ascolta live streaming 
Ultime Notizie
Home / News / In evidenza / Trieste Next – il programma di sabato 24 settembre

Trieste Next – il programma di sabato 24 settembre

La seconda giornata di Trieste Next si apre con uno degli appuntamenti più attesi del festival, la lectio magistralis della massima esperta mondiale di Etica della robotica, nonché fondatrice della celebre “Campaign Against Sex Robots”, Kathleen Richardson, che indagherà il rapporto uomo-macchina chiamando in causa il tema dell’etica, dell’identità e dello sviluppo emotivo ai tempi delle macchine “a nostra immagine e somiglianza” (ore 10.00 Teatro Miela). La sua campagna contro i “sex robots” ha già interessato testate internazionali come il Financial Times e Wired Uk ed è una delle prime volte che il dibattito approda in Italia con la sua massima rappresentatrice.

Ulteriore incontro di punta nella programmazione di sabato, (alle 15.00, Teatro Miela), il secondo dei tre “Dialoghi tra Scienza e Filosofia”, ciclo a cura del filosofo Luca Illetterati, che coinvolge scienziati e filosofi di fama internazionale. Sabato si incontrano Maurizio Ferraris, docente di filosofia teoretica dell’università di Torino e Alessandro Treves, docente di Neuroscienze cognitive alla SISSA di Trieste, sul tema del Conoscere.

Il rapporto tra ricerca e impresa sarà affrontato sabato 24, alle 10:00, al Ridotto del Teatro Verdi nell’incontro “La ricerca incontra l’impresa e l’impresa incontra la ricerca”, con la conduzione del vicedirettore del Corriere della Sera, Venanzio Postiglione, sul palco con il presidente e amministratore delegato di Danieli Group Gianpietro Benedetti con il direttore generale di AREA Science Park, Stefano Casaleggi, il rettore dell’Università di Trento, Paolo Collini, il prorettore dell’Università di Padova, Fabrizio Dughiero, il rettore di Trieste, Maurizio Fermeglia e l’amministratore delegato di Danieli Automation, Antonello Mordeglia.
Ampio spazio sarà riservato anche alla via italiana alla “Fabbrica 4.0” (Ridotto del Teatro Verdi, alle 11:30), promosso con la Fondazione Ergo-Bella Factory: attesi gli interventi di Emanuele Quarin del Gruppo Electrolux, il top manager Alberto Bombassei della Brembo intervistati dal giornalista di Repubblica Paolo Griseri,. Un approfondimento sull’argomento, è proposto nell’incontro pomeridiano, presso il Salone di Rappresentanza della Regione FVG alle ore 18, dal titolo “La via italiana alla manifattura digitale”, che prevede la partecipazione di del direttore della fondazione Ergo, Gabriele Caragnano e poi Stefano Micelli, direttore scientifico Fondazione Nord Est, Armando Pujatti, amministratore delegato Marrone, e Alberto Felice De Toni, rettore Università di Udine.

