fbpx
play_arrow

Interviste

A Trieste l’omaggio musicale a Gabriel Fauré: il Trio Debussy e Simone Briatore in concerto al Miela

today19 Febbraio 2024

Sfondo
share close
AD
  • cover play_arrow

    A Trieste l'omaggio musicale a Gabriel Fauré: il Trio Debussy e Simone Briatore in concerto al Miela Maria Musil


È uno dei grandi Maestri della musica, il protagonista della serata in musica al Teatro Miela di Trieste in programma mercoledì 21 febbraio per il cartellone Cromatismi 3.0 dell’Associazione Chamber Music Trieste, curato dal direttore artistico Fedra Florit, ospite ai nostri microfoni per un’anteprima dell’appuntamento.

 

Gabriel Fauré, ha firmato partiture di genere: sacro (il Requiem), teatrale (Prometeo, Penelope e musiche di balletto e di scena), sinfonico, da Camera, e numerosissime Mélodies per canto e pianoforte insieme a molti brevi lavori pianistici. Furono suoi allievi, tra gli altri, Louis Aubert, Alfredo Casella e Maurice Ravel. Sarà ricordato nel centenario dalla sua scomparsa sul palcoscenico del Miela dal Trio Debussy, il più longevo italiano e uno dei rari Trii a “tempo pieno” nel panorama internazionale della musica da Camera, l’Ensemble cameristico che per primo ha conquistato il Premio Trio di Trieste, composto da Piergiorgio Rosso violino, Francesca Gosio violoncello e Antonio Valentino pianoforte, integrato da Simone Briatore, già Prima Viola nell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, dal 2009 impegnato nello stesso ruolo presso l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma. Nella camera acustica predisposta da SuonoVivo, la formazione si esibirà nel Quartetto in do min. per pianoforte e archi op.15 e nel Quartetto in sol min. per pianoforte e archi op.45 di Gabriel Fauré.

 

Il programma
Il Quartetto in do min. per pianoforte e archi op.15 fu composto da Fauré quando aveva trentun anni e nonostante la dignitosa posizione professionale conquistata – era Maestro di cappella alla Madeleine – si trovava ancora nella fase iniziale di quello che sarebbe stato un lunghissimo travaglio formativo. Si tratta di uno dei grandi risultati del compositore nell’ambito della produzione cameristica, e denota insieme l’adesione alla tradizione tedesca e un profondo rinnovamento. Di seguito il Quartetto in sol min. per pianoforte e archi op.45 si caratterizza per la maggiore maturità compositiva, evidente nell’intensificazione della raffinatezza armonica, nella sottigliezza con cui sono interpretate le strutture formali, nell’altro grado di coesione costruttiva conferito alla scrittura.

 

Biglietti e info
Biglietti presso TicketPoint Trieste, info acmtrioditrieste.it.

 


IntervistePodcastTeatro

Rate it
AD

RPZ at Night

il notturno d Radio Punto Zero
0%