ascolta live streaming 
Home / News / Aspettando l’anno nuovo con Radio Chef

Aspettando l’anno nuovo con Radio Chef

Siete pronti per iniziare un nuovo anno con gusto? Allora allacciate i vostri grembiuli perchè parte l’ultimo appuntamento dell’anno con Radio Chef 10, la rubrica di cucina di Radio Punto Zero dedicata alle ricette degli ascoltatori. In questa puntata tanti consigli per ricominciare con semplicità dopo le feste anche per quanto riguarda la tavola: vi accompagneremo a scoprire alcune ricette per non sprecare gli avanzi delle feste e utilizzarli in modo gustoso e per condividerle con i vostri cari. E poi l’anno nuovo va accolto con un goloso abbraccio e magari ricercando un pizzico di fortuna… scoprite con noi gli  da portare in tavola durante la notte magica di Capodanno! Tante ricette, consigli e novità sul mondo della cucina vi aspettano in questa puntata tutta da riascoltare! E poi non perdetevi il primo appuntamento nel nuovo anno targato Radio Chef: sabato 8 Febbraio vi aspettiamo con lo Show Cooking finale di questa decima edizione al Centro Commerciale CittàFiera di Martignacco con tanti omaggi, tante novità e tante ricette!

Volete partecipare anche voi e condividere la vostra ricetta? Vi basterà mandare un mail all’indirizzo [email protected] con la vostra migliore ricetta oppure passare a trovarci nel nostro stand in tutte le più importanti manifestazioni della regione. Dal primo piatto al secondo, dall’antipasto al dolce aspettiamo tutte le vostre creazioni!
Le ricette più belle selezionate durante questa nuova edizione riceveranno tantissimi omaggi offerti dai nostri sponsor e naturalmente il titolo di Radio Chef!

 

RICETTE DELLA SETTIMANA
Partiamo subito con delle idee “post-feste”… infatti le ricettine che vi proponiamo qui risultano perfette per utilizzare gli avanzi delle feste e per ripartire in questi giorni con un pò più di leggerezza!

POLPETTE DI VERDURE di Maria Rosa De Grassi di Belvedere di Aquileia

INGREDIENTI: spinaci lessi, carote lesse, zucchine lesse, 1/2 uova, formaggio Grana, pangrattato, sale e pepe.
PROCEDIMENTO: Frullate le verdure, aggiustate di sale e pepe, aggiungete le uova, il formaggio grattugiato e il pangrattato. Formate quindi le polpette e passatele nel pangrattato. Mettetele in una teglia su carta da forno con un filo d’olio e infornate per 15/20 minuti a 180°. Potete servirle calde per un buon piatto o fredde per un simpatico antipasto a buffet!

 

INSALATA DI FINOCCHI E POMPELMO ROSA di Marilena Gressani

PROCEDIMENTO: Tagliate finemente il finocchio e pelate a vivo il vostro pompelmo rosa, quindi tagliatelo a pezzetti. Preparate poi una vinagrette con olio EVO, 1 cucchiaio di aceto di vino bianco, 1 cucchiaio di senape di Digione, 1 cucchiaio di miele e sale. Condite la vostra insalata e spezzettate sopra alcuni pezzi di mandorle non pelate e precedentemente tostate.

LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DURANTE LE FESTE
E poi durante le feste è importante ricordarsi di rispettare e aiutare anche l’ambiente riciclando i nostri rifiuti. Cercate quindi di ridurre tutti gli imballaggi voluminosi in cartone e conferiteli nei contenitori appositi; la carta da regalo invece dorata e argentata solitamente va riposta nel contenitore dell’indifferenziata insieme ai nastri e fiocchi colorati, ma se in buona condizione provate a riutilizzarla per altri regali o per qualche lavoretto fatto a mano insieme ai più piccoli. Anche gli imballaggi in plastica o polistirolo, spesso utilizzati per il confezionamento di oggetti tecnologici, sono da differenziare, se di grandi dimensioni contattate il centro di raccolta del vostro comune per scoprire come agire al meglio. Tutti i giocattoli non elettronici come macchinine, pupazzi anche se di plastica vanno invece nella raccolta indifferenziata e se in buone condizioni si possono sempre donare ad associazioni benefiche. Ricordate infine per i vostri prossimi festeggiamenti che per preparare le vostre tavole è sempre meglio utilizzare il vetro, amico dell’ambiente e riciclabile al 100% e all’infinito.

