fbpx

Cultura Spettacoli

La Vedova allegra al teatro Verdi di Trieste

today31 Maggio 2023

Sfondo
share close
AD

Sarà La Vedova Allegra di Franz Lehar, in forma di concerto,  ad aprire sabato il 3 giugno al Teatro Verdi di Trieste  la rassegna estiva di tre operette in collaborazione con l’Associazione Internazionale dell’Operetta FVG. Grazie anche alla sinergia con il Comune di Trieste torna in città, dopo anni, un vero cartellone dedicato a un genere che è stato per almeno un secolo cifra stilistica del capoluogo giuliano.

Si parte dunque con una rivisitazione storica del debutto al Teatro Filodrammatico di Trieste, nel febbraio 1907, della più famosa operetta di Franz Lehár nell’edizione musicale di Suvini Zerboni (Sugar Music).

Lo spettacolo sarà recitato e teatralizzato da  Andrea Binetti, che ne cura la regia, attore e cantante triestino – da sempre cuore pulsante dell’Associazione Internazionale dell’Operetta FVG – nome spesso in cartellone al Verdi per le fortunate opere mignon al Ridotto Victor de Sabata. Sul podio del Coro ed Orchestra del Verdi il giuliano Romolo Gessi, bacchetta di riferimento in Friuli, Veneto, ma anche a Salisburgo dove è Direttore Principale Ospite di Orchestra Pro Musica. Il cast unisce correttamente cantattori di grande esperienza sui palchi che ancora coltivano il genere nella sua declinazione più tradizionalmente italiana, tra cabaret ed avanspettacolo, a voci prettamente educate all’opera, come il giovane tenore spagnolo Gillen Munguía, con alle spalle già alcuni importanti debutti come La Scala; ma anche la solidissima Daniela Mazzucato, star di importantissimi allestimenti accademici d’operetta al San Carlo, Fenice di Venezia, Bologna solo per citarne alcuni, che interpreterà il ruolo meta-teatrale di Mila Theren, diva assoluta dell’età d’oro dell’Operetta tra fine ‘800 e primi del Novecento. La coreografa triestina Noemi Gaggi completerà l’allestimento.

 Il Teatro Verdi di Trieste si conferma con questa operazione  motore della cultura musicale friulana assieme all’Associazione Internazionale dell’Operetta FVG

L’iniziativa del Comune di Trieste che promuove, attraverso una sinergia filologicamente corretta tra l’anima più accademica dell’operetta e quella più legata alla sua anima nazionalpopolare, un ritorno del genere in una delle sue capitali più simboliche a livello internazionale.

Biglietto unico 20 euro mentre è già aperta la prevendita di Il paese dei Campanelli e Orfeo all’Inferno.

http://www.teatroverdi-trieste.com

Scritto da: Monica Ferri

Rate it

Punto Zero Caffè

Con Barbara Pernar
0%