ascolta live streaming 
Home / News / Grande successo per gli App Days

Grande successo per gli App Days

Con un pubblico che si è distribuito in maniera massiccia senza soluzione di continuità durante tutte 3 le giornate, si è chiusa domenica 27 aprile con successo di visitatori alla Fiera di Pordenone la 49^ edizione di Fiera del Radioamatore, manifestazione dedicata all’elettronica e all’informatica. Anche con questa edizione Radioamatore di Pordenone si conferma il Salone leader in Italia nel suo settoree il secondo per importanza in Europa dopo l’International Exhibition for Radio Amateurs di Friedrichshafen in Germania.

Soddisfazione per gli espositori che confermano un positivo trend nelle vendite di materiale informatico, pezzi di ricambio e accessori per radioamatori, componenti di elettronica e attrezzature per il fai da te tecnologico. Ma il vero successo di questa edizione è sicuramente l’evento App Days che apre un nuovo filone per questa manifestazione alla soglia dei suoi 50 anni. In un ricchissimo programma composto da più di 70 iniziative tra talks, workshop, dimostrazioni, bootcamp, i visitatori hanno potuto scoprire tutti i segreti delle più comuni applicazioni mobile spiegati da specialisti provenienti da tutta Italia. Un evento che nasce proprio dalla passione: promotori degli App Days sono proprio i tanti frequentatori delle comunità on line dove si incontrano virtualmente e scambiano le proprie esperienze gli utilizzatori e sviluppatori delle piattaforme Google, WINDOWS, LINUX, APPLE IOS . Dal virtuale al reale: Fiera del Radioamatore è diventata il luogo fisico dove questi specialisti si sono incontrati e hanno potuto condividere le loro conoscenze ed esperienze con i tanti giovani e non che vivono la passione digitale. Lo scopo è quello di far incontrare domanda e offerta nel mondo del software e dare a tutti gli strumenti per iniziare a sviluppare un’applicazione trasformando magari un’idea che può migliorare la vita di tutti i giorni in un business. Il grande contenitore degli AppDays era composto dagli eventi: Mac Days, Fab&Makers Days, Linux Arena, Windows Space , Google Space, finalizzati ad insegnare o approfondire la conoscenza del linguaggio di programmazione Apple IOS, Windows Mobile, Android e Linux: un iniziativa che varca i confini delle rivalità commerciali e accomuna all’interno di un unico programma marchi come Apple, Windows, Google e Linux.

Non solo software a Fiera del Radioamatore: grande interesse si è creato attorno al mondo dei makers: moderni artigiani, inventori realizzatori di prototipi ad alto contenuto tecnologico che presto entreranno a far parte della nostra vita quotidiana. Gli oggetti realizzati da questi geni dell’elettronica spesso nel garage di casa sono stati al centro dell’attenzione dei visitatori di Fiera del Radioamatore: droni quadricotteri comandati dagli smartphone, ragni robot, giochi di luce programmati, stampanti 3d che costruisco oggetti progettati con software open source, robot veri e propri. Che nasca proprio così, dalle idee dei nuovi inventori fai da te, l’innovazione e lo sviluppo tecnologico nel futuro dell’umanità? La Regione Friuli Venezia Giulia ci crede e proprio per dare diffusione a queste idee e alle loro realizzazioni ha sostenuto per prima il Fab Camper della DITEDI, Distretto Tecnologie Digitali. Si tratta di una FabLab mobile, metà laboratorio digitale, metà officina creativa in cui protagonista indiscussa è la tecnologia digitale e le realizzazioni dei makers. Un progetto che porterà l’innovazione direttamente sul territorio e che ha scelto come prima tappa proprio la Fiera del Radioamatore di Pordenone. Spazio in Fiera anche alle ultime novità dell’hi-fi car &tuning nei padiglioni 7, 8 e 9 dove centinaia di auto allestite con i migliori impianti multimediali e le più stravaganti carrozzerie ed interni si sono sfidate a colpi di kit estetici e “watt” con soluzioni innovative nei Trofei“One Car”,“OneBass”, “OneTuning”. Erano presenti in fierai più importanti marchi (Sony, Pioneer tra gli altri) accanto agli allestitori più creativi e tecnologicamente preparati di tutto il Nordest: segno che il Salone pordenonese con questa edizione si presenta come leader italiano anche in questo settore. Si è concluso sempre domenica 27 aprile alle ore 18.00 anche il FROGBYTE LAN PARTY di Pordenone Fiere: una maratona di videogiochi all’interno di una grande area dedicata di 4.000 mq al padiglione 1 dove 200 ragazzi hanno giocato ininterrottamente 24 ore su 24 per 3 giorni ai videogiochi più noti.

Un altro salone dedicato agli hobby e alla passione si aprirà il prossimo weekend alla Fiera di Pordenone: Nordest Colleziona, sabato 2 e domenica 3 maggio con ingresso gratuito.

Prova anche

OrtoGiardino 2018: tutte le interviste

Ritorna con una nuovissima 39esima edizione Ortogiardino, il salone della floricoltura, orticoltura, vivaismo in programma alla …