ascolta live streaming 
Home / News / Frutta per l'estate

Frutta per l'estate

Esporsi molto al sole mette alla prova la pelle ed il rimedio tradizionale è l’assunzione di olio di carota o direttamente le carote, ricche di betacarotene, un antiossidante  che l’organismo trasforma in vitamina A.

In ”spiaggia” si ha quindi bisogno di 50 200g di catote al giorno e meglio crude; a seconda dell’abbronzatura, che di per sè è un filtro dei raggi ultravioletti che ne diminuisce la necessità.

Il betacarotene è anche molto presente in bietole, spinaci, peperone rosso, mango, melone, albicocche, cachi, e corrisponde al loro pigmento arancione, ma anche a quello verde scuro nella verdura.

La carota è importante per questa pro vitamina A (betacarotene), indispensabile alla sintesi del testosterone ( che è un tonico), per le vitamine B e C e per  le proprietà cicatrizzanti sull’apparato digestivo.

La carota è utile all’insufficienza epatica, rende fluida la bile, aumenta  la secrezione lattea, rinforza la pelle, fino a rallentare la formazione delle rughe ed è soprattutto un forte basicizzante del sangue, che tende  ad acidificarsi con l’età.

In questo senso, un’azione importante sul sangue è data anche dal limone, di cui consigliamo uno al giorno e meglio se centrifugato con la buccia, ma è indispensabile che sia biologico altrimenti la buccia è tossica, intrisa com’è di antifungini.

La vitamina A incrementa fortemente la produzione di materiale  genetico (soprattutto RNA), che il corpo utilizza come un ”pre lavorato” per riprodurre il proprio.

Altre fonti importanti di RNA sono le alici e l’alga clorella. Circa il 9o% della vitamina A contenuta nell’organismo è immagazzinata nel fegato, ma è necessaria una adeguata assunzione di zinco per permetterne l’utilizzo, zinco che è fondamentale per l’ipofisi, la nostra ghiandola della giovinezza ed è coinvolto in più reazioni enzimatiche nel corpo di qualsiasi  altro elemento chimico.

Di zinco sono ricchissime le ostriche… ma si trova anche in comode ed economiche pastiglie in erboristeria.

Infine i frutti rossi sono i più ricchi di vitamina C che permette l’assorbimento di ferro contenuto nella frutta e verdura, favorisce la produzione di collagene che mantiene la pelle compatta e integri i vasi sanguigni, stimola le difese immunitarie e la cicatrizzazione delle ferite.

Walter Pansini

Prova anche

Crédit Agricole FriulAdria a Olio Capitale 2019

Crédit Agricole Friuladria, banca punto di riferimento per l’agroalimentare in Friuli Venezia Giulia e partner …