ascolta live streaming 
Home / News / 101 Eventi / A Pordenone Fiere ritorna la Mostra del Disco

A Pordenone Fiere ritorna la Mostra del Disco

Gli affezionati della Fiera del Disco attendono con ansia l’appuntamento di Pordenone, in cui si radunano i più grandi estimatori italiani e diversi importanti espositori stranieri. Sono attesi oltre 100 espositori da tutta Europa (Olanda, Germania, Slovenia, Austria, Francia, Croazia, Ungheria). Il settore collezionistico di tutta Europa si ritroverà presso la Fiera di Pordenone nei giorni sabato 25 e domenica 26, dalle 10.00 alle 19.00 durante la storica 30a edizione per trovare, scambiare, o anche solo ammirare i pezzi migliori, vinili, cassette magnetiche, gadget, memorabilia preziose, libri e riviste legate al mondo della musica.

Ai microfoni di Radio Punto Zero, media partner dell’evento, per raccontarci alcuni aneddoti e curiosità in più su questa nuova edizione della Mostra del Disco, Attilio Perissinotti:

Nonostante la rivoluzione digitale, nonostante l’iperconnessione e l’immaterialità , il vinile sopravvive! Il RIAA (Recording Industry Association of America) evidenzia come nel 2019 le vendite del vinile abbiano superato quelle del cd incrementando i ricavi del 13%.
Lanciato ufficialmente nel 1948 dalla Columbia Records negli Stati Uniti, in sostituzione del disco a 78 giri, continua dunque la parabola ascendente del vinile. Appassionati di tutto il mondo sono disposti a pagare sempre di più pur di accaparrarsi copie uniche o introvabili. L’album dei record, battuto all’asta al prezzo più alto di sempre, è stato venduto nel 2015 per 2 milioni di dollari ed è Once Upon a Time in Shaolin del Wu-Tang Clan. Il disco è stato addirittura venduto con una clausola ben precisa: vietato rivenderlo per cento anni.
Per la “Generation x”, una nuova primavera, un ricordo che diventa voglia di comprare o ricomprare gli eroi su vinile dei bei tempi. E incredibilmente, nei negozi di elettrodomestici sono ricomparse le puntine per i giradischi, ed è caccia allo stereo vintage, alle enormi casse che riempivano le stanze degli adolescenti ed a tutti gli accessori connessi.

Sicuramente qualche espositore esibirà vecchi stereo portatili, o combo degli anni’80; sarà anche un’occasione per chiedere consigli, scambiarsi indirizzi di appassionati che vendono quel Pioneer che pare uscito dalla fabbrica o quel vecchio Akai un po’ malandato…
Ma la Mostra del disco di Pordenone, non è solo vinile, cd e stereo; come ogni anno ci saranno moltissime memorabilia, poster d’epoca, riviste del settore, libri specializzati , t-shirt, rock-toys,…..alla fine si torna sempre a casa con qualcosa.
Quello che è la Mostra del disco, alla fine, è una grande agorà dove un po’ massoni, un po’ nostalgici, ci si trova già da 30 anni con vecchi amici, con personaggi oramai storici per discutere, confrontarsi e vivere questa cosa immensa che è l’amore per la musica.

Prova anche

#iocomproFVG: occhio alle imitazioni

Purtroppo non è un pesce d’aprile: la campagna avviata dall’agenzia di cluster regionale Agrifood Fvg …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 + 10 =