Home / #Barcolana52 / BARCOLANA 52 – Ottavio Silva, rotta verso il futuro

BARCOLANA 52 – Ottavio Silva, rotta verso il futuro

Ottavio Silva, ci ritroviamo in Barcolana dopo un periodo complesso?

Il momento del lockdown è stato per noi uno spunto di riflessione e uno stimolo ad analizzare le criticità della nostra azienda e le difficoltà del mercato. Per chi lavora nell’arredo ci sono stati momenti difficili, le chiusure dei negozi hanno impedito un approccio diretto con la clientela e sono mancate anche tutte le manifestazioni di proposta e di promozione, quegli stimoli che ci danno la possibilità di essere sempre sulla cresta dell’onda per quanto riguarda le novità nel design. Però è stato anche un momento di riscoperta della casa e della sua importante funzione, le persone si sono rese conto che nelle loro scelte passate qualcosa funzionava e qualcosa invece andava ripensato. Anche nel settore della nautica da diporto c’è stata una grande rivalutazione, è cresciuta l’esigenza di sentirsi in un guscio sicuro e funzionale. Dopo due mesi di confinamento le persone hanno compreso che la casa non è semplicemente un dormitorio o un luogo di passaggio, ma un ambiente di vita.

È cresciuta la consapevolezza ambientale?

Nel periodo del lockdown tutti abbiamo avuto modo di riflettere e realizzare quanto sia impattante la nostra presenza su questa terra, il problema della plastica in mare ha fatto in modo che nascessero nuove iniziative anche nell’ambito del design, come la raccolta e il riciclo della plastica per creare, ad esempio, alcune fibre utilizzate come imbottitura di divani o di altri rivestimenti. Una giusta direzione per evitare o ridurre gli sprechi con materiali innovativi e nuove idee.

Nei momenti difficili possono nascere nuove visioni per il futuro?

È vero, in questo periodo noi abbiamo coronato un sogno e abbiamo portato a termine un progetto molto ambizioso che covavamo nel cassetto da un po’ di anni, nel nostro negozio Spazio Cavana, in Via San Sebastiano, nel centro di Trieste. Lo abbiamo trasformato da negozio di esposizione a negozio di ispirazione, il cliente può trarre degli spunti per tutti gli ambienti della casa con una nuova introduzione, l’arredo bagno. Cerchiamo di offrire una lettura internazionale delle nostre proposte, perché Trieste è un crocevia di cultura e attrae molti stranieri per la qualità di vita che esprime e per la sua bellezza. Io sono toscano, ma come i triestini mi emoziono sempre davanti a Piazza Unità d’Italia e al golfo affollato di vele bianche durante la Barcolana.

Prova anche

Nuovo DPCM: una riflessione con il Presidente Fedriga

Una riflessione con il Presidente del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga sull’uscita del nuovo DPCM. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici + 3 =