ascolta live streaming 
Home / News / Cultura Spettacoli / Cinema / Venezia, l'Italia non delude con i tre film in concorso

Venezia, l'Italia non delude con i tre film in concorso

di Alessandra Ressa

Applauditissimo oggi il terzo ed ultimo film italiano in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia, “Il giovane favoloso”, del regista Mario Martone, sulla vita travagliata del poeta di Recanati, un viaggio nelle vicende di uno degli intellettuali più celebri e illustri del nostro paese. Nei panni di Giacomo Leopardi uno straordinario Elio Germano, che è riuscito a stupire, far sorridere e commuovere, tanto che, a fianco dei noti ritratti sui testi scolastici, da adesso in poi Leopardi avrà un volto, e sarà quello di Germani. Al suo fianco, nei panni dell’amico fraterno Antonio Ranieri, l’affascinante Michele Riondino. Il film scorre bene sia sul fronte narrativo che nelle immagini grazie anche alla splendida fotografia affidata a Renato Berta.
Una scelta coraggiosa quella di Martone, in termini commerciali poteva infatti non essere una buona idea quella di puntare tutto su un personaggio della letteratura la cui vita, al di là del genio e della sofferenza interiore e fisica, non ha visto grandi colpi di scena facilmente proponibili sul grande schermo. Eppure il film ha convinto la critica.
E’ sempre più probabile dunque che anche quest’anno il nostro paese si porti a casa un riconoscimento. Ricordiamo infatti che questo è il terzo dei tre film italiani in concorso. Ieri abbiamo visto la bravissima Alba Rohrwacher a fianco dell’ americano Adam Driver nello straordinario “Hungry Hearts”, di Saverio Costanzo. Ha lasciato il segno anche “Anime Nere” di Francesco Munzi, un viaggio nel profondo della ‘ndrangheta.
Molte anche le opere italiane fuori concorso. E’ il caso di “Senza nessuna pietà” di Michele Alhaique, con Pierfrancesco Favino. Anche qui storie di malavita e di redenzione attraverso un’improbabile storia d’amore tra un gangster e una prostituta, interpretata da un’acerba Greta Scarano.
Si ride per non piangere infine nel docu-film “Belluscone, una storia siciliana”, di Franco Maresco, con il critico e storico cinematografico Tatti Sanguineti. Storia del rapporto politico e personale tra Silvio Berlusconi e la Sicilia. L’isola di Dell’Utri, Schifani, dello stallliere Mangano del travolgente successo amministrativo che nel 2001 segno’ l’apice del potere berlusconiano diviene in questo film osservatorio privilegiato da cui descrivere un’epoca e un fenomeno sociale attraverso interviste tra le più disparate, dai fedelissimi del cavaliere ai grandi accusatori, dai voltagabbana ai comuni cittadini.
I riflettori sono oggi tutti puntati sulle versioni integrali di “Ninphomaniac” volume I e II di Lars Von Triers, che vedrà ospite a sorpresa la bellissima Uma Thurman, con un ruolo piccolo ma portante nel film, come ha spiegato lo stesso regista.
Altro nome di rilievo del cinema americano che vedremo sfilare sul tappeto rosso questa sera, Bill Murray, in occasione della presentazione della miniserie HBO di quattro ore intitolata “Olive Kitteridge” e firmata da Lisa Cholodenko.
Questa sera sarà anche la volta dell’unico film giapponese in concorso, “Nobi” (Fires on the plain) di Shinya Tsukamoto, considerato il David Lynch giapponese. (Foto di Massimo Tommasini)

cast di hungry hearts2 elio germano

Prova anche

A Radio Chef… il gusto di Novembre

Nuovo appuntamento con Radio Chef 10 sulle frequenze di Radio Punto Zero per scoprire le ricette …