Home / News / La Clorofilla
La rubrica del nostro esperto erborista Walter Pansini

La Clorofilla

Pochi sanno che la clorofilla è un forte tonico.
Non solo può sostituire il caffè, ma soprattutto dà veloce energia agli sportivi che vogliono superare i loro limiti, come a persone che devono superare una grande stanchezza.
Nei casi di bisogno importante non bastano “gli spinaci” e si utilizzano degli estratti che la concentrano adeguatamente. In tale forma è un potente rigeneratore, in quanto migliora velocemente l’utilizzo dell’ossigeno.
La sua molecola è identica all’emoglobina (che trasporta l’ossigeno), con un unica differenza: un atomo di magnesio invece che di ferro.
Esperienza e studi dimostrano che ci fa reagire ai primi sintomi di raffreddamento e influenza, migliora l’asma, problemi cardiaci, depressione (per il suo effetto tonico), colite, carenze di ferro, convalescenze, sinusiti, epatiti, regolarizza le menstruazioni e rallenta l’invecchiamento.
Nello sport protegge i muscoli, accelera il recupero; aumenta del 20% il consumo di ossigeno e quindi la forza e resistenza, come anche la produzione degli ormoni coinvolti nella crescita della massa muscolare.
Se la clorofilla è liquida ed al 14%, presa a stomaco vuoto produce l’effetto tra in decine di minuti, e dura quasi tutta la giornata, tanto da poter sostituire un caffè (o due), allo stesso prezzo.
Scrive l’importante medico giapponese Yoshihide Hagiwara, che studi militari del 1959 negli Stati Uniti hanno dimostrato come alte dosi di clorofilla siano in grado di ridurre di molto gli effetti delle radiazioni.
In comercio ci sono i preparati sia in compresse  che in liquidi. Quest’ultima è la forma migliore, che può raggiungere una concentrazione del 14%, mentre negli ortaggi si aggira attorno all’1%, fino al massimo del 4% nell’alga clorella.
Se ottenuta con estrazione magnesiaca è anche dolce. Bisogna solo avere l’accortezza di non assumerlo assieme a fluidificanti del sangue, neanche nel tardo pomeriggio per non disturbare il sonno.

Walter Pansini