fbpx

News

La raccolta differenziata nei supermercati triestini

today21 Novembre 2023

Sfondo
share close
AD

Presentato il progetto congiunto tra il Comune di Trieste e AcegasApsAmga

Una buona raccolta differenziata inizia dalla spesa non solo per i cittadini, ma anche per i supermercati. È su questo assunto che si basa il progetto di Comune e AcegasApsAmga per assistere nella realizzazione della raccolta differenziata i negozi delle grandi catene di distribuzione della città. L’obiettivo è quello di migliorare la qualità, ma anche la quantità della raccolta di Trieste. Ad oggi hanno già aderito 6 grandi catene di supermercati, Aldi, Coop, Despar, Eurospesa, In’s e PAM, per un totale di 46 punti vendita, i cui store manager sono già stati coinvolti in corsi di formazione dedicata a cura di AcegasApsAmga.

 

Qui un approfondimento con l’assessore alle Politiche del territorio Michele Babuder e il Direttore dei servizi ambientali AcegasApsAmga, Massimo Buiatti:

Il progetto nel dettaglio

La formazione non è l’unica attività offerta dal progetto, anche se si tratta di un primo aspetto fondamentale, perché permette allo staff del negozio di approfondire il tema della raccolta differenziata, evitando errori di conferimento.

 

AcegasApsAmga, nell’ambito dell’iniziativa, ha inoltre effettuato sopralluoghi presso tutti i supermercati aderenti, valutando con i referenti dei negozi le specifiche necessità e le soluzioni più adatte per facilitare la raccolta differenziata in base agli spazi disponibili. Sono stati ad esempio forniti contenitori dedicati, con chiave, nei casi in cui il negozio non fosse dotato di uno spazio chiuso in cui conservarli.

 

Nei prossimi giorni AcegasApsAmga inoltre attiverà un servizio sperimentale dedicato alla raccolta del rifiuto organico presso tutte le sedi dei supermercati aderenti al progetto: l’intento è quello di verificare la quantità e la qualità dell’umido prodotto, valutando la possibilità di rendere tale servizio permanente. Sono infatti già molti i supermercati che collaborano con associazioni non a scopo di lucro per progetti contro lo spreco alimentare. Il servizio sperimentale di AcegasApsAmga punta quindi alla raccolta solo del rifiuto umido residuo, condividendo l’impegno a non sprecare mai il cibo.

 

La possibilità di aderire anche ad altre catene rimane sempre aperta, scrivendo a [email protected].

Scritto da: Maria

Rate it

Vintage

con Paul Dj
0%