ascolta live streaming 
Home / News / L’incanto vero di Finzi Pasca

L’incanto vero di Finzi Pasca

Elegante, incantato, poetico. “La verità”, ultima creazione di Davide Finzi Pasca – artista di caratura internazionale eclettico e pluripremiato, è un raffinato viaggio nel tempo, sospeso tra arte, acrobazie, giocoleria e comicità. In scena sino al 22 novembre al Teatro Rossetti di Trieste inaugura la stagione dei Musical ed Eventi del Politeama, ed è uno di quegli spettacoli, di grande forza visiva, pronto a raccontare solo l’essenziale (la verità?) dell’azione teatrale. Unisce giovani e adulti, nonni e bambini per ridere insieme spensieratamente, il che non è affatto poco in questi giorni di cronaca inquieta a dir poco. Sospeso fuori dalla storia, tra gli Anni 40 e i nostri, il racconto ideato dall’artista franco svizzero – ma sua è anche la regia, le coreografie e ha collaborato al design delle luci – ruota intorno al fondale originale dipinto da Salvador Dalí negli Anni Quaranta per New York, prima incredibilmente scomparso e poi misteriosamemte ritrovato, pochi anni fa, e ” consegnato” a Finzi Pasca perché ritornasse in scena.
Ne scaturisce uno spettacolo raffinato, scritto a quattro mani con la moglie Julie Hamelin Finzi, ricco di riferimenti e rimandi al surrealismo di Dalí, al mondo dell’arte, al simbolismo. Un susseguirsi di citazioni, sempre connotate dall’umorismo, e impreziosite dalle doti atletiche della Compagnia Finzi Pasca, per addentrarsi nel mondo sei sogni, dei ricordi, dell’impossibile. Poema acrobatico è la definizione che tra le tante coniate per l’occasione, meglio descrive la preziosità di questo spettacolo che trasfigura l’acrobazia, eleggendola a fatto teatrale, coniugandola alla raffinatezza dell’arte, mescolandola alla danza e alla musica (per altro suggestiva curata da Maria Bonzanigo). D’altraparte Finzi Pasca, che che ritorna a Trieste, dopo il successo di Rain del Circo Eloize nel 2009, ha collaborato con il Cirque du Soleil e ha firmato le cerimonie olimpioniche a Torino e a Sochi e ha guadagnato riconoscimento e premi.
Lo spettacolo, da non perdere, è reduce dall’applauditissima turneé nelle Americhe e in Europa.

Monica Ferri

Prova anche

La vera storia di un’impensabile liberazione

Una semplice panchina. Rossa. Come quelle dei giardinetti di San Giovanni. E’ questa l’ambientazione scelta per  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + 20 =