Nella mattinata di sabato, alle ore 10.30, presso il Salone di Rappresentanza della Regione FVG, si affronteranno anche tematiche legate ai nuovi orizzonti che si stanno aprendo nell’ambito dell’oncologia, a partire dall’incontro, a cura dell’Università di Trieste con AIRC “Come cambia la ricerca e la cura dei tumori nell’era della medicina di precisione”. Ne discuteranno Giannino Del Sal (Università di Trieste e Laboratorio Nazionale CIB di AREA Science Park) Mattia Andreoletti (IEO di Milano), Maurizio D’Incalci (Istituto Mario Negri di Milano), Pier Giuseppe Torrani e Guido Perelli Rocco, presidente nazionale e regionale dell’AIRC, tra i maggiori finanziatori privati italiani della ricerca scientifica.
Un’eccellenza tutta triestina al centro dell’incontro con il direttore della Clinica Otorinolaringoiatrica dell’Ospedale di Cattinara Giancarlo Tirelli che parlerà delle innovative tecniche per la diagnosi e le cure del distretto anatomico testa-collo attraverso lo speciale “occhio” l’NBI – Narrow Band Imaging – per diagnosticare piccoli tumori non visibili a occhio nudo, alle 16.30, Area Talk, piazza Unità.
Al Teatro Miela, alle 11:30, un focus a cura di ICGEB dal titolo “Dai trapianti agli organi in provetta”, con tre grandi nomi internazionali, come Thierry Pedrazzini direttore Unità di Cardiologia sperimentale, ospedale Universitario di Losanna, Giuseppe Remuzzi, direttore Istituto Mario Negri di Bergamo e Piergiorgio Tozzi, docente di Chirurgia Cardiovascolare all’ospedale Universitario di Losanna. A moderare e condurre l’incontro, il direttore generale ICGEB Mauro Giacca.
Sempre nella giornata di sabato (Teatro Miela, ore 16.30), spazio alla giornalista e autrice del caso editoriale dell’anno, La dieta Smartfood, Eliana Liotta presente con la coautrice Lucilla Titta. Segue alle 18.00, ancora un grande protagonista internazionale: nel segno del dialogo tra filosofia e scienza, lo psicoterapeuta e filosofo Miguel Benasayag proporrà una riflessione su “Naturalmente artificiale? Le nuove tecnologie tra speranze e minacce”, tra tecnofobia e fiducia in un futuro transumano assieme a Fulvio Longato, Alessandra Cislaghi e Fabio Polidori dell’Università di Trieste.

Trieste Next animerà anche sabato diversi spazi della città, ma cuore pulsante della manifestazione rimane la centralissima Piazza Unità, che ospiterà la tensostruttura per le attività e i laboratori degli enti di “Trieste Città della Conoscenza”: Università di Trieste, AREA Science Park, SISSA-Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati, ICTP-The Abdus Salam International Centre for Theoretical Physics, Istituto Nazionale di Oceanografica e Geofisica Sperimentale – OGS, ICGEB-International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology, INFN-Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Sezione di Trieste, Elettra Sincrotrone Trieste, che offrirannoe al pubblico di ogni età un ricco programma di attività, giochi, esperimenti, laboratori e conferenze

Anche il programma di sabato è ricco di eventi di diversa ispirazione artistica. Da non perdere, in Piazza Unità, la seconda parte, della performance del pianista e artista multimediale Adriano Castaldini “Vexations: La Serie” per pianoforte e live-electronics, basata sull’integrale di Vexations di Satie (durata: 24h ca. ripartite in tre giornate). L’evento è a cura di Pietro Polotti, del Dipartimento di Nuovi Linguaggi. Percussioni e Tecnologie Musicali del Conservatorio Tartini di Trieste.
Sul palco del Teatro Miela, alle 21, i migliori concorrenti di FameLab, talent show internazionale della divulgazione scientifica “Famelab show: decalogo del perfetto comunicatore scientifico”, con Maria Grazia Plos, attrice, e Stefano Dongetti, Pupkin Kabarett. Sempre alle 21, ma al Museo Revoltella, performance musicale dell’Orchestra Camerata Strumentale Italiana in “Onde in musica…Musica d’acqua. La scienza incontra l’arte musicale e visiva” (musiche di Vivaldi, Offenbach, Warlock, Handel), introduce Livio Lanceri, docente di fisica sperimentale Università di Trieste.

Nuove repliche per lo spettacolo dell’Università di Trieste: Cene dal futuro, del gruppo Marionette per la scienza, dove il teatro di figura si mette a disposizione di un tema attualissimo come quello del cibo del futuro (spettacolo per tutti sabato mattina alle 10 e 11:30; nel pomeriggio alle 15, 16:30 e 18). In caso di pioggia, gli spettacoli si svolgeranno presso la Scuola di Musica 55.

