ascolta live streaming 
Home / News / Cultura Spettacoli / Serata da Fabula al Triskell con cornamuse e tamburi medioevali e l’irish celtic punk dei Jolly Jackers.

Serata da Fabula al Triskell con cornamuse e tamburi medioevali e l’irish celtic punk dei Jolly Jackers.

Ci sarà di che scatenarsi in questo ultimo venerdì del Triskell, il festival internazionale di musica e cultura celtica di Trieste, fino al 3 luglio al Boschetto del Ferdinandeo di Trieste. Ritornano, come sempre acclamatissimi dal pubblico di Trieste, i grintosi Fabula Aetatis, dalla Germania, i guerrieri armati di cornamuse medioevali e tamburi sono ancora una volta pronti a conquistare il palcoscenico e il cuore della città con due serate consecutive, venerdì alle 20.45 e sabato in seconda serata alle 22.15. Sapranno tener testa ai Fabula, ritmicamente parlando, in questa prima serata di luglio “triskelliana” i Jolly Jackers, alle 22.15. Dall’Ungheria arriva una delle più promettenti band del panorama irish celtic/punk del loro Paese. Approdano al Triskell e in Italia per la prima volta, per portare il meglio del loro punk folk irlandese.
Dopo i concerti tornano le suggestioni di fuocogiocoleria di Vassago, con il suo “viaggio attraverso gli elementi, tra giochi di fuoco e sfere di cristallo”.
Un programma ricco di attività anche durante la giornata, con le Celebrazioni del Matrimonio con rito celtico, anche in lingua Friulana dalle 10.30 e dalle 16.00, con Atanvarniee del Clan “Z” MacAjvar. Chi vuole unirsi con questo antico rito può chiederlo all’info-point. Alle 16.00 lezioni individuali di Scherma Antica con Aes Torkoi, con prenotazione obbligatoria, e le dimostrazioni e prove libere di tiro con l’arco con l’Asd Dragon Rouge The Bulldogs Compagnia Arcieri Trieste, in campo storico. Per gli appassionati di attività manuali il laboratorio di manipolazione dell’argilla a tema libero con Wolf MacAjvar alle 16.00, in tempo per potersi cimentare dalle 18.00 nel lancio del giavellotto con il Clan Tre Draghi, in zona palco.
Per i più piccoli ma non solo i “Racconti e poemi bardici” con Lady Honeyblood e Il Cerchio delle Fiabe” dalle 17.00, mentre alle 18.30 l’appassionante conferenza su “I guerrieri Celti: armature e tattiche di guerra” a cura di Aes Torkoi.
Sempre visitabile la mostra “Le migrazioni dei Celti”, popolo di crocevia di prerogativa nomade, oltre che di grande perizia di navigatori, le cui tracce sono state trovate in terre lontanissime quali la Cina. In questa esposizione verranno rappresentati i vari viaggi migratori di questo popolo, come sintesi e e simbolo dei popoli di ogni identità cultura e provenienza, di cui i Celti ne erano un chiari esempio.
Inoltre tende storiche, accampamenti, battaglie, dimostrazioni, divinazioni e rievocazioni di antichi rituali. Animazioni varie e giochi saranno proposti dai Clan presenti per tutta la durata del festival. Il tutto accompagnato dalla leggendaria cucina celtica e dalla favolosa birra irlandese.
Ultimi giorni per acquistare i biglietti della “Lotteria Celtica”, anche quest’anno l’associazione Uther Pendragon ha messo in palio ben 15 premi. Dopo un viaggio in Irlanda di 7 giorni per due persone, anche un week-end a Dublino sempre per due, bottiglie di idromele, un CD degli Auli, uno dei Fabula, e vari nuovi gadget. Perché non tentare la fortuna con soli 2 euro a sostegno della manifestazione vincendo un meraviglioso viaggio? Con la Lotteria Celtica si può! Il regolamento completo è visibile sul sito www.celticevents.org www.utherpendragon.it. Con i biglietti della lotteria il Triskell si autofinanzia, chi ama questa manifestazione ha l’opportunità di sostenerla con soli 2 euro, e con la possibilità di vincere meravigliosi premi.

Novità di quest’anno tutti i venerdì, sabati e domenica del Festival il servizio di trasporto pubblico prolungherà le corse degli autobus fino all’una di notte.

Per approfondimenti e per il programma dettagliato il sito della manifestazione e www.celticevents.org e www.utherpendragon.it, nonché la pagina ufficiale su FB Triskell Celtic Festival.

Prova anche

TeatroVerdiTs: in arrivo Uto Ughi e i Solisti Veneti

Saranno “I Solisti Veneti” , la celebre orchestra fondata da Claudio Scimone nel 1959,  e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − quattro =