ascolta live streaming 
Home / News / Montagna / Puanina tour – un viaggio tra le malghe di Ugovizza
Web Hosting
Foto di: Max Maraldo

Puanina tour – un viaggio tra le malghe di Ugovizza

Un angolo lontano dai flussi turistici di massa. È il “Puanina” Tour, il nuovo trekking naturalistico realizzato dal Comune di Malborghetto – Valbruna che ha quale protagonista l’Alpe di Ugovizza. Inaugurato ufficialmente sabato 19 agosto, il “Puanina” Tour è la grande novità dell’estate 2017 targata Comune di Malborghetto – Valbruna. Un trekking naturalistico attraverso luoghi e sapori autentici frutto di sovrapposizioni etniche, vicissitudini storiche, intrecci linguistici e ibridazioni culturali. Un percorso emozionante dove poter respirare l’aria, assaggiare le pietanze e scoprire il magico mondo degli alpeggi dell’Alpe di Ugovizza.

UN PERCORSO PER TUTTI

Percorrere i 18 km complessivi del “Puanina” Tour è molto facile grazie a quasi 400 cartelli indicatori posizionati lungo il sentiero e le 11 bacheche in legno che riportano la mappa completa del percorso. Due sono i punti di accesso dal centro di Ugovizza: in primo è in direzione Malga Priu e Val Rauna, il secondo – in senso inverso – prevede di intraprendere il sentiero in direzione località Cristo e poi agriturismo Gacceman. Il tempo complessivo (pause escluse) è di circa sette ore, ha un dislivello di circa mille metri e un grado di difficoltà medio adatto a escursionisti allenati. Il trekking, però, ha un percorso facilmente adattabile alle esigenze di tempo e di allenamento di ognuno. Grazie ai numerosi accessi posizionati lungo la strada comunale Ugovizza – Rifugio F.lli Nordio – Deffar percorribile in auto, infatti, si può lasciare il proprio mezzo in uno dei numerosi parcheggi e da li immergersi nel rigenerante silenzio della natura. Il “Puanina” Tour può essere raggiunto anche da Camporosso partendo dalla Chiesa di S. Egidio e proseguendo verso l’agriturismo Gacceman.

IDENTITÀ IN PRIMO PIANO

Attraverso questo percorso circolare si potrà compiere un vero e proprio viaggio lungo la tradizione delle malghe di Ugovizza grazie ai 26 cartelli corredati da fotografie di vita contadina, indelebili testimonianze di un mondo passato, ma anche di una forte identità locale sentita oggi come allora. Particolare attenzione è stata data alla forte identità locale. Puanina, infatti, nella lingua di Ugovizza significa malga, alpeggio, montagna. E proprio la lingua parlata in questa valle accompagna durante tutto il trekking grazie ai 60 cartelli, bilingue italiano e inglese, che riportano i nomi dei toponimi locali come ?eua, Rossbach, Gá?man, solo per citarne qualcuno, toponimi densi di significato frutto di sovrapposizioni etniche, vicissitudini storiche, intrecci linguistici e ibridazioni culturali. La volontà è che diventino familiari anche per chi percorrerà le tappe del “Puanina” Tour: un luogo tra boschi, pascoli e cime incantate in bilico tra Italia e Austria.

SAPORI AUTENTICI

Grazie a una rete creata proprio in occasione del “Puanina” Tour, il rilassante trekking di montagna si può trasformare anche in uno straordinario viaggio nel gusto dei sapori di montagna. Il rifugio “Gortani”, l’agriturismo “Malga Priu”, la locanda “al Camoscio”, l’agriturismo “da Rosic”, l’agriturismo “Jausenstation da Michael” e l’agriturimo “Gacceman” (a cui si aggiungerà anche il rifugio “F.lli Nordio – Deffar” al momento della sua riapertura), sono i nomi delle strutture ricettive, devi veri e propri punti ristoro, che hanno fatto sistema con l’obiettivo di offrire prelibate pietanze legate alla tradizione culinaria dell’Alpe di Ugovizza. Tutti i piatti legati al “Puanina” Tour sono a km zero realizzati con ingredienti locali: carni biologiche, formaggi locali, erbe aromatiche, dolci casalinghi e molto altro ancora. In alcune di queste attività c’è anche la possibilità di pernottare la notte per poi proseguire il giorno dopo verso la tappa successiva del trekking.

PERCORSI NATURALISTICI PROTAGONISTI A MALBORGHETTO

L’offerta di percorsi naturalistici nel territorio del Comune di Malborghetto – Valbruna, dunque, si arricchisce di un ulteriore tassello. Dopo “Animalborghetto”, parco dell’arte e trekking didattico e naturalistico; il “Sentiero degli alberi di Risonanza – The Forest Sound Track”, percorso ai piedi delle Alpi Giulie che si snoda tra i grandi abeti rossi di risonanza e il “Saisera Wild Track”, tracciato invernale attraverso la Val Saisera, il “Puanina” Tour è il quarto gioiello a disposizione per chi ama vivere una giornata a contatto diretto con la natura.

Scopri di più in queste interviste:

Prova anche

Rosazzo da Rosa ritorna all’Abbazia di Rosazzo

Anche quest’anno l’Abbazia di Rosazzo (Manzano – Udine) sarà la splendida cornice di una manifestazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − 4 =