Prova anche

Il Salone GOOD ritorna a Udine

Il cibo è ancora più buono, lo acquistiamo e la prepariamo più volentieri se conosciamo …

Home / News / Trieste Next – il programma di sabato 24 settembre

Trieste Next – il programma di sabato 24 settembre

La seconda giornata di Trieste Next si apre con uno degli appuntamenti più attesi del festival, la lectio magistralis della massima esperta mondiale di Etica della robotica, nonché fondatrice della celebre “Campaign Against Sex Robots”, Kathleen Richardson, che indagherà il rapporto uomo-macchina chiamando in causa il tema dell’etica, dell’identità e dello sviluppo emotivo ai tempi delle macchine “a nostra immagine e somiglianza” (ore 10.00 Teatro Miela). La sua campagna contro i “sex robots” ha già interessato testate internazionali come il Financial Times e Wired Uk ed è una delle prime volte che il dibattito approda in Italia con la sua massima rappresentatrice.

Ulteriore incontro di punta nella programmazione di sabato, (alle 15.00, Teatro Miela), il secondo dei tre “Dialoghi tra Scienza e Filosofia”, ciclo a cura del filosofo Luca Illetterati, che coinvolge scienziati e filosofi di fama internazionale. Sabato si incontrano Maurizio Ferraris, docente di filosofia teoretica dell’università di Torino e Alessandro Treves, docente di Neuroscienze cognitive alla SISSA di Trieste, sul tema del Conoscere.

Il rapporto tra ricerca e impresa sarà affrontato sabato 24, alle 10:00, al Ridotto del Teatro Verdi nell’incontro “La ricerca incontra l’impresa e l’impresa incontra la ricerca”, con la conduzione del vicedirettore del Corriere della Sera, Venanzio Postiglione, sul palco con il presidente e amministratore delegato di Danieli Group Gianpietro Benedetti con il direttore generale di AREA Science Park, Stefano Casaleggi, il rettore dell’Università di Trento, Paolo Collini, il prorettore dell’Università di Padova, Fabrizio Dughiero, il rettore di Trieste, Maurizio Fermeglia e l’amministratore delegato di Danieli Automation, Antonello Mordeglia.
Ampio spazio sarà riservato anche alla via italiana alla “Fabbrica 4.0” (Ridotto del Teatro Verdi, alle 11:30), promosso con la Fondazione Ergo-Bella Factory: attesi gli interventi di Emanuele Quarin del Gruppo Electrolux, il top manager Alberto Bombassei della Brembo intervistati dal giornalista di Repubblica Paolo Griseri,. Un approfondimento sull’argomento, è proposto nell’incontro pomeridiano, presso il Salone di Rappresentanza della Regione FVG alle ore 18, dal titolo “La via italiana alla manifattura digitale”, che prevede la partecipazione di del direttore della fondazione Ergo, Gabriele Caragnano e poi Stefano Micelli, direttore scientifico Fondazione Nord Est, Armando Pujatti, amministratore delegato Marrone, e Alberto Felice De Toni, rettore Università di Udine.

