ascolta live streaming 
Home / News / Partita la 20esima edizione di Friuli DOC

Partita la 20esima edizione di Friuli DOC

Complessivamente saranno oltre 100 gli stand inseriti nella mappa della XX edizione di Friuli Doc. Tra le novità di quest’anno c’è lo sbarco dell’Ersa in via Mercatovecchio dove, insieme con TurismoFVG, continuerà ad avere un ruolo centrale nella promozione dei prodotti tipici friulani. Sotto gli stand allestiti dall’Ente regionale per lo sviluppo agricolo i consorzi e le associazioni dell’agroalimentare regionale proporranno tutto il meglio del “Friulano&friends”.  Confartigianato, invece, oltre alla consueta presenza in via Vittorio Veneto, si trasferirà nella centralissima  piazza Matteotti.

Confermati anche quest’anno le “Tre Province…mille sapori” in piazza Garibaldi dove si potranno degustare le prelibatezze enogastronomiche della sagra delle patate di Godia, della cooperativa pescatori di Trieste, di Capriva del Friuli e le ghiottonerie di Pontebba. Altra novità le presenze in piazza XX Settembre di Attimis, Magnano in Riviera, Gemona, Savorgnano del Torre, Bagnaria Arsa, Trivignano e Basedo di Chions con le sfiziosità delle valli del Torre e non solo. Sempre in piazza XX Settembre confermata la presenza della Cucina Carducci e la sua cucina vegetariana e vegana.

In Largo Ospedale Vecchio troverà posto come sempre il Tarvisiano, così come in piazza Duomo, via Vittorio Veneto e via San Francesco restano confermati la Comunità montana della Carnia e le pro loco di Nimis e Faedis.

Piazza Venerio, altra novità dell’edizione numero 20, sarà completamente dedicata al pesce. Qui troveranno posto, oltre ai casolari e alle golosità del mare di Marano e le specialità di San Giorgio di Nogaro, anche i lamponi e i mirtilli di Avasinis. Nella vicina via Savorgnana la Camera di commercio proporrà, nella sede di Friuli Future Forum, moltissime iniziative tra tradizione e innovazione.

Per quanto riguarda ancora i tradizionali luoghi della kermesse, restano confermati il piazzale del Castello (dove troverà posto come sempre la comunità collinare e gli orti portatili “collaudati” e “certificati” dall’ufficio Agenda 21 del Comune in collaborazione con Coldiretti e l’istituto Gervasutta di Udine), via Cavour (dove ci saranno, tra gli altri, l’associazione produttori apistici, l’Ecomuseo delle acque, l’associazione per la valorizzazione dei prodotti caprini, il frantoio di Campeggio), piazzetta Belloni (con la sagra dell’oca di Morsano al Tagliamento), e piazza San Cristoforo (il frico di Carpacco). Frico protagonista anche in via Stringher con i formaggi di Coderno.

In via Stringher e in via Savorgnana troveranno posto le associazioni del territorio insieme con il Museo Archeologico Medievale di Attimis e il Museo del Cartoccio e del Vimine di Reana del Rojale. In piazzetta Marconi tornano invece i grandi vini autoctoni Fvg e gli stuzzichini proposti dai produttori di Buttrio. La loggia del Lionello sarà dedicata invece completamente al friulano con la presenza dell’Arlef, dell’ufficio Friulano del Comune di Udine e di Onde Furlane, impegnati a proporre un ricco programma di dirette, laboratori, giochi, letture e molto altro.

Molte altre vie, infine, saranno popolate dai tanti stand e dalle casette del Comune messe a disposizione delle associazioni del territorio per la promozione delle loro attività. Non mancheranno iniziative e appuntamenti culturali, con tante mostre aperte al pubblico.

Notizia tratta da: www.friuli-doc.it

Prova anche

Crédit Agricole FriulAdria a Olio Capitale 2019

Crédit Agricole Friuladria, banca punto di riferimento per l’agroalimentare in Friuli Venezia Giulia e partner …