fbpx

News

Turismo in Friuli Venezia Giulia: i numeri del 2023

today3 Aprile 2024

Sfondo
share close
AD

Presentati i dati relativi alle presenze turistiche in Friuli Venezia Giulia durante l’anno 2023 e durante l’ultima stagione invernale.

I numeri

Nel corso della conferenza stampa è stato specificato che, nel 2023, la nostra regione ha registrato complessivamente 10milioni
e 62mila presenze turistiche
, con un +6,9% rispetto al 2022 e un +10,6% rispetto al 2019. Nel raffronto con il 2022 gli stranieri sono saliti dell’11,3% e, nello specifico, un +38,2% di arrivi dall’Ungheria e +30,3% dal Regno Unito.

 

Ottimi anche i risultati ottenuti dalla montagna del Friuli Venezia Giulia: nel corso dell’intero 2023, infatti, le località montane hanno fatto registrare un lusinghiero +15,6% di presenze turistiche rispetto all’anno precedente. Guardando, invece, soltanto all’ultima stagione invernale, da dicembre 2023 a febbraio 2024 nelle località montane le presenze turistiche sono cresciute del +5,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Nell’arco di cinque stagioni – non conteggiata quella sospesa a causa della pandemia – gli impianti sciistici complessivamente hanno visto crescere gli ingressi del +7,8% e nel dettaglio: Sappada-Forni Avoltri +10,8%, Piancavallo +0,9%, Forni di Sopra-Sauris +0,7%, Ravascletto-Zoncolan +10,1%, Tarvisio +12,6% e Sella Nevea +4%.

Abbiamo messo in campo politiche di programmazione sul lungo periodo – ha spiegato il governatore Massimiliano Fedriga  che ci stanno premiando. Nonostante una stagione invernale difficile dal punto di vista meteorologico, i dati ci dicono che il Friuli Venezia Giulia è cresciuto a differenza di altri territori italiani. Questo è frutto delle nostre attività promozionali, degli investimenti a favore delle strutture ricettive del settore privato e dei nuovi collegamenti internazionali che abbiamo sostenuto con convinzione. Grazie alla nuova rotta con Dublino, i turisti irlandesi hanno segnato nel 2023 addirittura un +97,2%. L’attivazione il prossimo anno di molteplici nuovi collegamenti europei metterà inoltre le persone nelle condizioni di scegliere la nostra regione come meta turistica. Stiamo poi continuando a lavorare sulla promozione a livello nazionale e internazionale utilizzando prestigiosi media europei come il Times e partecipando a importanti eventi di settore. Grazie alla partnership con la National Italian American Foundation (Niaf) il Friuli Venezia Giulia sarà presente anche negli Stati Uniti e, nel 2025, all’Expo di Osaka in Giappone proprio per far conoscere la nostra regione“.

 

 

Abbiamo confermato – ha spiegato l’assessore alle Attività produttive e Turismo Sergio Emidio Bini – il trend di crescita avviato già a partire dalla stagione 2018/2019. Nel lungo periodo, infatti, i sei poli regionali hanno registrato una performance di grande rilievo, nonostante il periodo forzato di stop a causa della pandemia. Sono dati assolutamente significativi se si considera la stagione invernale che abbiamo dovuto affrontare. Nonostante tutto, il Friuli Venezia Giulia continua a essere in controtendenza con presenze e incassi in aumento, grazie all’ottimo lavoro di programmazione e alla qualità degli impianti gestiti da PromoTurismoFVG. L’offerta e i servizi per gli amanti dello sci e della montagna in senso lato stanno infatti ripagando pienamente i nostri sforzi. Inoltre la montagna del Friuli Venezia Giulia sta registrando ottimi risultati anche durante il periodo estivo. Stiamo investendo importanti risorse pubbliche per potenziare i punti ristoro, i parchi tematici per i bambini e, soprattutto, le strutture ricettive, ottenendo risposte rilevanti da parte degli imprenditori privati. Il nostro obiettivo è che le nostre località turistiche diventino sempre di più mete ricercate in virtù della qualità dell’offerta“.

Scritto da: Maria

Rate it

RPZ at Night

il notturno d Radio Punto Zero
0%