Nella mattinata di sabato, alle ore 10.30, presso il Salone di Rappresentanza della Regione FVG, si affronteranno anche tematiche legate ai nuovi orizzonti che si stanno aprendo nell’ambito dell’oncologia, a partire dall’incontro, a cura dell’Università di Trieste con AIRC “Come cambia la ricerca e la cura dei tumori nell’era della medicina di precisione”. Ne discuteranno Giannino Del Sal (Università di Trieste e Laboratorio Nazionale CIB di AREA Science Park) Mattia Andreoletti (IEO di Milano), Maurizio D’Incalci (Istituto Mario Negri di Milano), Pier Giuseppe Torrani e Guido Perelli Rocco, presidente nazionale e regionale dell’AIRC, tra i maggiori finanziatori privati italiani della ricerca scientifica.
Un’eccellenza tutta triestina al centro dell’incontro con il direttore della Clinica Otorinolaringoiatrica dell’Ospedale di Cattinara Giancarlo Tirelli che parlerà delle innovative tecniche per la diagnosi e le cure del distretto anatomico testa-collo attraverso lo speciale “occhio” l’NBI – Narrow Band Imaging – per diagnosticare piccoli tumori non visibili a occhio nudo, alle 16.30, Area Talk, piazza Unità.
Al Teatro Miela, alle 11:30, un focus a cura di ICGEB dal titolo “Dai trapianti agli organi in provetta”, con tre grandi nomi internazionali, come Thierry Pedrazzini direttore Unità di Cardiologia sperimentale, ospedale Universitario di Losanna, Giuseppe Remuzzi, direttore Istituto Mario Negri di Bergamo e Piergiorgio Tozzi, docente di Chirurgia Cardiovascolare all’ospedale Universitario di Losanna. A moderare e condurre l’incontro, il direttore generale ICGEB Mauro Giacca.
Sempre nella giornata di sabato (Teatro Miela, ore 16.30), spazio alla giornalista e autrice del caso editoriale dell’anno, La dieta Smartfood, Eliana Liotta presente con la coautrice Lucilla Titta. Segue alle 18.00, ancora un grande protagonista internazionale: nel segno del dialogo tra filosofia e scienza, lo psicoterapeuta e filosofo Miguel Benasayag proporrà una riflessione su “Naturalmente artificiale? Le nuove tecnologie tra speranze e minacce”, tra tecnofobia e fiducia in un futuro transumano assieme a Fulvio Longato, Alessandra Cislaghi e Fabio Polidori dell’Università di Trieste.

Trieste Next animerà anche sabato diversi spazi della città, ma cuore pulsante della manifestazione rimane la centralissima Piazza Unità, che ospiterà la tensostruttura per le attività e i laboratori degli enti di “Trieste Città della Conoscenza”: Università di Trieste, AREA Science Park, SISSA-Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati, ICTP-The Abdus Salam International Centre for Theoretical Physics, Istituto Nazionale di Oceanografica e Geofisica Sperimentale – OGS, ICGEB-International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology, INFN-Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Sezione di Trieste, Elettra Sincrotrone Trieste, che offrirannoe al pubblico di ogni età un ricco programma di attività, giochi, esperimenti, laboratori e conferenze

Anche il programma di sabato è ricco di eventi di diversa ispirazione artistica. Da non perdere, in Piazza Unità, la seconda parte, della performance del pianista e artista multimediale Adriano Castaldini “Vexations: La Serie” per pianoforte e live-electronics, basata sull’integrale di Vexations di Satie (durata: 24h ca. ripartite in tre giornate). L’evento è a cura di Pietro Polotti, del Dipartimento di Nuovi Linguaggi. Percussioni e Tecnologie Musicali del Conservatorio Tartini di Trieste.
Sul palco del Teatro Miela, alle 21, i migliori concorrenti di FameLab, talent show internazionale della divulgazione scientifica “Famelab show: decalogo del perfetto comunicatore scientifico”, con Maria Grazia Plos, attrice, e Stefano Dongetti, Pupkin Kabarett. Sempre alle 21, ma al Museo Revoltella, performance musicale dell’Orchestra Camerata Strumentale Italiana in “Onde in musica…Musica d’acqua. La scienza incontra l’arte musicale e visiva” (musiche di Vivaldi, Offenbach, Warlock, Handel), introduce Livio Lanceri, docente di fisica sperimentale Università di Trieste.

Nuove repliche per lo spettacolo dell’Università di Trieste: Cene dal futuro, del gruppo Marionette per la scienza, dove il teatro di figura si mette a disposizione di un tema attualissimo come quello del cibo del futuro (spettacolo per tutti sabato mattina alle 10 e 11:30; nel pomeriggio alle 15, 16:30 e 18). In caso di pioggia, gli spettacoli si svolgeranno presso la Scuola di Musica 55.

