fbpx

Cultura Spettacoli

I gala del TeatroVerdiTs

today16 Dicembre 2022

Sfondo
share close
AD

Saranno due i gala per le feste di Fine anno  del Teatro Verdi di Trieste.

Nel mezzo di una piccola tournée tra il Don Giovanni a Pordenone e il concerto a Gorizia del 27 dicembre,  il Verdi riapre le porte alla cittadinanza per i tradizionali concerti che accompagnano tradizionalmente le festività.  Il 23 dicembre il programma musicale  rappresenterà un’antologia storica che parte da Giovanni Gabrieli, cinquecentesco compositore originario della Carnia trasferitosi a Venezia dopo il percorso formativo a Monaco di Baviera, fino a Leocavallo.

A Capodanno, invece, protagonista sarà la festosa parata vocale che spazierà dal dalmata von Suppé a Puccini, tra operetta, opera e il musical evergreen di Frederick Loewe

Due serate sommamente melodiche e danzanti, solide di arie intramontabili e popolarissime da Verdi, Rossini, Puccini, Leoncavallo, Offenbach, Lehár, ma anche conteste di preziose rarità come l’aria di Gremin dall’Onegin di ?ajkovskij o gli estratti da Grieg, Rachmaninov e il Bizet de Les pêcheurs de perles, passando per il cinquecentesco madrigalista Giovanni Gabrieli o il novecentesco compositore e cantante messicano Augustin Lara.

Le due compagini vocali – nella formazione tradizionale del gala a quattro voci con soprano, mezzosoprano, tenore e basso – vedono nella migliore filosofia artistica del Verdi, molti giovani e freschi cantanti, garanzia di energia,  ed entusiasmo: Mariam Battistelli, bellissima ragazza etiope adottata a 8 anni a Mantova, vincitrice di numerosi e prestigiosi premi e per due anni parte dell’ensemble della Wiener Staatsoper, per il concerto di Capodanno; il soprano Claudia Mavilia, stella nascente ben nota in regione, per quello di Natale; il tenore palermitano ma con studi al Tartini di Trieste Andrea Schifaudo a Natale e il tenore Riccardo Della Sciucca, già al Maggio Musicale Fiorentino e a Salisburgo, per il 31 dicembre; il solido basso ucraino Viacheslav Strelkov sarà presente in entrambe le serate così come il mezzosoprano di indubbia esperienza Marina Comparato, scelta nel suo debutto da Claudio Abbado e da allora presenza costante sui migliori palchi internazionali ed italiani.

Il 23 dicembre sarà diretto da Jacopo Brusa, direttore di grande affidabilità su repertori molti ampi e vari, come richiesto dall’impaginato natalizio. Il concerto di Capodanno vedrà invece sul podio del Verdi Pietro Rizzo, una delle migliori bacchette del momento, dal Metropolitan di New York all’Opera di Monaco di Baviera o di Roma.

Anche per questi due appuntamenti speciali continua la filosofia di prezzi popolari del Verdi con biglietti a partire da 11 euro.

 

Scritto da: Monica Ferri

Rate it

Igor Damilano

Diretta Damilano

con Igor Damilano
0%