Home / News / Cultura Spettacoli / Il coraggio di Locke al Teatro Rossetti

Il coraggio di Locke al Teatro Rossetti

Intensa prova d’attore di Filippo Dini che interpreta e dirige “Locke” da Steven Knight: lo spettacolo è in scena al Politeama Rossetti dal 22 al 27 giugno ed è una coproduzione del teatro stabile del Friuli Venezia Giulia.

“Locke” è tratto dall’omonimo film di Steven Knight ed è un testo sull’assunzione di responsabilità e sull’estrema fragilità degli edifici morali sui quali costruiamo le nostre famiglie e le nostre sicurezze: un testo attuale e dal messaggio necessario, che ha conquistato Filippo Dini fin da quando ha assistito all celebre film con protagonista Tom Hardy.

Nei panni del protagonista Filippo Dini – che è anche il regista dello spettacolo  – uno degli artisti più interessanti e colti del panorama teatrale italiano, che al Rossetti è stato ammirato in successi come “Il discorso del re”, “Ivanov” di Cechov e in “Così è (se vi pare).  La storia è una di quelle apparentemente semplici: Ivan Locke è un uomo borghese, ben vestito, con un buon lavoro, un buon reddito e una bella famiglia. Esce dal cantiere che dirige, sovrintendendo la costruzione di un edificio di prestigio. È un uomo fidato, ha tutto sotto controllo, è “il più bravo capocantiere d’Inghilterra”. La giornata è finita, sale sulla sua bella macchina… per rientrare a casa dove lo aspettano due figli, una moglie, la partita alla tv, le birre e il barbecue. Di lui non si saprebbe molto altro, se non si ascoltassero le molte conversazioni telefoniche che intrattiene con diverse persone. Sono infatti le telefonate a raccontare la sua storia, le sue emozioni e i suoi pensieri.

In realtà “Locke” è un grande inno al coraggio, alla sua espressione più potente e più arcaica: il coraggio di abbandonare la propria vita, le proprie certezze, i successi personali, i propri affetti, per iniziare una nuova esistenza, misteriosa, ignota, forse terribile, ma espressione del proprio miglioramento personale. Ivan Locke compie il suo viaggio in nome della salvezza, sfida le leggi umane e divine, per poter riscattare l’umanità: è un eroe epico, riscritto nel mondo contemporaneo, e come tale, sacrifica tutto, rinuncia alla propria vita e si fa metafora della nostra salvezza.

Tutti noi viaggeremo con Ivan Locke, e all’arrivo troveremo una persona diversa, nella speranza che il cambiamento continuo che la vita ci prepara, non sia troppo doloroso, con il costante augurio di avere abbastanza forza, abbastanza ironia, per poterlo sopportare.

Stephen Knight ci dice: non avere paura, guida con determinazione verso il tuo domani, con coraggio, vai nel posto peggiore per te, se è quello che desideri, se è quello che devi; al tuo arrivo sarai una persona nuova, forse ti sarai procurato qualche ferita, forse ti sarai trovato costretto a ferire qualcuno durante il viaggio, ma di sicuro avrai rubato il tuo pezzo di cielo».

Il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia in collaborazione con TriesteCinema propone – mercoledì 23 giugno alle ore 17.30 al Cinema Giotto – una proiezione straordinaria del film “Locke” di Steven Knight con Tom Hardy: l’appuntamento inizierà con una conversazione di Filippo Dini protagonista e regista dello spettacolo teatrale, con Elisa Grando critica cinematografica del quotidiano Il Piccolo e collaboratrice di Rai FVG.

La proiezione e il dibattito sono ad ingresso gratuito, fino ad esaurimento dei posti disponibili. In accordo alle raccomandazioni per il contenimento dell’epidemia, si consiglia di ricorrere in via preferenziale alla prenotazione e all’acquisto dal sito www.ilrossetti.it.

La biglietteria del Politeama Rossetti è regolarmente aperta: da un’ora prima dell’inizio degli spettacoli, lavora esclusivamente per le operazioni legate agli spettacoli in partenza.

Per informazioni sulla disponibilità di posti e altre eventuali esigenze, invitiamo a contattare la biglietteria telefonicamente, al tel. 040.3593511.

Prova anche

A Trieste Viva “Il” Verdi

Una serata speciale per omaggiare Giuseppe Verdi, con interpreti di successo a livello internazionale va …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × quattro =