ascolta live streaming 
Home / News / Lifestyle / Casa 2.0 / Benvenuti a Casa 2.0 – come arredare l’ingresso

Benvenuti a Casa 2.0 – come arredare l’ingresso

Seconda punata per Casa 2.0, la rubrica dedicata all’arredamento e al design con Claudio Papa e Sylva Gortana. Questa settimana cureremo le prime sensazioni che noi e i nostri ospiti possiamo avere entrando in casa, l’ingresso infatti è la prima impressione che diamo di noi a chi accogliamo nella nostra dimora, arredarlo al meglio, anche con pochi elementi, diventa allora una buona norma da seguire e noi vi daremo tutti gli spunti. Prima però di “entrare” nella nostra Casa 2.0 rivediamo insieme ai designer, Claudio e Sylva, quali sono i cinque errori più comuni da evitare quando dobbiamo arredare casa.

1. Arredare tutto prima di entrare in casa. Proviamo prima a vivere gli ambienti che dobbiamo arredare, solo così capiremo come gestire al meglio gli spazi. Acquistare tutti i mobili prima di essere entrati in possesso attivo della nostra dimora è un errore da evitare.
2. Essere realisti e ricordare che non sempre la nostra casa ha gli spazi e le misure di quelle stanze che tanto ci sono piaciute in quella foto.
3. Sottovalutare l’importanza dell’illuminazione e delle sorgenti di luce naturale. capire come è esposta la nostra casa e come batte il sole durante il giorno ci aiuterà anche nella scelta dei colori e nella scelta dell’illuminazione artificiale.
4. Sbagliare gli accostamenti cromatici. La scala dei colori prevede molteplici sfumature ed è bene capire come abbinarle tra loro.
5. Mixare troppi stili diversi infine rischia di rendere tutto più confusionario e non esprime una personalità.

ingresso-in-stile-classico
Ingresso in stile classico

Entriamo finalmente nella nostra casa, il luogo dove trascorreremo la vita, almeno per un periodo, quindi un luogo che dovrà essere per noi accolgliente e soprattutto funzionale.
Sebbene l’ingresso sia una zona di passaggio, e comunque la prima impressione della nostra casa una volta varcata la porta, è dunque buona norma arredarla con una certa cura. Molto naturalmente dipenzio a disposizione e dall’organizzazione della vostra dimora.Ultimamente l’ingresso sta rivendicando una propria importante funzione, sia a livello pratico che estetico.
Esistono, per questo, delle combinazioni di complementi d’arredo studiate apposta per sfruttare al meglio questo spazio, come ad esempio ribassare il soffitto o tinteggiarlo in modo diverso per renderlo più intimo e d’effetto. Per quanto riguarda i complementi d’arredo i must sono: una consolle, pratica per l’uso; uno specchio, per dare profondità agli ambienti e per un veloce ritocco prima di uscire (potremmo sceglierlo rettangolare o quadrato e utilizzarlo anche per riflettere la luce); uno svuotatasche e un quadro o carta da parati e stickers adesivi sulla parete.
Sarebbe l’ideale poter insierire un guardaroba, che diventi anche un ripostiglio per gli ambienti piccoli, una soluzione ottima per non avere in vista giacche e cappotti. Se poi all’ingresso c’è una nicchia, questa può diventare uno spogliatoio attrezzato.

Ingresso con specchio tondo dorato
Ingresso con specchio tondo dorato

Nel nostro ingresso non può mancare l’oggetto curioso di questa seconda puntata: il PORTAOMBRELLI.
Un accessorio che, come i nostri oggetti curioso ci suggeriranno nei prossimi appuntamenti, se di un design particolare può catturare l’attenzione e rendere più interessante il nostro ingresso. oltre ad essere un oggetto funzionale.

Come scegliere dunque il nostro portaombrelli?
Le dimensioni sono un aspetto fondamentale nella scalta, prioritario perfino rispetto all’estetica, e dipenderà dal numero di abitanti della casa, dalla frequenza degli ospiti. Sceglieremo dunque una tipologia piccola ne caso di una coppia o di una persona single, molto capiente per una famiglia con bambini, per esempio con uno spazio specifico per gli ombrelli dei più piccoli.
Potremo scegliere un portaombrelli in ceramica per una casa dallo stile classico, in vetro per un design originale, in stile country, colorato o elegante in lego. Per un fascino senza tempo il portaombrelli in ferro battuto o ancora nelle versioni salva-spazio per case con metratura ridotta.

portaombrelli

Scopri di più e riascolta la seconda puntata di Casa 2.0. Vi aspettiamo mercoledì prossimo per parlare di salotto!

Prova anche

Open Day all’Istituto Bearzi di Udine

Il Bearzi di Udine è un’opera educativo-pastorale che cerca di vivere la passione di don Bosco per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 3 =