ascolta live streaming 
Home / News / Il benessere arriva dal sole

Il benessere arriva dal sole

Una delle dieci regole di Ascelpio, il dio della medicina greco (Esculapio per i Romani) dice: ”Il sole, l’acqua e la terra sono le grandi medicine per tutti i mali. Impara ad usarle”.

La vita è breve. Chi corre non fa che anticipare l’appuntamento con la morte.

Non trascurare il piccolo sintomo. Un sasso ti può far male ma la valanga finirà per travolgerti.

Vivi con la pace col mondo, se vuoi che tutti gli organi del tuo corpo funzionino in armonia con il tuo corpo.

Il sole, l’acqua e la terra sono le grandi medicine per tutti i mali. Impara ad usarle.

In effetti lo studio R.Altschul (”Ultraviolet Irradition and Cholesterol Metabolism” Seventh Annual Meeting of The American Society for the Study of Atherosclerosis,”  Circulation 8 (1953) dimostra che nel 97% di soggetti caratterizzati da problemi circolatori e di ipertensione, si raggiungeva una riduzione del 13% dei livelli di colesterolo nel sangue dopo due ore dalla prima esposizione, oltre a stimolare tutto il sistema endocrino.

Un altro del 2011 della Università di Graz afferma che la vittamina D prodotta dalla pelle esposta al sole, contribuisce a incrementare i livelli di progesterone ed estrogeni nelle donne rispetivamente del 13% e del 21%, mentre nell’uomo il tasso di testosterone segue la stessa variazione della vitamina D.

Per raggiungere una ‘carica’ completa basterebbe esporsi per 20 minuti se la pelle è abbastanza chiara ed in misura crescente se abbronzata.

E’ nota l’azione della vitamina D nel prevenire osteoporosi in menopausa e tumori.

Nei topi, la crescita del tumore è stata significativamente ridotta semplicemente fornendogli vitamina D e si tratta di una riduzione fino al 40%.

Secondo una ricerca svedese, del 2011, la vitamina D prodotta in quantità extra durante i mesi estivi accelera sensibilmente la capacità di neutalizzare le tossine, per non parlare dei grandi effetti su psoriasi e depressione.

Per mantenere una splendida pelle che l’altro resista bene al sole (anzi ai suoi UVA ed UVB), bisogna aiutarla assumendo pastiglie di bamboo (ricco di silicio) ed in genere frutta e verdura ”intensamente colorata, con la buccia (quindi meglio biologica), ma in particolare gialla, arancione, rossa o verde scuro, perchè ricca di betacarotene (precursore della vitamina A), nella misura di 15mg, contenute ad esempio in 200g di carote (anche cotte), sostenendo così anche gli occhi.

Il betacarotene è presente in concentrazione anche superiore nella bietola, spinaci e verza.

Infine potete assumere integratori di costo modesto che trovate in erboristeria, composti da questo ed elementi complementari, a cominciare da zinco, selenio e vitamina C.

Walter Pansini.

Prova anche

Nella Val Resia torna la Šmarna Miša

La Val Resia e i suoi abitanti sono ormai pronti alla festa religiosa più importante …