Home / Archivio Podcast / Trieste Antiqua
Dal 2 al 10 novembre alla Stazione Marittima di Trieste

Trieste Antiqua

Trentun anni consecutivi rappresentano un traguardo temporale che pochi altri eventi – in questo settore – possono vantare. E’ anche per questo motivo che Triesteantiqua, la mostra di antiquariato prevista nel capoluogo del Friuli Venezia Giulia dal 2 al 10 novembre prossimi ed organizzata dal Consorzio Promotrieste, costituisce uno degli appuntamenti da non perdere per i cultori di arte, storia e cultura antica di tutta Italia, ma anche per coloro che vogliono semplicemente trascorrere un paio d’ore all’insegna del buon gusto.

La mostra, che partirà sabato prossimo, è stata ufficialmente presentata questa mattina. Si è sottolineato innanzitutto il ritorno, quest’anno, nella location abituale della Stazione Marittima; un sito, quello rappresentato dal Palazzo dei Congressi, amato sia dagli antiquari che dai visitatori perché in grado di regalare quel tocco di intimità e riservatezza che si sposa alla perfezione con questo genere di esposizioni. Una quarantina i professionisti dell’antiquariato che hanno scelto ancora una volta Trieste per esporre i loro oggetti preziosi e che giungeranno da tutta Italia, dal nord alla Capitale, dalla Toscana fino a Napoli, senza dimenticare i rappresentanti locali.

Esistono numerosi motivi per visitare Triesteantiqua ma la qualità dell’esposizione è sicuramente l’attrattiva principale. Il classico filone di antiquariato austro-ungarico è una costante, con mobilio ed argenti ottocenteschi che sempre affascinano la platea, ma ampio spazio sarà garantito anche al liberty, al biedermeier e ad altre importanti epoche storiche. Mobili, dipinti, sculture, tappeti, ceramiche, oreficerie, gioielli, stampe, disegni, orologi antichi e rarità numismatiche faranno bella mostra nell’incantevole cornice della Stazione Marittima, in attesa delle migliaia di visitatori che ogni anno affollano l’evento provenienti dalla nostra città, dalla regione, dall’intero nord-est ma anche dalle Nazioni contermini come Slovenia, Austria, Croazia, Ungheria e da altri Paesi della Mitteleuropa.

Nell’ambito della mostra, come ogni anno, troveranno spazio anche gli eventi collaterali. Tra questi, venerdì 8 novembre alle ore 16.30 per i visitatori sarà possibile assistere ad una conferenza, intitolata “L’Antiquariato come indice del costume”, che avrà come relatore il dr. Fernando Melelli, fondatore ed ex presidente dell’Associazione Antiquari del Friuli Venezia Giulia nonché membro del Club dei Venti all’Ora, che racconterà la sua esperienza personale nel mondo antiquariale. Parte della conferenza sarà dedicata anche alle auto d’epoca, al collezionismo delle stesse e alla gara Trieste – Opicina.

E’ prevista inoltre anche la mostra collaterale dell’Airc Fvg intitolata “Vanità femminile”.

Da segnalare la collaborazione tra Promotrieste ed il Comune di Trieste sulla riduzione dei biglietti d’ingresso per Triesteantiqua e per le altre mostre previste nello stesso periodo in città. Ci sarà un riconoscimento reciproco per quanto riguarda le riduzioni dei biglietti d’ingresso di Triesteantiqua e le mostre “Kounellis Trieste” e “Theatrum Mundi – Jagoda Buic Retrospective”.

Triesteantiqua, lo ricordiamo, inizierà sabato 2 e si concluderà domenica 10 novembre. Gli orari sono i seguenti: dalle 10 alle 20 (continuato) nei festivi e prefestivi, dalle 15 alle 20 durante la settimana. L’evento non è solo espositivo, ma si configura come una vera e propria mostra-mercato: i cultori della materia ma anche i semplici curiosi potranno trovare migliaia di oggetti per tutti i gusti e per tutte le tasche. Da portare a casa per un bel regalo di fine anno.

Ascolta l’intervista al Presidente dell’Associazione Antiquari del Friuli Venezia Giulia Roberto Borghesi.

Fonte:

Gabriele Lagonigro

Ufficio stampa Triesteantiqua

 

Prova anche

Al Teatro Miela “Mastica e sputa” di Pino Roveredo

Sabato 24  e domenica 25 ottobre al Teatro Miela di Trieste torna Pino Roveredo con  …