fbpx
play_arrow

Interviste

50° Settimana Sociale dei Cattolici in Italia: il tema Cultura. Intervista al teologo Giuseppe Lorizio.

today5 Luglio 2024

Sfondo
share close
AD
  • cover play_arrow

    50° Settimana Sociale dei Cattolici in Italia: il tema Cultura. Intervista al teologo Giuseppe Lorizio. Maria Musil


A Trieste, alla presenza del Presidente della Repubblica Italiana e del Cardinale Matteo Zuppi, Presidente della CEI, si sono aperti i lavori della 50a Settimana Sociale dei Cattolici in Italia, appuntamento che vedrà sui palchi allestiti nelle principali piazze della città interventi e personaggi illustri che animeranno le giornate fino al 7 luglio, data in cui è atteso l’arrivo di Papa Francesco con la celebrazione della Santa Messa in Piazza Unità. Tra i principali interventi quello di Monsignor Giuseppe Lorizio, noto teologo che ora svolge il ruolo di direttore dell’Ufficio Cultura del Vicariato di Roma e che sarà protagonista della tavola rotonda sul Codice di Camaldoli sabato 6 Luglio alle 15.00. Sarà possibile seguire la diretta sul canale Youtube “Pensare la Fede” a questo link: youtube.com

 

Con Monsignor Lorizio, ospite ai nostri microfoni in questa intervista, ci siamo soffermati sul tema scelto dalla Settima Sociale per quest’anno, “Al cuore della democrazia – Partecipare tra storia e futuro”, che, combinato con la scelta di inserire l’appuntamento nella città di Trieste vuole fortificarne il significato. Inoltre abbiamo dato uno sguardo agli obiettivi della Settimana Sociale, sul tema della Cultura e sull’arrivo di Papa Francesco che incontrerà i bambini di Gaza, momento molto significativo per la delicata situazione storica che stiamo vivendo.

 

Giuseppe Lorizio, biografia
Giuseppe Lorizio è nato il 13 novembre 1952, a Poggio Imperiale (FG), ordinato presbitero nel 1976, è incardinato nella Diocesi di Roma dal 1984, si è specializzato in Teologia fondamentale nel 1980 presso la Pontificia Università Gregoriana. Ha conseguito inoltre la Licenza in Filosofia alla Pontificia Università Lateranense. Dal 1981 al 2003 ha insegnato storia della filosofia e metodologia presso la Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale (sez. san Luigi), scolasticato nazionale della Compagnia di Gesù, Napoli. Presso tale istituzione ha anche svolto il ruolo di vice-direttore della rivista “Rassegna di Teologia”. Attualmente è professore emerito di Teologia fondamentale nella Facoltà di Teologia della Pontificia Università Lateranense. Ha insegnato tale disciplina anche nell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Ecclesia Mater”, di cui è stato preside dal 2003 al 2010. Cappellano di Sua Santità dal 23/07/1998 e Prelato d’onore di Sua Santità dal 25/06/2012.

 

Dal 2001 al 2013 ha diretto l’area internazionale di ricerca su problemi di teologia fondamentale in prospettiva ecumenica presso la Pontificia Università Lateranense. È membro del Comitato scientifico della “Rivista rosminiana di filosofia e di cultura”, dei “Simposi rosminiani”, della rivista “Studium” e della rivista “Lateranum”, che ha diretto dal 2005 al 2010 e di cui è stato di nuovo direttore dal gennaio 2015 per il successivo quinquennio. È stato per un decennio membro del Comitato nazionale per gli studi superiori di Teologia e di Scienze Religiose della Conferenza Episcopale Italiana. È editorialista di “Avvenire” e altre testate cattoliche, collabora con Tv2000, Radiovaticana e altre emittenti. Dal 1 marzo 2023 è direttore dell’ufficio Cultura del Vicariato di Roma. È assistente nazionale del Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale (MEIC) e membro ordinario della Pontificia Accademia di Teologia (PATH). L’intrecciarsi e il rincorrersi della ricerca filosofica e del sapere della fede costituiscono l’orizzonte della sua esperienza di ricerca, espressa in numerosi libri e saggi. In questa prospettiva da anni è impegnato nello studio della genesi del pensiero rosminiano.

 

Per saperne di più: pensarelafede.com


IntervistePodcast

Rate it
AD
0%