fbpx

News

Piccolo Opera Festival, venti appuntamenti con la musica lirica e cameristica nei luoghi più suggestivi del territorio transfrontaliero

today20 Giugno 2024

Sfondo
share close
AD

Dal 21 giugno al 7 luglio torna il Piccolo Opera Festival, con un ricchissimo programma dedicato al tema, particolarmente evocativo, “Fantasia”: venti appuntamenti con la musica lirica e cameristica, nei luoghi più incantevoli e suggestivi dell’area transfrontaliera, tra Gorizia-Nova Gorica e Collio-Brda, all’interno di parchi, castelli, ville e altri siti storici di grande valore per il territorio. 


Ad approfondire il programma Mario Anzil, vice presidente regionale e assessore alla Cultura e Gabriele Ribis, direttore artistico del Festival:

Il tema

Il tema “Fantasia” evoca scenari incantati, storie immaginifiche, personaggi fantastici. Non a caso l’opera principale, prodotta da Piccolo Opera Festival, è Le Villi, opera d’esordio di Giacomo Puccini – di cui quest’anno ricorrono i cent’anni dalla morte -, che incarna perfettamente il leitmotiv di questa diciassettesima edizione. A ospitarla, in una doppia recita, prevista per domenica 30 giugno e martedì 2 luglio, alle 21.00, è il Teatro di Verzura del Castello di Spessa, location da sogno circondata dal verde delle colline, già caratteristico scenario delle ultime stagioni del Festival.

Il cast

Il cast vede tra i protagonisti nomi internazionali come Bingbing Wang (soprano), Hayk Vardanyan (tenore) e Andrea Borghini (baritono). In buca è la GO! Borderless Orchestra, che riunisce musicisti italiani e sloveni grazie alla collaborazione del Piccolo Opera Festival con alcune importanti realtà musicali del territorio transfrontaliero. A dirigerla è il Maestro Hirofumi Yoshida, graditissimo ritorno, che condurrà anche il GO! Borderless Choir, diretto dal Maestro Elia Macrì

 

La sezione operistica attende un ulteriore doppio appuntamento con Il giocatore, una spassosa farsetta in musica di fine Settecento, scritta dal compositore fiorentino Luigi Cherubini alla giovanissima età di quindici anni. L’evento è atteso lunedì 1 luglio, alle 21.00, alla Cjase Dal Plêf Antighe (Casa dell’antica pieve) di Cormòns e mercoledì 3 luglio, alle 21.00, al Castello di Dobrovo (Slovenia). L’operina mette in scena la vicenda amorosa di una coppia tormentata, interpretata da Virginia Cattinelli (mezzosoprano) e Dario Giorgelè (baritono). La direzione musicale è affidata al Maestro Eric Foster, giovane e virtuoso direttore proveniente dall’Accademia della Scala.

 

La sezione “Aspettando il Re – Weekend Borbone” è indubbiamente una cifra caratteristica del particolare percorso di ricerca che quest’anno il Festival dedica al rapporto tra Gorizia e Carlo X, in avvicinamento al grande allestimento de Il viaggio a Reims di Gioachino Rossini, che andrà in scena nel 2025 in occasione della Capitale Europea della Cultura Nova Gorica-Gorizia.

I concerti

Il primo concerto – dal titolo “Soirée royale” – si tiene sabato 22 giugno, alle 21.00, a Palazzo Coronini a Gorizia, luogo caro all’ultimo sovrano borbonico, che qui trascorse i suoi ultimi anni in esilio. Il programma musicale della serata alterna celebri arie d’opera francese a brani da camera tratti dai Pechés de Vieillesse (Peccati di vecchiaia) di Rossini. Seguono, domenica 23 giugno, Rossini Brunch. Per voci, chef e pianoforte” (alle 12.00 a Palazzo Strassoldo, Gorizia), un appuntamento che unisce musica e ricette della tradizione francese, ispirate al programma musicale e realizzate con estro e ricercatezza dalla Chef Chiara Canzoneri, con le materie prime del territorio regionale. E “La Petite Messe Solennelle”, uno dei massimi capolavori di musica sacra di Rossini: è attesa alle 20.30 al Convento della Castagnavizza di Nova Gorica in Slovenia, dove riposa la salma di Carlo X, insieme ad altri membri della famiglia dei Borbone. 

 

La collaborazione con la Chef Chiara Canzoneri rientra tra le novità di questa stagione: moltissimi eventi del Festival sono infatti accompagnati da un’esperienza culinaria a cura della rinomata professionista, che arricchirà i concerti con le sue proposte ispirate ai sapori del territorio.

 

Nuova è anche la sezione “Off”, che riunisce incontri, proiezioni ed esperienze pensate per un pubblico ampio e trasversale. Tra queste: “Colazione in musica” (venerdì 21 giugno, alle 08.30, al Castello di Spessa), il concerto mattutino che dà il via alla diciassettesima edizione del Festival; “Turandot Express” (lunedì 24 giugno, alle 18.30, a Palazzo Lantieri, Gorizia), uno spettacolo immaginato per un giovanissimo pubblico, che unisce opera e teatro di figura: co-prodotto dal Piccolo Opera Festival e dal CTA di Gorizia, si è assicurato la Call #3 dell’EFFEA Festival grazie alla regia di Filippo Rotondo; “Canti dalla casa dei viventi” (mercoledì 26 giugno, alle 20.30, nella Sala Civica di Cormons), uno spettacolo sul tema del confine, a firma di Angelo Floramo e Carlo Galante; la proiezione del film Fantasia di Walt Disney (sabato 6 luglio, alle 21.30, nella Corte Marco d’Aviano di Gradisca d’Isonzo).

 

Il Castello di Spessa è ancora una volta la location d’elezione del consueto appuntamento di chiusura del Festival: la serata di Gala che vede la consegna del prestigioso Premio Casanova, assegnato a personalità di spicco del mondo della cultura, dell’arte e dello spettacolo. Domenica 7 luglio, alle 21.00, il Piccolo Opera Festival saluta la stagione con Gala Puccini: un concerto sulle più celebri arie e i duetti più emozionanti tratti dalle opere del compositore lucchese. Una serata all’insegna della grande opera italiana – in collaborazione con la Scuola dell’Opera del Teatro Comunale di Bologna -, che unisce la passione musicale con stile, eleganza e raffinatezza, anche grazie alla collaborazione con Verona Accademia per l’Opera, che vestirà di magici costumi le tre artiste sul palcoscenico, Sara Cortolezzis (soprano), Hiroko Morita (soprano), Laura Stella (soprano). 

 

I restanti appuntamenti del Festival si susseguono lungo un calendario fittissimo di eventi, che riscopre i luoghi più significativi e incantevoli del Goriziano-Goriška e del Collio italiano e sloveno, dando voce a cantanti, musicisti e gruppi del territorio transfrontaliero, ma anche del panorama musicale nazionale e internazionale, come i giovani solisti dell’Accademia Chigiana di Siena, del Rossini Opera Festival e del Concorso Internazionale di Canto Cameristico “Seghizzi”; e come il Trio Bastet, il Gruppo vocale femminile “Lira” di Fiume, il Gruppo vocale maschile “IngeniuM” di Lubiana, l’ensemble di fiati Windkraft.

Info e dettagli

Il programma completo è consultabile sul sito www.piccolofestival.org

Scritto da: Maria

Rate it

0%