play_arrow

Podcast

Itinerari FVG, sui luoghi di Pier Paolo Pasolini a Casarsa

today27 Aprile 2022

Sfondo
share close
AD
  • cover play_arrow

    Itinerari FVG, sui luoghi di Pier Paolo Pasolini a Casarsa Maria Musil


Nuovo viaggio con Itinerari FVG alla scoperta del Friuli di Pier Paolo Pasolini. Da Casarsa della Delizia con Chiara Cardi ambassador di PromoTurismo FVG un itinerario che comprende alcuni dei luoghi particolarmente significativi per lo scrittore e la sua formazione. Qui la puntata completa:

LA VISITA
La visita guidata “Sui luoghi di P.P. Pasolini a Casarsa” è organizzata da Promoturismo FVG. È una visita che si tiene con cadenza settimanale ogni domenica, dura all’incirca due ore e grazie ad una guida si ha l’occasione di scoprire i luoghi significativi per Pier Paolo Pasolini e la sua formazione, disponibile in italiano e inglese.

  • A Casarsa della Delizia si può visitare la casa materna, oggi sede del Centro Studi Pier Paolo Pasolini. Pasolini amava anche la pittura e il Centro custodisce infatti i suoi dipinti a china.
  • La seconda tappa è la chiesetta di Santa Croce, con gli affreschi di Pomponio Amalteo che proprio Pasolini, aiutato dai ragazzi di Casarsa, cominciò a pulire e restaurare. Qui c’è anche la lapide che ricorda l’incursione dei Turchi nel 1499 e che fu d’ispirazione per il dramma teatrale I Turcs tal Friûl.
  • Non distante, il piccolo borgo di Versuta con la bella chiesa di Sant’Antonio Abate testimonia l’esperienza di Pasolini durante gli anni della Seconda Guerra Mondiale: qui nacque l’Academiuta di Lenga furlana, quasi un salotto letterario a cui partecipano Pasolini e vari amici che si propongono di valorizzare la lingua friulana conferendole dignità letteraria.
  • La chiesa di Versuta, la vicina roggia Versa e la campagna circostante sono stati rievocati e celebrati da Pier Paolo Pasolini nelle sue Poesie a Casarsa.
  • La piccola frazione di San Giovanni di Casarsa, invece, è legata all’impegno politico del poeta, che qui faceva affiggere i manifesti murali, da lui stesso ispirati, scritti intrisi di forte polemica politica in italiano e in friulano.
  • Infine, visita alla tomba del poeta nel cimitero di Casarsa (all’entrata sulla sinistra) dove i visitatori rendono omaggio al Poeta leggendo le sue poesie.

Per partecipare alla visita è richiesta la prenotazione ed ha un costo di 10,00€ a persona (gratis con FVGcard e i minori di 12 anni), si può prenotare o all’ufficio turistico di Pordenone in via Mazzini 2 o tramite il sito www.turismofvg.it nella sezione cosa fare > shop delle esperienze. Per il trasferimento a Versutta, San Giovanni e al cimitero è necessario spostarsi autonomamente in auto. Per ulteriori informazioni si può contattare l’ufficio turistico di Pordenone via e-mail: [email protected] o tramite telefono: 0434 520381

Calendario 2022
Dal 6 marzo al 26 giugno tutte le domeniche alle 15.00
Dal 3 luglio al 28 agosto tutte le domeniche alle 10.00
Dal 4 settembre al 30 ottobre tutte le domeniche alle 15.00
Dal 1 novembre al 18 dicembre tutte le domeniche alle 10.00

Il Friuli di Pier Paolo Pasolini
In origine c’è Casarsa: è il paese della madre, dove Pier Paolo Pasolini trascorre alcuni anni della sua infanzia e tante vacanze estive. Ma anche alla fine c’è Casarsa, nel cui cimitero lo scrittore riposa assieme ai suoi familiari. Nel mezzo, una vita dedicata a scrivere e pensare, dove il Friuli è presente nei ricordi, nel legame con la madre, nella lingua. Sono in friulano le prime poesie, pubblicate nel 1942 e dedicate a Casarsa, la raccolta La meglio gioventù, il primo dramma teatrale I Turcs tal Friùl (I Turchi in Friuli), pubblicato nel 1976 ma scritto nel maggio del 1944. Nemmeno il Pasolini regista dimentica questi luoghi: qui, nella laguna di Grado, è ambientato Medea, il film che ha come protagonista Maria Callas.

Fonte: www.turismofvg.it

Per rimanere sempre aggiornato su tutte le news del Friuli Venezia Giulia, seguici sul canale Telegram o inviaci un whatsapp o Telegram

La puntata da riascoltare:


Podcast

Rate it
AD
0%