, e poi bottiglie di idromele e tanti altri premi. Perché non tentare la fortuna con soli 2 euro a sostegno della manifestazione vincendo un meraviglioso viaggio? Con la Lotteria Celtica si può! Il regolamento completo è visibile sul sito www.celticevents.org, chi ama questa manifestazione ha l’opportunità di sostenerla con la possibilità di vincere meravigliosi premi.
Inoltre tende storiche, accampamenti, battaglie, dimostrazioni, divinazioni con le sacerdotesse del Giardino Arcano al Cerchio di Pietra e rievocazioni di antichi rituali.
Animazioni varie e giochi saranno proposti dai Clan e associazioni presenti per tutta la durata del festival. Il tutto accompagnato dalla leggendaria cucina celtica e dalla favolosa birra irlandese e da una trentina di espositori con stand di artigiano celtico e fantasy che coloreranno con oggetti esclusivi il ricco mercatino.
Una mostra a pannelli sulle migrazioni dei Celti sarà posizionata in area festival, come anche la mostra personale fuori programma di Okamy Mangart, con opere proprie a tema fantasy.

Triskell, fa parte di ECQUE (European Celtic Quality Events), il marchio di qualità fondato il 17 marzo 2011 assieme ad altri festival celtici d’Italia, un consorzio che contraddistingue gli eventi d.o.c. del circuito celtico italiano e che garantisce spettacoli e servizi di qualità al proprio pubblico.

Per approfondimenti e per il programma dettagliato è possibile consultare il sito della manifestazione www.celticevents.org e la pagina ufficiale su FB Triskell Celtic Festival. Sui social con #Triskell20.

L’intervista a Elisabetta Sulli presidente dell’associazine Uther Pendragon:

Prova anche

Il depuratore di Servola apre le sue porte ai cittadini

Lo sapevate che Trieste ha l’unico depuratore al mondo che…”parla con il mare” e che …

Decameron Miela prosegue con Rumiz

Sabato 19 settembre, alle ore 18.30, sul palco del teatro Miela un appuntamento da non …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 + 12 =