Home / News / Cultura Spettacoli / Presentata la stagione della Contrada: si riparte in sicurezza

Presentata la stagione della Contrada: si riparte in sicurezza

Con 12 titoli del nuovo cartellone e 5 produzioni firmate Contrada prende avvio il 1 ottobre la nuova  stagione teatrale del Teatro Bobbio “ A proposito di noi”. A fare da apripista della Stagione 2020/2021 sarà Ottantena, una nuova produzione della Contrada in dialetto triestino, unico nel suo genere, una  Stand Up Comedy Show per Signora e mascherina, scritto da Davide Calabrese, membro degli Oblivion, che ne cura anche la regia. Ariella Reggio – accompagnata da Anselmo Luisi nei panni di un bizzarro e stravagante musicista – trascinerà il pubblico all’interno del suo personalissimo Show.  Lo spettacolo andrà in scena tutti i giorni dal primo di ottobre al primo di novembre. Secondo appuntamento in stagione, dal 6 al 9 novembre, lo spettacolo Le Bal. L’Italia balla dal 1941 al 2001. Sedici inarrestabili attori/danzatori e la straordinaria forza comunicativa della musica, delle azioni, dei gesti e dei suoni racconta l’evoluzione del ballo sulle note delle canzoni che appartengono alla nostra memoria. Nato dalla mente di Jean-Claud Penchenat, interprete anche del film Ballando Ballando di Ettore Scola, Le Bal è un racconto senza parole, divertente, originalissimo ed esuberante. Primo appuntamento fuori abbonamento il 13 novembre, alle 20.30, con la compagnia del Teatro Blu. Ritorna Silvia Priori con il suo  percorso artistico dedicato alle grandi protagoniste femminili dell’opera lirica mondiale e con uno nuovo spettacolo ispirato alla Signora delle Camelie di Alexandre Dumas: Traviata. Scritto e diretto insieme a Roberto Gerbolès, Silvia Priori, attrice, regista e drammaturga porterà in scena con la soprano Anna Delfino l’intramontabile dramma d’amore fra Alfredo e Violetta Valéry. Per il terzo appuntamento in stagione arriverà poi una coppia che è sinonimo di assoluto divertimento: Paolo Triestino e Nicola Pistoia, registi e attori dello spettacolo Il Rompiballe di Francis Veber, esilarante storia di un killer, incaricato di uccidere uno scomodo testimone. Prodotto da Artisti Associati in collaborazione con Fiore e Germano lo spettacolo andrà in scena dal 20 al 25 novembre. Trama noir, invece, per il quarto spettacolo in cartellone, Il Giocattolaio, portato in scena dalla coppia (anche nella vita) formata da uno degli attori italiani più amati del momento, Francesco Montanari, e dalla nota conduttrice radiofonica Andrea Delogu. Dialoghi e ritmo incalzanti per questo testo di Gardner McKay che si avvale qui della regia di Enrico Zaccheo e prodotto da Savà Produzioni Creative e Zen Europe. In scena dal 4 al 6 dicembreNel 2021 la stagione ripartirà l’8 gennaio con uno dei titoli più rappresentati al mondo, Coppia aperta, quasi spalancata, il capolavoro di Dario Fo e Franca Rame, qui per la regia di Alessandro Tedeschi. In scena in questa produzione Pierfrancesco Pisani e Isabella Borettini per Infinito Teatro, in collaborazione con Argot Produzioni, ci saranno Chiara Francini, scrittrice, conduttrice e attrice (nel cast, fra gli altri, della serie tv Non dirlo al mio capo, campione di share da 3 milioni di spettatori a puntata nelle repliche di giugno 2020) e Alessandro Federico (molte le sue esperienze sia teatrali che cinematografiche tra cui spiccano “L’amore ritrovato” di Carlo Mazzacurati e “La Bella addormentata” di Marco Bellocchio). Un testo sui rapporti di coppia, sulla psicologia maschile e la relativa insofferenza al concetto di monogamia. Repliche fino al 13 gennaio. Il sesto titolo in cartellone è Figlie di Eva, di Michela Andreozzi-Vincenzo Alfieri e Grazia