ascolta live streaming 
Home / News / L'esperto erborista: L'anima delle piante

L'esperto erborista: L'anima delle piante

Alcune persone hanno la casa traboccante di piante in perfetta salute, tanto da venire considerati “quelli dal pollice verde”, con tutta l’invidia possibile di chi ci mette l’anima, ma invano… infatti la questione è proprio l’anima. Un trucco vecchio come il mondo è quello di parlargli ma con il cuore, con affetto, perché le piante sentono e nel rapporto con noi si nutrono principalmente di questo, proprio come gli uomini e gli animali.

Le prime dimostrazioni scientifiche sulla loro sensibilità risalgono al 1966, quando Cleve Backster, esperto della CIA applica la macchina della verità ad una pianta, verificando che dandole acqua lei prova un’emozione, ma la prova anche quando solo pensa di tagliarle una foglia, prima ancora di farlo.

Nel 1970 in Unione Sovietica la Pravda annuncia esperienze simili, ma i risultati più interessanti riguardano gli ortaggi molto grandi ottenuti con questi affettuosi pensieri.

Findhorn è una comunità spirituale in Scozia, celebre per le sue coltivazioni quasi sulla sabbia, che dagli anni ’70 danno ortaggi straordinari come cavoli di una ventina di chili.

Il massimo però lo ha ottenuto José Carmen Garcia Martinez, un contadino messicano della Valle di Santiago, quasi nel cuore del Messico, con risultati documentati negli anno ’70 dall’Università di Agronomia di Chapingo e università statunitensi.

Garcia è convinto di avere tali miracolosi successi grazie alla comunicazione che ha stabilito mentalmente con le piante, per cui è l’amore il segreto ed il miglior fertilizzante è conversare con loro, anche se non tutte le piante hanno compatibilità con tutti gli umani, come i gruppi sanguigni per noi.

Garcia ottiene così cavoli di 45 chili, foglie di bietola lunghe un metro e  mezzo, piante di mais con un’altezza di 5 metri, 150 tonnellate di cipolle  per ettaro invece delle 16… altro che OGM!

Dunque stiamo passando dalla pura materialità alla moderna fisica e medicina quantistica, dove il pensiero-emozione è uno dei fattori che determinano la realtà, anzi è forse il più importante.

Anche gli sciamani, ma anche i nostri “stregoni” di paese, prima della raccolta parlano con le piante medicinali chiedendo loro permesso e aiuto, perché producano le sostanze specifiche per la persona che stanno curando.

Prova anche

Corso di 1° livello per diventare Assaggiatore di Vino ONAV

Il corso è l’inizio di un viaggio per quanti vogliono avvicinarsi al meraviglioso ed intrigante …