Home / News / Trip to Trieste: si aprono le porte della Casa del Dono

Trip to Trieste: si aprono le porte della Casa del Dono

Pedalare fa bene al cuore. In tutti i sensi. E, soprattutto, aiuta la vita, la propria, ma anche quella del prossimo. Lo hanno dimostrato (dal 17 al 23 settembre) due ciclofili per scelta, provenienti dal mondo del sociale e dell’impresa.

Nasce su questa premessa la poderosa stretta di mano siglata tra Edi Righi, Presidente di BeChildren Onlus, e Cristiano Bilucaglia, Presidente di uBroker Srl (prima azienda italiana ad aver azzerato le bollette di luce e gas) per fornire sostegno concreto ad A.B.C. Associazione Bambini Chirurgici del Burlo Onlus di Trieste, da quindici anni attiva sul territorio: A.B.C. infatti, mette a disposizione degli alloggi gratuiti per le famiglie dei piccoli ricoverati, così che essi possano trovare accoglienza e durante i percorsi chirurgici dei loro bambini. Fino ad oggi sono stati tre gli alloggi a Trieste, per circa 120 accoglienze annuali; è stata inaugurata da pochissimo anche la quarta casa, che aumenterà la risposta ai bisogni di ulteriori famiglie.
A.B.C. si occupa anche del supporto psicologico durante tutto il percorso chirurgico del bambino, sostiene l’IRCSS Materno Infantile Burlo Garofolo di Trieste nell’acquisto di attrezzature specializzate per la chirurgia e si dedica alla formazione del personale sanitario e all’allestimento del reparto di chirurgia perché sia sempre più a misura di bambino.

I due originali benefattori, novella coppia di ‘Coppi e Bartali della solidarietà’, simbolo concreto “del sodalizio imprescindibile che deve sempre legare il comparto produttivo a quello del welfare, chi produce benessere a chi soffre e si trova in una condizione di necessità”, come spiegano, hanno percorso in una settimana in bicicletta un lungo tragitto a tappe che, dall’Emilia-Romagna attraverso il Veneto, li ha condotti a Trieste: e, più precisamente, a “La Casa del Dono”, uno degli alloggi così ribattezzato per l’occasione di cui BeChildren, grazie alla generosa sensibilità di ‘uBroker Srl’, ha scelto di impegnarsi nell’onorare i costi di locazione.

Questo il diario del viaggio simpaticamente intitolato ‘Trip To Trieste’, strizzando l’occhio, per l’ambizione benevola dell’intento, ai fasti del mitico ‘Trip To Mars’ che cambiò la storia della scienza e dell’umanità, a indicare il fatto che nella vita occorre sempre porsi innanzi a nuove mete: la partenza è avvenuta lo scorso 17 settembre da Reggio Emilia, per proseguire su Ferrara, Chioggia (18/09), Padova (19/09), Treviso (20/09), Bibione (21/09), e l’arrivo a Trieste il 22 settembre, dopo circa 490 km di strade secondarie percorse a quattro ruote (due per ciascuno!) e presenziare così alla presentazione ufficiale del Progetto della “Casa del dono”, mercoledì 23 settembre, in via del Toro a Trieste (una delle case A.B.C. già a disposizione delle famiglie).

La Onlus BeChildren da sempre si occupa di formazione e prevenzione dei rischi dei minori dei paesi in via di sviluppo (e che in questa occasione amplia lo sguardo anche verso i bambini che hanno necessità di tipo sanitario) e l’azienda multiutilities dal cuore grande che, sin dalla sua fondazione, ha scelto di mantenere una mano tesa a mense dei poveri, chiese e parrocchie bisognose di aiuto, territori terremotati e disagiati, condividendo gioiosamente con essi una parte importante dei propri proventi.

“Si fa così realtà la partnership conclusa felicemente a Febbraio 2020 fra BeChildren Onlus, e A.B.C. Onlus di Trieste, con il prezioso sostegno di ‘uBroker Srl’, in nome dell’attenzione ai più piccoli e alle loro famiglie, bruscamente stoppata dal dilagare della pandemia da Covid-19”, esordiscono in coro i due protagonisti dell’avventura ciclabile. “Il viaggio che, inizialmente, avrebbe dovuto concludersi a Trieste lo scorso 24 aprile, è giunto a compimento il 23 settembre, giorno in cui cade la memoria di San Pio da Pietrelcina, figura che proprio ai malati e ai sofferenti dedicò una vita intera. Albert Einstein diceva che ‘Coincidenza è il modo che Dio ha di restare anonimo’, e questo suona ancor più per noi come una preziosa benedizione”, concludono all’unisono Edi Righi e Cristiano Bilucaglia.

“Ringraziamo di cuore BeChildren Onlus e uBroker Srl – si unisce ai commenti Giusy Battain, Direttrice di A.B.C. Associazione Bambini Chirurgici del Burlo onlus. – È molto importante poter contare sulla generosità di partner così autentici, per riuscire a soddisfare i bisogni delle tante famiglie che a Trieste si trovano a dover affrontare percorsi chirurgici spesso lunghi e impegnativi con i loro bambini”.

Ai microfoni di Radio Punto Zero a raccontare di più su questo viaggio per la solidarietà Edi Righi e Cristiano Bilucaglia:

Prova anche

Il depuratore di Servola apre le sue porte ai cittadini

Lo sapevate che Trieste ha l’unico depuratore al mondo che…”parla con il mare” e che …

Le Scintille della Curino

Uno spettacolo intenso, una narrazione stringente. “Scintille” in scena sino a domenica al Politeama Rossetti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici − 6 =