Archivio Podcast

Cavazzini risuona la sera: con il format de Gli Ergonauti!

today11 Febbraio 2016

Sfondo
share close
AD

Dopo il Concerto dell’Orchestra Sinfonica della RTV-Slovena nel reparto produttivo della Danieli di Buttrio e la cena sul palco del Teatro Giovanni da Udine con il quartetto d’archi del Teatro Verdi di Trieste, gliErgonauti approdano a Casa Cavazzini con un format artistico inedito e originalissimo.
Grazie alla Piattaforma di Coordinamento siglata tra l’Assessorato alla Cultura del Comune di Udine e l’Associazione Culturale di Imprese nata in seno a Confindustria Udine da un’idea del Presidente Matteo Tonon e dell’imprenditore Damiano Ghini, giovedì 11 febbraio, in occasione della mostra “Tina Modotti: la nuova rosa. Arte, storia, umanità”, il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Udine ospiterà un insolito duetto: l’artista friulano Giovanni De Benedetto, volato da Berlino dove risiede dal 2014 solo per l’occasione, e la soprano Selma Pasternak, recentemente esibitasi al Premio Nonino. “La performance prevede quattro brani e ha un suo sviluppo e una sua filosofia” – spiega il direttore artistico de gliErgonauti Luca Bernardis, ideatore della serata. “Con un format inedito, siamo riusciti a far dialogare in maniera incisiva ed entusiasmante la musica elettronica e la lirica, due generi che solo apparentemente sono distanti. Una commistione che è speculare alla mission della nostra Associazione, che mette in comunicazione arte e industria con un linguaggio nuovo e travolgente”.
L’evento è stato realizzato grazie al sostegno di Portomotori, realtà consolidata nel mercato automobilistico con il marchio Citroen e DS, Omnis, azienda specializzata nell’outsourcing di servizi alberghieri e lo studio consulenze del lavoro Giorgiutti Alberto & Associati. Partner tecnico Digitalight.
“Questa serata è la terza tappa di un percorso intrapreso con gliErgonauti, in cui gli imprenditori sostengono eventi di carattere culturale – commenta Federico Pirone, Assessore alla Cultura del Comune di Udine. Lo spirito dell’evento dell’11 febbraio è fruire di Casa Cavazzini in un modo non convenzionale e far percepire il Museo come luogo dinamico”.
La serata di giovedì 11 febbraio si svolgerà in due parti: la prima, dalle 20 alle 21, è dedicata esclusivamente agli iscritti e ai sostenitori de gliErgonauti, mentre dalle 21 Casa Cavazzini apre le porte alla cittadinanza tutta, che avrà l’occasione di ascoltare dal vivo i due performer. L’ingresso è libero e gratuito, fino a esaurimento posti.
“Il nome della rassegna, Cavazzini Risuona– spiega la copywriter Francesca Cerno – è la promessa di una rosa di appuntamenti al Museo che avranno una notevole risonanza per la cittadinanza tutta”.

Fonte: Ufficio Stampa Ergonauti

Per info: [email protected]

Scritto da: rpz

Rate it

Articolo precedente

Archivio Podcast

Toxine

L’etichetta di rock band sta loro stretta. Perche? quella che i Toxine sostengono e? una visione interdisciplinare e olistica dell’arte, che li ha portati, si?, a esprimere sensi e signi cati per mezzo della musica, ma non soltanto. Da qui, le loro frequenti e sempre ricercate collaborazioni con artisti gurativi e creativi di diversa natura. Formatisi nella natia Slovenia otto anni fa, i Toxine, ovvero Tomi Toth, frontman e artista […]

today10 Febbraio 2016

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

10 + undici =


Friday Night – Datarex

con Datarex
0%