Home / News / In evidenza / Scienza e Virgola, come la conoscenza può aiutarci a dare senso al mondo

Scienza e Virgola, come la conoscenza può aiutarci a dare senso al mondo

È “Pagine di futuro” lo slogan scelto quest’anno per la rassegna Scienza e virgola, il “science&media festival” organizzato dal Laboratorio Interdisciplinare della SISSA e sostenuto dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.
“Il richiamo è forse azzardato” dichiara Nico Pitrelli, responsabile organizzativo dell’evento, “ma di fronte a un’incertezza senza precedenti nella storia recente bisogna ritrovare il gusto del rischio, con gli strumenti a noi più congeniali: la cultura, la scienza, i libri”. Il direttore artistico della manifestazione, che si svolgerà dal 26 al 30 maggio 2021, è lo scrittore Paolo Giordano.

La quinta edizione di Scienza e virgola riparte quindi dalla voglia di ritornare a discutere se e come la conoscenza può aiutarci a dare senso al mondo, nonostante tutto. Rispettando rigorosamente le regole e i protocolli il festival si realizzerà in presenza, a Trieste e in diverse località della Regione.
Al centro del programma, come sempre, le presentazioni di libri di argomento scientifico di recente pubblicazione. Ma Scienza e virgola è anche documentari, teatro, laboratori, un ricco cartellone di appuntamenti realizzato grazie all’aiuto della Casa del Cinema, TriesteBookFest, Bonawentura Teatro Miela e l’Antico Caffè e Libreria San Marco, tutti partner di Scienza e Virgola e realtà culturali ben consolidate a Trieste.

Tra gli appuntamenti: un dialogo tra Paolo Giordano e la scrittrice inglese Angela Saini sulle discriminazioni nella scienza; l’incontro “Stelle scadenti” affronterà l’importante tema delle mega-costellazioni artificiali e loro impatto sul cielo notturno; sabato 29 maggio l’immunologa Antonella Viola presenterà il suo libro “Danzare nella tempesta”, edito da Feltrinelli, assieme a Paolo Giordano con la moderazione del direttore della Rai FVG Guido Corso.

Nel fitto programma, si spazierà dalle disuguaglianze degli algoritmi alle questioni di genere nella scienza, dal concetto di tempo nella fisica agli impatti psicologici dell’iperconnessione. Oltre a questo, ci saranno due proiezioni di video (uno dedicato ai problemi dell’intelligenza artificiale e l’altro alla vita di Marie Curie), uno spettacolo teatrale incentrato sulla figura della moglie di Einstein, un aperitivo con piante sonore e tre laboratori: uno sul fumetto, uno su come scrivere un testo teatrale e uno riservato ai bambini.

Quest’anno, inoltre, Scienza e Virgola varca i confini del capoluogo giuliano e presenta due eventi a Pordenone e Udine. Prosegue poi l’impegno con le scuole medie superiori della Regione, grazie ad appuntamenti dedicati in vari licei di Trieste, Udine e Monfalcone.
Tutti gli appuntamenti sono gratuiti e con prenotazione. Per tutte le informazioni: www.scienzaevirgola.it

A svelarci tutti i dettagli e novità di questa nuova edizione di Scienza e Virgola la responsabile Ufficio Comunicazione SISSA Marina D’Alessandro. Qui l’intervista:

Prova anche

Trieste Next 2018: il 28, 29 e 30 settembre a Trieste si parla di scienza

Qual’è il confine tra biologico e biotecnologico? E’ questo il tema al centro della settima …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 + quattordici =