fbpx

News

Inaugurato il 99° anno accademico dell’Università di Trieste

today1 Febbraio 2023

Sfondo
share close
AD

Maggiore sostegno al sistema universitario e attenzione ai rischi legati al calo demografico i temi portati da Roberto Di Lenarda, Rettore dell’Università degli Studi di Trieste, al Ministro Anna Maria Bernini presente in collegamento all’inaugurazione del 99° anno accademico dell’ateneo giuliano. Il sistema universitario, se adeguatamente supportato, è capace di offrire alle nuove generazioni gli strumenti necessari per capire, confrontarsi e arginare le criticità che caratterizzano la fase storica che stiamo vivendo. Ospiti ai nostri microfoni per un approfondimento il Rettore Roberto di Lenarda e l’Assessore regionale al lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia Alessia Rosolen:

“Il riassetto post pandemico e la folle guerra all’Ucraina, con la conseguente crisi sociale, energetica ed economica, ha messo anche il nostro ateneo a dura prova. Grazie a maggiori finanziamenti ci sono segnali di ripresa ma non è ancora abbastanza. La prossima grande sfida nel medio-lungo periodo è il drammatico calo demografico: nel 2042, quando si iscriveranno i nati quest’anno, i diciannovenni italiani saranno poco più di 400mila, il 30% in meno rispetto ad oggi”, ha aggiunto Di Lenarda.

La sfida sarà riuscire a coinvolgerli nei percorsi universitari con politiche efficaci dirette soprattutto alle famiglie con basso reddito, anche per arginare i maggiori tassi di abbandono che si registrano in questa fascia. Una tendenza, quella della diminuzione delle immatricolazioni, che al momento non tocca UniTS visto l’aumento registrato quest’anno superiore del 15% rispetto al pre – pandemia (più del doppio della media nazionale), rafforzato anche dalla capacità di attrazione di studenti da altre regioni e dall’estero.

“Siamo in fiduciosa attesa dell’esito del bando MUR Edilizia che, tra fondi propri e cofinanziamento, potrebbe valere per l’Università di Trieste quasi 50 milioni di Euro. Uno stanziamento che consentirebbe l’ammodernamento e l’ampliamento del nostro patrimonio immobiliare che, se da un lato testimonia la nostra storia quasi centenaria, dall’altro necessita di un adeguamento capace di sostenere i grandi progetti che abbiamo in programma”, ha sottolineato il Rettore.

GLI OBIETTIVI
Sono tre, inoltre, le progettualità a medio termine su cui UniTS si sta focalizzando. In primo luogo l’accelerazione delle procedure per l’avvio della ristrutturazione dell’edificio “Gregoretti 2” e il conseguente trasferimento della Scuola Superiore di Lingue moderne per interpreti e traduttori di UniTS.
La seconda linea riguarda la rinascita del Porto Vecchio di Trieste, in cui l’ateneo ha la ferma intenzione di investire ristrutturando il vecchio Magazzino 18 o 19 per insediarvi attività didattiche e di ricerca. Una scelta che consentirebbe di riqualificare l’area portando nuova linfa ad un sito estremamente interessante dal punto di vista urbanistico e storico.
Terzo filone d’interesse per il prossimo futuro di UniTS è la costruzione di una palazzina adiacente al comprensorio ospedaliero di Cattinara per trasferirvi, a regime, tutte le attività didattiche e di ricerca del Dipartimento di Scienze mediche, chirurgiche e della salute. Si creerebbe in questo modo un Polo dove assistenza ai pazienti, ricerca e didattica potrebbero lavorare in sinergia offrendo un servizio pari a quello dei grandi centri di eccellenza italiani e internazionali.

Hanno partecipato alla cerimonia di inaugurazione, oltre al Ministro dell’Università e della Ricerca Anna Maria Bernini in collegamento in diretta, anche il Sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, l’Assessore regionale al lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia Alessia Rosolen, il Presidente del Consiglio degli Studenti Massimo Miliani e il Rappresentante del Personale tecnico-amministrativo Michele Tritta.
La Prolusione è stata affidata a Marina Bortul, Professore associato di Chirurgia generale del Dipartimento Universitario Clinico di Scienze mediche, chirurgiche e della salute sul tema “GREEN SURGERY: per un contributo alla sostenibilità”. Al termine della cerimonia si è svolta la Premiazione delle migliori matricole iscritte all’Anno Accademico 2021-2022.

Scritto da: Maria

Rate it

0%