fbpx

News

Dieci candeline per la Maker Faire Trieste

today30 Agosto 2023

Sfondo
share close
AD

Appuntamento sabato 2 e domenica 3 settembre in Piazza Unità

La decima edizione della “MAKER FAIRE TRIESTE” porterà nel centro di Trieste due giorni pieni di inventori, creativi, scienziati e soprattutto maker, con attrazioni tecnologiche, esperimenti e laboratori tecnologici e scientifici per tutte le età.

Nella piazza principale di Trieste più di 200 makers, la cui maggioranza è attesa dalle quattro province di Trieste, Udine, Gorizia e Pordenone, ma come nelle passate edizioni ci sarà anche la partecipazione di numerosi espositori da altre regioni italiane (soprattutto dal Veneto) e da Slovenia, Croazia, Austria, Repubblica Ceca e Slovacchia.

 

 

Appassionati, artigiani digitali e tradizionali, inventori, volontari e ricercatori saranno presenti con centinaia di nuovi progetti durante due giornate di festa per accompagnare tutti – appassionati della prima ora e curiosi last minute – in un entusiasmante viaggio nella creatività, nella tecnologia e nella scienza, per scoprire insieme invenzioni e progetti stupefacenti, imparando ma alla maniera del maker: divertendosi, esplorando, giocando e sperimentando.

 

Ai nostri microfoni gli organizzatori Carlo Fonda e Gaia Fior, qui l’intervista in podcast:

La Maker Faire e le novità

La Maker Faire Trieste è ben nota ormai a livello internazionale – dopo i suoi esordi come “Trieste Mini Maker Faire” fin dal 2014 – in questa decima edizione incorpora nuovamente al suo interno il Science Picnic, un settore dedicato alla scienza interattiva con un variegato programma di incontri con ricercatori, esperimenti, spettacoli e laboratori didattici.

Novità di questa edizione è la presenza anche di alcuni selezionati espositori di tipo commerciale, che abbracciando la filosofia Maker (provenendo loro stessi da quel mondo) hanno saputo creare delle realtà produttive e commerciali di successo. Domenica 3 settembre sarà ospite sul palco dell’evento anche Massimo Banzi, co-fondatore di Arduino e “padre spirituale” dei maker italiani, per parlare del futuro di tecnologia e innovazione.


Gli obiettivi dell’iniziativa sono infatti diversi e coprono un ampio spettro di interessi e di vocazioni nell’ambito della scienza, dell’ingegno, della creatività e dell’imprenditorialità innovativa, valori nei quali la città di Trieste si identifica.

In piazza Unità d’Italia per due giorni si potrà vedere una grande scacchiera per grandi e piccoli scacchisti; ci sarà anche un treno, in scala ridotta elettrico, e il cui conducente lo guiderà stando a cavalcioni e anche un trenino in perfetta scala 1:22,5 oppure uno in Lego comandato da microcontrollori autoassemblati.


O ancora un razzo, sparato con un propellente fatto di sola aria e acqua, che solcherà il cielo azzurro mentre gli scienziati e i bambini ne analizzano la traiettoria, più in basso le traiettorie da seguire saranno invece quelle dei raggi cosmici nella camera a nebbia. Nel frattempo tra i piedi potrebbe infilarsi un modellino di macchina off-road o conoscere degli steampunk, che vestiti con eleganza e ricercatezza saranno pronti a portarvi con loro in un mondo vittoriano popolato di macchine a vapore e ingranaggi d’ottone.

Ice Age: i giganti dell'era glaciale

Ospite d’eccezione dell’evento sarà uno scheletro di mammut, un prezioso reperto paleontologico ricostruito e preparato per l’esposizione dalla ditta ZOIC di Trieste. Si tratta di una vera icona dell’era glaciale (Pleistocene), alto 4 metri e con lunghe zanne ricurve, un gigante del suo tempo!

Ad affiancarlo, dentro alla “sala delle colonne” del palazzo che ospita l’Amministrazione Regionale in Piazza Unità, ci saranno altri tre scheletri originali di mammiferi suoi coetanei, esposti ed illustrati in una mostra ad ingresso libero che rimarrà aperta dal 28 agosto al 9 settembre e vedrà anche la partecipazione del Museo Civico di Storia Naturale.

L'evento

L’evento ha il sostegno istituzionale e finanziario della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, mentre il Comune di Trieste è partner del Centro Internazionale di Fisica Teorica “Abdus Salam” (ICTP) di Miramare, con cui collabora nell’organizzazione di questo evento che diffonde e promuove il nome della città di Trieste a livello internazionale attraverso la rete delle Maker Faire, di MAKE Community e dei Fablab. L’Immaginario Scientifico collabora nelle attività amministrative correlate all’organizzazione dell’evento. La Fondazione Pietro Pittini sponsorizza l’evento mentre il Club Soroptimist di Trieste premierà la migliore Maker al femminile. La manifestazione vede anche la partecipazione del Centro Europe Direct Trieste, dove i cittadini potranno chiedere informazioni su tematiche europee.


Orari di apertura al pubblico:

SABATO 2 Settembre: 14:00-20:00

DOMENICA 3 Settembre: 10:00-18:00

Ingresso gratuito

 

Per maggiori info: trieste.makerfaire.com

Scritto da: Maria

Rate it

0%