ascolta live streaming 
Home / News / Cultura Spettacoli / Una irriverente “Notte di follia”

Una irriverente “Notte di follia”

Sono protagonisti di una ironica e irriverente commedia cult francese, Anna Galiena e Corrado Tedeschi. I due noti attori sono impegnati in “Notte di follia” in scena sino al 14 marzo al Teatro Bobbio a Trieste.
Nuova produzione  de I Due della Città del Sole / La Contrada – Teatro Stabile di Trieste, “Nuit d’ivresse”, titolo originario francese, è l’adattamento teatrale dell’omonimo libro scritto da Josiane Balasko, attrice e autrice francese, ma di orgine jugoslava, fra le più acclamate del panorama contemporaneo e che nell’86 ha interpreto la parte della protagonista femminile nell’omonimo film.
Dotata di forte talento comico la Balansko è una che ha ricevuto numerosi riconoscimenti,  tra cui il Premio César per la migliore sceneggiatura per il film “Peccato che sia femmina” (Gazon maudit).
E anche quesro testo ben riflette l’ironica personalità artistica, della Balasko, capace di descrivere e giocare, senza pudore, con temi di attualità. La storia è di quelle semplici: un incontro inatteso al bar di una stazione, un uomo di successo, brillo, sotto gli occhi di un barista irriverente, importuna una cliente, che non si lascia mettere i piedi in testa e gli risponde per le rime. Ma il confronto tra i tre diventa occasione per indagare temi come la solitudine e il senso di colpa che contamina le vite al di là delle differenze sociali, fino a far emergere il vero malessere e i fantasmi che uniscono due singolari anime, sotto le apparenze cosi diverse. Il passato dei personaggi si rivela a poco a poco, facendo affiorare alla luce i loro segreti  e cambiando forse per sempre le loro esistenze. Senza appesantire la commedia tratta gli stereotipi delle diversità fra uomo e donna, fra cultura e analfabetismo, fino a spigersi nell’unire, a poco a poco, gli opposti apparentemente inconciliabili.
Diretti da Antonio Zavatteri, perfettamente calati nella parte Anna Galiena – che ha collaborato con Antonio Zavatteri per la revisione del testo – è una anti-sexy Simone che tiene testa a Corrado Tedeschi, lo spocchioso Jacques. Li affianca in scena il bravo Roberto Serpi che contribuisce a dar ritmo con la sua interpretazione alla storia. Una storia che con toni lievi mette in scena l’umanità vista con ironia.

Prova anche

Tanta voglia di musica con i Postmodern Juxebox

Approdano al Teatro Rossetti e lo riempono di energia, i  dieci   talenti musicali  che compongono …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici − 4 =