fbpx

News

Open Dialogues For Future, a Udine la due-giorni di incontri sui trend internazionali

today7 Febbraio 2023

Sfondo
share close
AD

Udine al centro del dibattito sui principali trend geopolitici e geoeconomici globali con Open Dialogues for Future, evento in programma giovedì 2 e venerdì 3 marzo. Una due-giorni di dibattiti e incontri con esperti, rappresentanti delle istituzioni e delle realtà produttive regionali e internazionali. Il direttore scientifico dell’iniziativa è il giornalista e saggista Federico Rampini, che coordinerà anche i lavori durante il forum, pronto a svilupparsi nella Sala Valduga della sede camerale di Udine e, per l’evento conclusivo del venerdì pomeriggio, nell’attigua Chiesa di San Francesco. Evento ideato dalla Camera di Commercio Pordenone-Udine, insieme a The European House – Ambrosetti. Qui un approfondimento con il Presidente della Camera di Commercio di Pordenone-Udine Giovanni Da Pozzo:

 

 

 

 

Le due giornate saranno suddivise in “contenitori tematici”. Saranno a ingresso libero su prenotazione, che potrà essere effettuata tramite modulo online dal sito www.opendialogues.eu, sito ufficiale della manifestazione, dove sarà disponibile il programma aggiornato in tempo reale e da dove si potranno anche vedere in streaming le dirette dei dibattiti e seguire le news. A moderare le sessioni, alternandosi con il direttore scientifico Rampini, ci sarà la giornalista di Will Media e Sky TG 24 Silvia Boccardi. Il primo giorno ci saranno quattro incontri, due al mattino e due al pomeriggio (orario 9-17.30). Il giorno successivo due sessioni al mattino e una al pomeriggio, più la conclusione (inizio sempre alle 9).

 

 

Il programma e gli ospiti

Giovedì 2 marzo
Si partirà subito con uno dei temi internazionali più caldi, ossia quello della guerra in Ucraina, tra conseguenze geopolitiche e nascita di un nuovo ordine mondiale. Tra i relatori ci saranno Arduino Paniccia (Presidente, ASCE Scuola di Competizione Economica Internazionale), Orietta Moscatelli (Caporedattore esteri di Askanews; analista di Limes), Gilles Gressani (Direttore, Le Grand Continent; SciencesPo) e, in videocollegamento, Andrei Kortunov (Direttore, Russian International Affairs Council). A seguire si parlerà del ruolo dell’Europa con Antonio Zanardi Landi (Ambasciatore dell’Ordine di Malta presso la Santa Sede; già Ambasciatore d’Italia in Russia), Paolo Petiziol (Presidente, Associazione Mitteleuropa) e Federico Rampini. Il primo pomeriggio i temi saranno più marcatamente economici.

 

 

Di reshoring, friend-shoring e prossime tendenze della globalizzazione dialogheranno, insieme a Rampini, Carlo Altomonte (Professore Associato di Economics, Università Bocconi) e Carmine Porello (Responsabile Delegazione di New York, Banca d’Italia). La prima giornata si chiuderà con l’incontro “Verso un capitalismo a “zero emissioni”: ripensare i modelli di sviluppo per un’economia sostenibile”. A discuterne saranno Silvia Merler (Direttrice ESG e Policy Research, Algebris Investments), Stefano Pontecorvo (Principal Expert, The European House-Ambrosetti; già Senior Civilian Representative della NATO in Afghanistan), Ana Nacvalovaite (Research Fellow presso il Kellogg College, Università di Oxford), Lorenzo Fioramonti (Direttore, Institute for Sustainability, Università del Surrey; già Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca).

 

 

Venerdì 3 marzo
La seconda giornata si aprirà con un confronto sul tema “Adattare i business al cambiamento tra innovazione, tecnologia e nuove competenze”, per riflettere su come rendere le attività industriali e commerciali più resilienti agli shock esogeni, come abbracciare l’innovazione e il digitale e investire in ricerca per far crescere il proprio business, nonché quali strategie adottare per colmare il mismatch tra le competenze richieste dalle aziende e quelle offerte dal sistema formativo, valorizzando i giovani. Dialogheranno su questi temi, con Federico Rampini, David Gram (co-fondatore di Diplomatic Rebels; ex LEGO Ventures), Carl Benedikt Frey (Oxford Martin Citi Fellow e Direttore del programma Future of Work, Università di Oxford) e Paola Pisano (Docente di Gestione dell’Innovazione, Università di Torino; già Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione). Seconda parte della mattinata concentrata sui grandi temi economici del Friuli Venezia Giulia. I protagonisti saranno Gianpietro Benedetti (Presidente e AD, Danieli), Zeno D’Agostino (Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale), Paolo Fantoni (Presidente, Fantoni) e Riccardo Illy (Vicepresidente, illycaffè).

 

 

Per il pomeriggio, l’evento di chiusura della due-giorni si terrà nell’adiacente Chiesa di San Francesco. Il dibattito sarà su “Youth empowerment: il ruolo dei giovani nell’Italia di oggi e di domani”. Si parlerà di questione giovanile in Italia, dal quadro formativo-lavorativo (numero di laureati, NEET ecc.) a quello demografico, e di come rendere attrattivo un Paese e un territorio per i giovani. A parlarne saranno Luciano Monti (Fondazione Bruno Visentini; LUISS), Cecilia Sala (Giornalista, Il Foglio; vincitrice del premio “Penna d’Oro”), Francesca Bardelli Nonino (Responsabile comunicazione web, Nonino Distillatori) e Federica Tremolada (Managing Director Southern and Eastern Europe, Spotify). Le conclusioni della giornata e del forum saranno tracciate infine dal direttore scientifico Rampini assieme al presidente Da Pozzo.

Scritto da: Maria

Rate it

0%