ascolta live streaming 

Barcolana50 – Furio Benussi

Furio Benussi trionfatore nella scorsa edizione con Spirit of Portopiccolo torna in Barcolana più grintoso che mai…
Per un’occasione così importante stiamo lavorando per mettere a punto la barca nel migliore dei modi, abbiamo potenziato l’equipaggio chiamando a bordo Lorenzo Bressan, Alberto Bolzan e Stefano Spangaro. Tre velisti che hanno lasciato il segno e contribuito alla crescita della Barcolana con i loro risultati e il loro nome, un orgoglio quest’anno schierare questo equipaggio estremamente competitivo.
Anniversari e ricordi, la tua prima Barcolana?
Avevo 10 anni, si partecipava con la barca di famiglia, ci dissero, già all’epoca, che la Barcolana era tanto affollata e non volevano farci regatare, io e Gabriele facemmo di tutto e convincemmo i nostri genitori, da quella volta abbiamo sempre partecipato. Ricordo l’edizione del 1996, insieme a Gabriele abbiamo partecipato con mio papà e la barca di 7,5 m costruita da lui, abbiamo vinto la categoria e ci siamo piazzati trentaseiesimi in assoluto. La vittoria in Barcolana è arrivata nel 2005 con “Skandia”, primo centopiedi a partecipare e a ottenere il record di percorso. Il 2016 mi rimane nel cuore, io e Gabriele siamo rimontati a bordo di Alfa Romeo e siamo riusciti nell’impresa di mettere la barca a punto in quattro giorni e vincere battendo il record.
Come spiegheresti la Barcolana a chi ci ascolta e non c’è mai stato?
È una cosa eccezionale, la vista del mare e delle barche che a un certo punto partono tutte assieme verso la boa è un’emozione difficile da spiegare. Uno spettacolo che ti lascia senza parole.
Non dimenticate una cuffietta per essere sempre aggiornati sulle prime posizioni…
È fondamentale perché voi fate una radiocronaca in diretta eccezionale, avete sempre fatto un lavoro super. Sono stato parecchie volte ospite nelle vostre trasmissioni e spesso in regata, all’arrivo dei primi, abbiamo acceso la radio per capire chi avesse vinto. Ho condiviso sempre bei momenti con Radio Punto Zero.
Quest’anno torni in Barcolana con un’esperienza che ti ha arricchito…
Ho avuto l’opportunità di conoscere la fondazione Laureus che mi ha nominato “ambassador” per la vela e mi ha dato la possibilità di incontrare ragazzi e bambini che vengono da realtà disagiate e attraverso lo sport imparano ad impegnarsi per migliorare il loro futuro.
Un consiglio dal team di Spirit of Portopiccolo prima della partenza?
Rimanere sempre concentrati e non perdere mai di vista l’obiettivo.

Ascolta l’intervista integrale:

Prova anche

Barcolana50 – Andrea Russo per Cormons Cantina Produttori

Barcolana è anche convivialità e un ottima occasione per parlare di eccellenze del nostro territorio, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × tre =