ascolta live streaming 
Home / News / Cultura Spettacoli / Il principe Igor in arrivo al TeatroVerdiTs

Il principe Igor in arrivo al TeatroVerdiTs

“Il principe Igor’, l’unica opera di Aleksandr Porfir’evic Borodin – incompiuta alla morte improvvisa dell’autore e poi completata e rivista da Nikolaj Rimskij-Korsakov e Aleksandr Glazunov – andrà in scena dopo trentasei anni sul palcoscenico del Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste dall’8 al 16 febbraio. Arriva dopo trentasei anni nella  produzione dell’Odessa National Academic Theater of Opera and Ballet, teatro che dal 1887 regala produzioni importanti e di altissimo livello.  È un un’opera altamente coreografica, che raggiunge il massimo della spettacolarità nel pezzo più noto, riproposto spesso anche in concerto, “ le Danze polovesiane” alla fine del secondo atto. L’allestimento, del 2011, prevede la versione senza la partitura aggiunta successivamente da Borodin. Due dunque gli atti che vedremo in scena a Trieste per raccontare una epopea russa e ispirata al poema epico Canto della schiera di Igor. L’opera narra,infatti, la campagna fallita del principe Igor Svjatoslavic di Novgorod-Severskij nell’antica Rus di Kiev contro gli invasori Poloviciani nel 1185.

L’Orchestra e il Coro della Fondazione, insieme al Coro e al Corpo di Ballo del teatro ucraino, saranno diretti dal Maestro Concertatore e Direttore Igor Chernetski. Già Direttore dell’Odessa Academic Ukrainian Musical and Drama Theater “Vasyl Vasilko” e dell’Odessa Academic Theater of Musical Comedy “Mikhail Vodyan”, dal 1997 è professore associato del Dipartimento d’Opera dell’Odessa National Music Academy “Antonina Nezhdanova” e nel corso della sua carriera ha diretto nel suo paese molte orchestre da camera e sinfoniche in un ampio repertorio di titoli d’opera e balletto, oltre che di concerti sinfonici. Ha diretto in Grecia, Germania, Spagna, Belgio, Finlandia e Olanda distingue dosi in numerodi Festival e manifestazioni internazionali. Direttore del Balletto Yury Vasyuchenko, Maestro del Coro Francesca Tosi. La regia è firmata da Stanislav Gaudasinsky, le scene sono di Tatiana Astafieva, le luci di Vyacheslav Usherenko. Si preannuncia, dunque,  uno spettacolo molto ricco, che prevede in scena il balletto e un coro imponente, fonte di soddisfazione per la Fondazione del teatro Verdi. Continua così l’ impegno del Teatro in diversi e importanti progetti d’internazionalizzazione. La collaborazione, poi, con il prestigioso teatro di Odessa valorizza il ruolo storico del  Verdi  quale ponte culturale verso l’Europa orientale.

Prova anche

An Evening with Manuel Agnelli al teatro Rossetti

Un progetto in totale libertà e con il quale suonare solo per il gusto di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici − otto =