ascolta live streaming 
Home / News / In evidenza / Tutti pazzi per i Green Day: cronaca di un sold out annunciato

Tutti pazzi per i Green Day: cronaca di un sold out annunciato

Green Day live @ Arena Center Stožice di Lubiana (6.6.2017)

Doveva essere un sold out, e così è stato, e a giudicare da tutto quello a cui abbiamo assistito ieri sera, non poteva esserlo diversamente. A distanza di quattro anni dall’esibizione live nella stupenda Piazza dell’Unità d’Italia a Trieste, il punk rock dei Green Day ha fatto tappa con tutta la sua carica di energia all’ Arena Center Stožice di Lubiana, per uno show davvero indimenticabile. E il Revolution Radio Tour, che prende il nome dall’ultimo cd pubblicato dalla band statunitense nel 2016, è stato davvero un’occasione imperdibile – e non solo per la vicinanza di Trieste alla capitale slovena – per godersi l’esaltante esibizione di uno dei gruppi che vanta le maggiori vendite nella storia della musica e che, dal 2015, figura anche pieno titolo come membro della Rock and Roll Hall of fame. In perfetto orario e in un’arena gremita, il trio di Berkeley, supportato per questo tour da altri tre elementi, ha dato vita a un vero e proprio show nello show, continuando a pigiare per due ore sull’acceleratore senza risparmiarsi mai. A fare da autentico mattatore della serata è stato il front man della band, Billie Joe Armstrong, abile nel continuare a coinvolgere e infiammare i fans per il suo carisma e la sua simpatia, a tratti anche sfrontata ma comunque sempre assai divertente. E il divertimento, oltre naturalmente all’energia sprigionata dalla band e palpabile con mano, è stato il punto centrale della serata, per un gruppo punk rock che, oltre a divertire, ha dimostrato di sapersi anche divertire sul palco senza prendersi troppo sul serio. Durante il concerto infatti non sono mancate le sorprese, seppur per un copione oramai collaudato, come i fans chiamati sul palco a cantare o eseguire un pezzo alla chitarra, con tanto di ammaraggio successivo sul mare di folla ai piedi del palco, gli spruzzi degli idranti, o ancora i gadget sparati dallo stesso Billie Joe in ogni direzione verso il pubblico con un fucile a pompa giocattolo. E’ stata la musica, in ogni caso, la grande protagonista, pescando in un repertorio oramai trentennale che ha regalato botte di adrenalina con “Know your enemy”, “Holiday”, “St. Jimmy”, “Basket case” e “She ”, anche se le più apprezzate sono state probabilmente “Boulevard of Broken dreams”, “American idiot” e Jesus of suburbia”. Oltre ad alcune hits tratte dall’ultimo cd Revolution radio come “Bang bang”, “Youngblood e la stessa “Revolution radio”, non sono mancate neppure alcune cover in versione medley, quali “Satisfaction” degli Stones o “Hey Jude” dei Beatles, a dimostrazione che la bella musica – bella perché scalda il cuore – come quella pop e rock piuttosto che punk, non conosce tempo, divisioni di generi né confini. E dopo due ore trascorse ad alta velocità tra botti, fiammate e balli frenetici, nel parterre come sugli spalti, c’è pure il tempo per farsi coccolare da “Ordinary World” e “Good Riddance (Time of Your Life)”, eseguite alla chitarra acustica dal solo Billie Joe, per un ritorno a casa con la pace nell’anima, quella stessa anima continuamente strapazzata a ritmo di punk rock. Alla fine, si esce dall’arena con un’ inesauribile voglia di continuare a cantare e ballare, e persino di procedere all’acquisto di una maglietta o di un cd della band, tanta è stata l’allegria e la gioia che ci ha inondato per tutto lo show. La band statunitense, nell’ambito del tour europeo, farà tappa anche in Italia il 14 giugno a Lucca e il 15 a Milano, un’altra occasione imperdibile per poter dire “Vieni, questa sera usciamo pazzi, naturalmente con i Green Day!”

Roberto Alessio

Bohemian Rhapsody (Queen) e Blietzkrieg pop (Ramones) prima dell’inizio del concerto
Set list: Know Your Enemy-Bang Bang-Revolution Radio-Holiday-Letterbomb-Boulevard Of Broken Dreams-Longview-Youngblood-2000 light years away-Hitchin’ a ride-When I Come AroundMinority-Are We The Waiting-St. Jimmy-Knowledge-Basket Case-She-King For A Day-Medley-Still Breathing-Forever Now-American Idiot-Jesus Of Suburbia-Ordinary World-Good Riddance (Time of Your Life)

Prova anche

Il Salone GOOD ritorna a Udine

Il cibo è ancora più buono, lo acquistiamo e la prepariamo più volentieri se conosciamo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − otto =