ascolta live streaming 
Home / News / Musica / Il Verdi celebra l'operetta con "Il paese del sorriso" di Lehár

Il Verdi celebra l'operetta con "Il paese del sorriso" di Lehár

TRIESTE. Torna sul palcoscenico del Teatro Verdi la storia d’amore, incompiuto e ovviamente osteggiato, del principe cinese Sou Ciong per la viennese Lisa, i momenti ameni e scherzosi che caratterizzano i diversi personaggi e la nostalgia per la patria natia.
Questi gli ingredienti salienti de ” Il Paese del sorriso” di Franz Lehár, in scena dal 17 giugno prossimo, con cui la Fondazione lirica intende celebrare l’operetta in quello che fu il tempio di tale genere fino a pochi anni fa. E sicuramente, tra le tante possibilitá nella scelta dei titoli, questo capolavoro di Lehár è indimenticabile anche perché contiene una delle piú celebri arie della storia del genere, “Tu che m’hai preso il cuor?”, un’aria che ha contribuito di per sé a conservare nel tempo la fama dell’operetta ben oltre il limite della sua effettiva vitalità.
L’operetta, composta su libretto di Ludwig Herzer e Fritz Löhner ,appartiene al periodo della maturità musicale del celebre compositore.
L’operetta sarà proposta dal “Verdi” di Trieste nella originale messa in scena, di proprietà della Fondazione, firmata dal regista Damiano Michieletto, uno dei registi teatrali più amati dal mondo della lirica e dai grandi teatri europei. Con questa produzione si cimentò per la prima volta nella lirica leggera insieme allo scenogafo Paolo Fantin. La sua regia è ripresa da Eleonora Gravagnola.
Sul podio il direttore Antonino Fogliani. Il soprano russo Ekaterina Bakanova è tra gli interpreti principali assieme ad Alessandro Scotto di Luzio. Orchestra e Coro del Teatro Verdi di Trieste.
Si replica sino al 28 giugno 2014.

m.f.

Prova anche

15esima Mujalonga sul Mar

Inizia il conto alla rovescia per la 15esima edizione della Mujalonga sul Mar, una tre giorni …