Giardiello, per la regia di Massimiliano Vado. Una storia alla “Streghe di Eastwick”, con Michela Andreozzi, Vittoria Belvedere, Maria Grazia Cucinotta e con Marco Zingaro. Repliche dal 15 al 18 gennaioDal 22 al 27 gennaio ritorna al Bobbio Enzo Decaro con una tragedia tutta da ridere, Non è vero ma ci credo, una produzione I Due della Città del Sole, per la regia di Leo Muscato, acclamato regista napoletano e con le scene di Luigi Ferrigno vincitore del premio “Maschere del teatro”. Dal 5 al 10 febbraio andrà in scena Era un fantasma, una commedia amara, nella tradizione italiana, di Arianna Mattioli, una coproduzione La Contrada e Savà Produzioni Creative in collaborazione con Todi Festival. Sul palco quattro nomi molto interessanti della scena teatrale e cinematografica: Matteo Branciamore (I Cesaroni), Ninni Bruschetta (Boris, Un posto al solo, Don Matteo, Distretto di Polizia ), Lodo Guenzi – diplomatosi all’accademia di Arte Drammatica Nico Pepe, voce e chitarra de Lo Stato Sociale e in questi giorni al Festival del Cinema di Venezia con il film d’esordio Est (Dittatura last minute) –  e il figlio d’arte Lorenzo Lavia, quest’ultimo anche regista dello spettacolo. Emilio Solfrizzi sarà il protagonista di un’altra produzione La Contrada, insieme a Compagnia Molière, in collaborazione con Teatro Quirino: Il Malato immaginario di Molière, con l’adattamento e la regia di Guglielmo Ferro, in scena a Trieste dal 19 al 24 febbraio.A seguire dal 5 al 7 marzo arriva sul palco del Bobbio Jolanda, La figlia del Corsaro Nero, una commedia con musiche di Giovanna Gra liberamente ispirato al romanzo di Emilio Salgari, per la regia di Giovanna Gra e Walter Mramor con Veronica Pivetti e con Yari Gugliucci. In questa produzione Artisti Associati lo spettacolo è assicurato: pieno di colpi di scena dove si duella, si ride, si canta e si balla sfrenatamente. Penultimo appuntamento ancora una produzione Contrada: Harold e Maude di Colin Higgins per la regia di Diana Höbel  con Ariella Reggio, Davide Rossi, Marzia Postogna e Enza De Rose in scena dal 9 al 14 aprile. Per concludere, l’ultimo spettacolo in cartellone dal 30 aprile al 5 maggio sarà l’attesa produzione Contrada, in collaborazione con Skyline, Montagne Russe, che all’inizio del 2020 in tournée ha riscosso un grande successo grazie a un’inedita coppia, l’istrionico Corrado Tedeschi per la prima volta affiancato dall’affascinante attrice e modella Martina Colombari, e un testo brillanteLa campagna abbonamenti della Stagione 2020/2021 della Contrada avrà inizio giovedì 3 settembre. Previsti  abbonamenti liberi e Carnet nominali con 12 spettacoli (rossi e blu) o 8 spettacoli (solo rossi).Riconfermate la “School Card” (per i ragazzi dagli 11 ai 19 anni) per 6 spettacolo a scelta. La “Young Card” (per i ragazzi dai 20 ai 30 anni) per 6 spettacoli a scelta libera fra i dodici titoli in abbonamento. Anche quest’anno i genitori che accompagneranno i ragazzi con la “School Card” potranno usufruire di un “Accompagnatori School Card” che sarà nominativo e valido per la stessa replica a cui assisteranno i giovani spettatori. Ritorna anche la proposta abbonamenti MINI (6 ingressi) percorsi paralleli di sei titoli l’uno (4 spettacoli rossi, 1 spettacolo blu e 1 titolo fuori abbonamento) ad un prezzo davvero vantaggioso; si ripropone inoltre l’abbonamento MINI Coop Alleanza 3.0, riservato ai soli soci Coop Alleanza 3.0, con un percorso di 6 spettacoli rossi a un prezzo specialissimo.

Prova anche

SHARPER 2021, ritorna la Notte dei Ricercatori a Trieste

È la settimana di SHARPER, la Notte dei Ricercatori a Trieste: venerdì 24 settembre in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette + 6 =