Cinema

Premio Darko Bratina. Omaggio a una visione 2017

today17 Ottobre 2017

Sfondo
share close
AD

Andrà al regista e docente Mario Brenta il “Premio Darko Bratina. Omaggio a una visione 2017”, giunto alla sua 18esima edizione. Il festival monografico curato dal Kinoatelje proporrà la sua produzione tra proiezioni, convegni e un masterclass che si terranno dal 24 al 30 novembre a Gorizia, Nova Gorica, Trieste, Isola, San Pietro al Natisone, Udine e Lubiana.

Mario Brenta è autore di tre significativi lungometraggi realizzati tra il 1974 e il 1994: “Vermisat”, “Maicol” e “Barnabò delle montagne” e, negli ultimi anni, di un gran numero di documentari d’osservazione. E’ stato collaboratore di Ermanno Olmi, con il quale ha fondato e animato la scuola Ipotesi Cinema, docente di Teorie e tecniche del linguaggio cinematografico e Iconologia del cinema all’Università di Padova. E’ attivo anche alla Scuola Gian Maria Volonté e all’Act Multimedia di Roma.

Nel’ quarantesimo del Kinoatelje, che va a coincidere con i 75 anni dalla nascita di Darko Bratina, il Kinoatelje ha ricercato un autore di cinema con il quale egli abbia avuto contatti e, presumibilmente, delle visioni confluenti. L’abbiamo trovato in Mario Brenta, come autore, come formatore e docente di grande sensibilità per l’individuo e la società.

L’evento prevede una prima parte, dalle 9 alle 13 nella sala della Torre della Fondazione Carigo (via Carducci, 2), in cui si alterneranno diversi relatori. Ci saranno personaggi politici (tra gli altri Tamara Blažina, Giorgio Brandolin, Francesco Russo, Miloš Budin) che si dedicheranno a La visione di Darko Bratina alla prova della politica contemporanea. Seguiranno gli interventi di sociologi e politologi (Bruno Tellia, Miran Komac, Daniele Ungaro, Milan Bufon, Maria Cristina Novelli Quadrifoglio, Davorin Devetak) per la sezione dal titolo Le tracce di Darko Bratina sul sentiero delle scienze sociali. Coordinerà la mattinata Cristiano Degano, presidente dell’Ordine dei Giornalisti FVG e trarrà le conclusioni Igor Devetak, giornalista del Primorski Dnevnik. Dopo un buffet alle ore 13 in Mediateca, ci si sposterà dalle 14 al Palazzo del cinema per la proiezione del film documentario “ET(h)NOS. Anche noi Tudi mi” di Boris Palcic (Kinoatelje, 2004, 38’). Introdurrà Majda Bratina, con ricordi e riflessioni. A seguire una parentesi con testimonianze di studenti, colleghi e amici, moderata da Aleš Doktori?, presidente del Kinoatelje.

Scritto da: Igor

Rate it

Articolo precedente

Cultura Spettacoli

Le avventure di Marco Paolini al Teatro Rossetti

Si apre con Marco Paolini, mercoledì 18 ottobre, la Stagione del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia. L'artista, uomo di teatro a tutto tondo, dal piglio intellettuale, sottile e scrupoloso, presenta al Rossetti di Trieste la versione compiuta di “Le avventure di Numero Primo”, nuovo spettacolo scritto dallo stesso Paolini assieme al sociologo Gianfranco Bettin. Questa volta l'attore veneto immagina le prospettive di un futuro prossimo spesso preoccupante e le […]

today16 Ottobre 2017

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

19 − 1 =


Punto Zero Caffè

con Barbara Pernar
0%