Prova anche

LUSSARISSIMO 2017

Lussarissimo 2017, il parallelo più lungo del mondo a Tarvisio. Vivi le emozioni degli sporti …

Home / News / Trieste Next – il programma di sabato 24 settembre

Trieste Next – il programma di sabato 24 settembre

La seconda giornata di Trieste Next si apre con uno degli appuntamenti più attesi del festival, la lectio magistralis della massima esperta mondiale di Etica della robotica, nonché fondatrice della celebre “Campaign Against Sex Robots”, Kathleen Richardson, che indagherà il rapporto uomo-macchina chiamando in causa il tema dell’etica, dell’identità e dello sviluppo emotivo ai tempi delle macchine “a nostra immagine e somiglianza” (ore 10.00 Teatro Miela). La sua campagna contro i “sex robots” ha già interessato testate internazionali come il Financial Times e Wired Uk ed è una delle prime volte che il dibattito approda in Italia con la sua massima rappresentatrice.

Ulteriore incontro di punta nella programmazione di sabato, (alle 15.00, Teatro Miela), il secondo dei tre “Dialoghi tra Scienza e Filosofia”, ciclo a cura del filosofo Luca Illetterati, che coinvolge scienziati e filosofi di fama internazionale. Sabato si incontrano Maurizio Ferraris, docente di filosofia teoretica dell’università di Torino e Alessandro Treves, docente di Neuroscienze cognitive alla SISSA di Trieste, sul tema del Conoscere.

Il rapporto tra ricerca e impresa sarà affrontato sabato 24, alle 10:00, al Ridotto del Teatro Verdi nell’incontro “La ricerca incontra l’impresa e l’impresa incontra la ricerca”, con la conduzione del vicedirettore del Corriere della Sera, Venanzio Postiglione, sul palco con il presidente e amministratore delegato di Danieli Group Gianpietro Benedetti con il direttore generale di AREA Science Park, Stefano Casaleggi, il rettore dell’Università di Trento, Paolo Collini, il prorettore dell’Università di Padova, Fabrizio Dughiero, il rettore di Trieste, Maurizio Fermeglia e l’amministratore delegato di Danieli Automation, Antonello Mordeglia.
Ampio spazio sarà riservato anche alla via italiana alla “Fabbrica 4.0” (Ridotto del Teatro Verdi, alle 11:30), promosso con la Fondazione Ergo-Bella Factory: attesi gli interventi di Emanuele Quarin del Gruppo Electrolux, il top manager Alberto Bombassei della Brembo intervistati dal giornalista di Repubblica Paolo Griseri,. Un approfondimento sull’argomento, è proposto nell’incontro pomeridiano, presso il Salone di Rappresentanza della Regione FVG alle ore 18, dal titolo “La via italiana alla manifattura digitale”, che prevede la partecipazione di del direttore della fondazione Ergo, Gabriele Caragnano e poi Stefano Micelli, direttore scientifico Fondazione Nord Est, Armando Pujatti, amministratore delegato Marrone, e Alberto Felice De Toni, rettore Università di Udine.

