fbpx
play_arrow

Interviste

Cromatismi 3.0, al Teatro Miela di Trieste arriva la pianista Gile Bae

today5 Febbraio 2024

Sfondo
share close
AD
  • cover play_arrow

    Cromatismi 3.0, al Teatro Miela di Trieste arriva la pianista Gile Bae Maria Musil


Intervista alla direttrice artistica della Chamber Music Trieste, Fedra Florit.

 

È una delle più amate pianiste del nostro tempo, Gile Bae, la protagonista del secondo concerto stagionale di Cromatismi 3.0, il cartellone cameristico di Trieste firmato dall’Associazione Chamber Music Trieste: mercoledì 7 febbraio alle 20.30 al Teatro Miela, riflettori sull’assolo della pianista olandese che proporrà un focus sul “Preludio”, enucleato intorno a Johann Sebastian Bach con le celeberrime Toccata in do minore BWV 911 e Toccata in mi minore BWV 914, e sui non meno noti 24 Preludi di Frédéric Chopin. Una performance che si preannuncia imperdibile, per applaudire un’artista diretta da numi tutelari della musica come Vladimir Ashkenazy e nominata “Bösendorfer Artist” a Vienna. La ascolteremo a Trieste nell’eufonica camera acustica predisposta da SuonoVivo, con il sostegno dei Soci e della Fondazione CRTrieste, intorno a un compositore che l’ha molto impegnata nelle ultime stagioni: recentemente è uscito il disco audio e video con i Concerti di Bach, inciso insieme agli Archi di Santa Cecilia di Roma, insieme a un ulteriore disco dedicato a musiche d Bach e Schumann, pubblicato da Warner.

 

Grande star del pianismo internazionale, Gile Bae, dal 2018 è artista Bösendorfer. Al Teatro Olimpico di Vicenza è rimasta memorabile la sua esecuzione delle Variazioni Goldberg di J. S. Bach. A Trieste si esibirà in un programma incentrato sulla “mitica” Toccata in do minore BWV 911 di Bach, fra le più ricche ed articolate del genio tedesco, con la sua contrapposizione tra passi solistici e altri più complessi, di rigoroso contrappunto. Si prosegue con la declinazione del Preludio e Fuga nella produzione bachiana, per culminare nella Toccata in mi minore. La seconda parte del concerto sarà dedicata invece a Frédéric Chopin e ai suoi 24 Preludi op.28, un caso unico nella straordinaria produzione pianistica di Chopin per concentrazione, immediatezza, soluzioni armoniche spericolate.

 

La Stagione 2024 dell’Associazione Chamber Music è sostenuta dal MIC– Ministero della Cultura con la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, Banca Mediolanum, Suono Vivo – Padova e Zoogami. Biglietti e info su: acmtrioditrieste.it


IntervistePodcastTeatro

Rate it
AD

RPZ at Night

il notturno d Radio Punto Zero
0%