ascolta live streaming 
Home / News / Cultura Spettacoli / Il fascino in danza di Roberto Bolle

Il fascino in danza di Roberto Bolle

Si è portato con sé, questa volta, i migliori ballerini e solisti del Teatro La Scala di Milano. Al Politeama Rossetti il carismatico ballerino italiano acclamato in tutto il mondo, Roberto Bolle, classe 1975, incanta ancora una volta a tre anni di distanza il pubblico dello Stabile. Questa volta lo fa con la prima italiana di “The Seasons”,  una nuova produzione, finora allestita soltanto per l’apertura dei lavori del World Economic Forum di Davos (gennaio 2018). Ricche le coreografie ideate da Massimiliano Volpini, che collabora con Bolle dal 2001 – creando appositamente per lui molti lavori per teatro e televisione – dal naturalizzato americano Edwaard Liang, vincitore di molti premi per le sue creazioni, su un incredibile meedley delle “Stagioni”  di Antonio Vivaldi mixate con le note graffianti  delle musiche di Astor Piazzolla.

Applauditissimi anche i  nove compagni di viaggio che il  ballerino piemontese ha voluto con sé questa volta, tutte star della Scala e vincitori di innumerevoli premi in concorsi internazionali di danza. Oltre la biondissima Virna Toppi, che ha dato vita a un passo a due mozzafiato con lo stesso Bolle, si sono esibiti impeccabilmente Martina Arduino, Caterina Bianchi,Claudio Coviello, Nicola Del Freo, Agnese Di Clemente, Christian Fagetti, Gioacchino Starace, Vittoria Valerio. Abile ambasciatore della danza, oltre che interprete perfetto, Bolle ha riservato l’apertura della serata alla  tradizionale e collaudata formula del Gala “Roberto Bolle and Friends” lasciando generosamente il palcoscenico ai suoi amici, appunto, per una serie di passi a due e assoli tratti dal repertorio classico e contemporaneo, su musiche di Pachelbel, Handel, Helsted, Paulli, Vivaldi. Per lui si riserva il cameo creato da Russel Maliphant sull’assolo “Two” di Cawton, in chiusura della prima parte, dove la danza gioca sapientemente con la luce ideata dal light designer Michael Hulls.  Un momento di  grande effetto, alta creatività coreografica ed eleganza  perfettamente fuse insieme. Due ore di spettacolo dove la perfezione dei movimenti e della tecnica si sposa all’inventiva coreografica per regalare una grande celebrazione della danza.

Si replica giovedì 25 aprile alle 18.00.

Prova anche

Cantine Aperte 2019

Manca poco alla 27esima edizione di Cantine Aperte, l’appuntamento preferito di tutti gli eno-appassionati, che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 2 =