Nella mattinata di sabato, alle ore 10.30, presso il Salone di Rappresentanza della Regione FVG, si affronteranno anche tematiche legate ai nuovi orizzonti che si stanno aprendo nell’ambito dell’oncologia, a partire dall’incontro, a cura dell’Università di Trieste con AIRC “Come cambia la ricerca e la cura dei tumori nell’era della medicina di precisione”. Ne discuteranno Giannino Del Sal (Università di Trieste e Laboratorio Nazionale CIB di AREA Science Park) Mattia Andreoletti (IEO di Milano), Maurizio D’Incalci (Istituto Mario Negri di Milano), Pier Giuseppe Torrani e Guido Perelli Rocco, presidente nazionale e regionale dell’AIRC, tra i maggiori finanziatori privati italiani della ricerca scientifica.
Un’eccellenza tutta triestina al centro dell’incontro con il direttore della Clinica Otorinolaringoiatrica dell’Ospedale di Cattinara Giancarlo Tirelli che parlerà delle innovative tecniche per la diagnosi e le cure del distretto anatomico testa-collo attraverso lo speciale “occhio” l’NBI – Narrow Band Imaging – per diagnosticare piccoli tumori non visibili a occhio nudo, alle 16.30, Area Talk, piazza Unità.
Al Teatro Miela, alle 11:30, un focus a cura di ICGEB dal titolo “Dai trapianti agli organi in provetta”, con tre grandi nomi internazionali, come Thierry Pedrazzini direttore Unità di Cardiologia sperimentale, ospedale Universitario di Losanna, Giuseppe Remuzzi, direttore Istituto Mario Negri di Bergamo e Piergiorgio Tozzi, docente di Chirurgia Cardiovascolare all’ospedale Universitario di Losanna. A moderare e condurre l’incontro, il direttore generale ICGEB Mauro Giacca.
Sempre nella giornata di sabato (Teatro Miela, ore 16.30), spazio alla giornalista e autrice del caso editoriale dell’anno, La dieta Smartfood, Eliana Liotta presente con la coautrice Lucilla Titta. Segue alle 18.00, ancora un grande protagonista internazionale: nel segno del dialogo tra filosofia e scienza, lo psicoterapeuta e filosofo Miguel Benasayag proporrà una riflessione su “Naturalmente artificiale? Le nuove tecnologie tra speranze e minacce”, tra tecnofobia e fiducia in un futuro transumano assieme a Fulvio Longato, Alessandra Cislaghi e Fabio Polidori dell’Università di Trieste.

Trieste Next animerà anche sabato diversi spazi della città, ma cuore pulsante della manifestazione rimane la centralissima Piazza Unità, che ospiterà la tensostruttura per le attività e i laboratori degli enti di “Trieste Città della Conoscenza”: Università di Trieste, AREA Science Park, SISSA-Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati, ICTP-The Abdus Salam International Centre for Theoretical Physics, Istituto Nazionale di Oceanografica e Geofisica Sperimentale – OGS, ICGEB-International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology, INFN-Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Sezione di Trieste, Elettra Sincrotrone Trieste, che offrirannoe al pubblico di ogni età un ricco programma di attività, giochi, esperimenti, laboratori e conferenze

Anche il programma di sabato è ricco di eventi di diversa ispirazione artistica. Da non perdere, in Piazza Unità, la seconda parte, della performance del pianista e artista multimediale Adriano Castaldini “Vexations: La Serie” per pianoforte e live-electronics, basata sull’integrale di Vexations di Satie (durata: 24h ca. ripartite in tre giornate). L’evento è a cura di Pietro Polotti, del Dipartimento di Nuovi Linguaggi. Percussioni e Tecnologie Musicali del Conservatorio Tartini di Trieste.
Sul palco del Teatro Miela, alle 21, i migliori concorrenti di FameLab, talent show internazionale della divulgazione scientifica “Famelab show: decalogo del perfetto comunicatore scientifico”, con Maria Grazia Plos, attrice, e Stefano Dongetti, Pupkin Kabarett. Sempre alle 21, ma al Museo Revoltella, performance musicale dell’Orchestra Camerata Strumentale Italiana in “Onde in musica…Musica d’acqua. La scienza incontra l’arte musicale e visiva” (musiche di Vivaldi, Offenbach, Warlock, Handel), introduce Livio Lanceri, docente di fisica sperimentale Università di Trieste.

Nuove repliche per lo spettacolo dell’Università di Trieste: Cene dal futuro, del gruppo Marionette per la scienza, dove il teatro di figura si mette a disposizione di un tema attualissimo come quello del cibo del futuro (spettacolo per tutti sabato mattina alle 10 e 11:30; nel pomeriggio alle 15, 16:30 e 18). In caso di pioggia, gli spettacoli si svolgeranno presso la Scuola di Musica 55.

Prova anche

LUSSARISSIMO 2017

Lussarissimo 2017, il parallelo più lungo del mondo a Tarvisio. Vivi le emozioni degli sporti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − 15 =