Home / News / Un pò di musica, parole e lettura

Un pò di musica, parole e lettura

Una Terrazza, un po’ di musica nell’inconscio, un bar, un tavolino e vino, tanto vino.
La Terrazza, non la famosa Rotonda sul mare, è un luogo incantevole, a picco sul mare, proprio sopra Genova, dove Cosimo (Così per tutti) impiega due ore e mezza della sua esistenza a dialogare con sé stesso e con Olga, la cameriera moldava che lo serve al tavolo, per venire a capo di un suo malessere. Quattordici titoli di canzone, quattordici stati d’animo, quattordici spazi temporali fanno da sfondo alle riflessioni e ai pregiudizi di Cosimo che, immergendosi nel vino, nel buon cibo e nel sole di Genova, cerca di smussare e dare umanità al suo carattere aspro e acuminato e di renderlo comprensibile agli altri.

Così, in due ore ½” non è un libro di Musica, ma parla anche di Musica. Cosimo, il protagonista, nasce dal desiderio dell’autore di descrivere la persona servendosi di una sua personale interpretazione di alcune Canzoni italiane che gli hanno trasmesso una forma di “sentimento o condizione cognitiva”. Le Canzoni e i loro titoli sono stati, quindi, dei pratici vettori per dare spessore al carattere di Cosimo. Il protagonista è inconsapevole della loro esistenza, ma inconsciamente le interpreta, le gira e le rigira sottosopra, ne ruba le parole, o le emozioni, senza mai farne un’allusione diretta. Le Canzoni sono servite esclusivamente per farlo riflettere.
Un consiglio da parte dell’Autore? Ascoltate le Canzoni prima di leggere e buona lettura!

A raccontarci di più Andrea Russo autore del libro:

Prova anche

Giorgio Coslovich sulle note di OZ

Ospite a Punto Zero Caffè il musicista e compositore triestino Giorgio Coslovich per presentare il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 + 11 =