Home / News / Cultura Spettacoli / Il TeatroVerdiTs ricomincia dalla Traviata

Il TeatroVerdiTs ricomincia dalla Traviata

Il Teatro Verdi di Trieste torna a proporre le opere con il pubblico in presenza, dopo il lungo stop dovuto alle limitazioni dettate dal Covid-19.

Si ricomincia con La Traviata, di Giuseppe Verdi, in scena dal 25 giugno, melodramma in tre atti su libretto di Francesco Maria Piave dal dramma La Dame aux camélias di Alexandre Dumas figlio.

Maestro Concertatore e Direttore Michelangelo Mazza, Regia di Mariano Bauduin, Maestro del Coro Francesca Tosi. Allestimento, Coro, Orchestra e Tecnici della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste.

La Traviata apre ufficialmente l’attività artistica 2021-2022 del teatro, dopo lo Stabat Mater lo scorso 12 giugno, il concerto speciale, dedicato alle vittime della pandemia, su invito, riservato a chi ha lavorato in prima fila durante l’emergenza sanitaria. Il teatro durante tutto l’anno ha proposto spettacoli a porte chiuse, trasmessi sull’emittente Telequattro.

Con La Traviata il Verdi ritrova finalmente il suo pubblico.

 Il cast: Violetta Valéry sarà Ruth Iniesta (25, 27, 29/VI) e Nina Muho (26/VI e 2, 3/VII), Alfred Germont sarà Marcio Ciaponi (25, 27, 29/VI e 2/VII) e Zi Zhao Guo (26/VI e 3/VII), Giorgio Germont sarà Angelo Veccia (25, 27, 29/VI e 2/VII) ed Ernesto Petti (26/VI e 3/VII).

E poi in scena Rinako Hara (Flora Bervoix), Elisa Verzier (Annina), Motoharu Takei (Gastone), Andrea Binetti (Barone Douphol), Giovanni Palumbo (Marchese D’Obigny), Hektor Leka (Dottor Grenvil), Dax Velenich (25, 27, 29/VI e 2/VII) e Francesco Paccorini  (26/VI e 3/VII) (Giuseppe), Damiano Locatelli (Un domestico di Flora), Giuliano Pelizon (Un Commissionario). Con i ballerini solisti Guillermo Alan Berzins e Marijana Tanaskovi?.

 Il Verdi e La Traviata: una lunga storia lega l’opera al teatro, in scena 32 volte, in forma integrale, per complessive 224 rappresentazioni. La prima nel 1856, l’ultima nel 2018 (elenco storico completo in allegato).

La Traviata andrà in scena venerdì 25 e sabato 26 giugno alle 19.30, domenica 27 giugno alle 20, martedì 29 giugno alle 19.30. E poi venerdì 2 e sabato 3 luglio alle 19.30.

 Platea ridisegnata: ridefiniti i posti nei mesi scorsi, a beneficio di un maggiore distanziamento, e con il ripristino dello storico corridoio centrale che riporta il teatro alle sue origini. La nuova disposizione garantisce una seduta più comoda al pubblico e soprattutto consente di garantire le misure di sicurezza in vigore. In questo modo è stato possibile anche creare due posti per disabili, in carrozzina, per i quali finora l’accesso della platea non era possibile.

 Misure di sicurezza: la capienza massima è fissata in 500 spettatori. Obbligo per tutti di indossare la mascherina ffp2 o ffp3. All’ingresso è prevista la misurazione della temperatura.

 Biglietti: La biglietteria è aperta da martedì a sabato con orario continuato 9:00 – 16:00. Domenica 9:00-13:30. Lunedì e festivi chiuso. A disposizione anche l’email [email protected]

 

Prova anche

Concerto di Fine Anno con il TeatroVerdiTs

Brani sinfonici e lirici, briosi e delicati, saranno i protagonisti del programma che la Fondazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × quattro =