L’ACQUA DELLE FESTE
Parlando poi di vetro non dimentichiamoci che anche scegliere una bottiglia in vetro rispetto a quelle in plastica è assolutamente da preferire. E in questo ci aiuta Acqua Dolomia con le sue eleganti bottiglie da portare in tavola in questi giorni di festa ma anche durante tutto l’anno. L’Acqua Dolomia nasce dalle nevi perenni e riposa per decenni a contatto con la roccia dolomia, dalla quale assume oltre al nome anche i più nobili componenti. Acqua Dolomia è l’acqua giusta pronta ad accompagnarci in ogni momento della giornata ed è adatta a tutti dai più grandi ai più piccini grazie alle sue ottime caratteristiche: ha infatti un basso contenuto di sodio,  è ricca di ossigeno e minerali buoni, ha un colore cristallino, è leggera e favorisce l’equilibrio ed il benessere del nostro organismo.  Scoprite tutte le sue speciali caratteristiche e qualità che la contraddistinguono su: www.acquadolomia.it Portate le speciali bottiglie in plastica riciclata sempre con voi anche grazie al pratico formato da borsa!

 

PER INIZIARE CON GUSTO L’ANNO NUOVO CI VUOLE L’UTENSILE GIUSTO
In questi giorni sarete sicuramente molto presi dai preparativi del Capodanno, dal menù, alla tavola, agli ospiti, alla casa…  per presentare i vostri piatti speciali al meglio durante il Cenone, ma anche per tutte le decorazioni e i lavori fai da te per iniziare al meglio l’anno nuovo il nostro consiglio per avere sempre un alleato a portata di mano è quello di scegliere la qualità e la professionalità degli utensili di Affilautensili Natisone!  Potrete trovare tutti i vostri utensili per qualsiasi tipo di attività, dalla cucina, all’hobbistica, al giardinaggio, alle attività più tecnologiche. Cosa li contraddistingue? Naturalmente qualità elevatissima del prodotto, ma anche cura artigianale e precisione delle lavorazioni di ogni tipo di utensile, unita ad una accurata selezione delle migliori aziende produttrici, sempre nel massimo rispetto e considerazione nei confronti del proprio cliente. Affilautensili Natisone lo potete trovare nella strada Cividale per Olèis presso la zona artigianale Leproso di Premariacco. Visitate il sito e scoprite di più su tutti i prodotti: www.affilautensili.com

 

PANETTONE O PANDORO?
Voi quale preferite? Prima di passare a tutte le idee per gli ultimi regali e per il Cenone di Capodanno non potevano mancare i consigli per riutilizzare le ultime fette di Panettone o Pandoro rimaste in casa! Potreste ad esempio dilettarvi in un simpatico Gelato Natalizio: preparate la base del gelato alla crema e unite dei pezzi di panettone o se preferite di pandoro e passate tutto con il frullatore: fate attenzione che il composto rimanga abbastanza denso e non liquido. Accendete la macchina del gelato e una volta finito di fare il suo lavoro gustate in compagnia! Un’ottima idea sono anche i French Toast al gusto Pandoro o se amate i canditi anche al Panettone: sbattete del latte (circa 100 ml) con un uovo e immergetevi dentro le vostre fette. In una padella fate rosolare 50 g di burro e lasciate cuocere fino a doratura i vostri French Toast. Servite caldi e cosparsi di zucchero a velo e frutta fresca! Infine perchè non provare un dolce Affogato al Panettone: mettete sul fondo di una ciotola una fetta di panettone, una pallina di gelato e versate il caffè americano tiepido o della cioccolata calda, da leccarsi i baffi!

 

UN BRINDISI AL PROFUMO DI WHISKY
Non poteva mancare anche questa settimana l’appuntamento con l’Old London Pub di Trieste! Il nostro Alessandro questa settimana ci propone i suoi abbinamenti culinari con il puro Whisky scozzese. Via libera quindi a frutta fresca, frutta secca, come le noccioline, e l’immancabile cioccolato con un’alta percentuale di cacao… ma perchè abbinare un whisky ad un prodotto alimentare? Sicuramente una motivo è l’esaltazione che l’abbinamento può dare alla bottiglia, ne riesce infatti a delineare al meglio il gusto. Per scoprire di più riascoltate il nostro Alessandro nella puntata qui sotto.
Nato nel 1995 il pub di via Caprin 17 a San Giacomo a Trieste propone oltre 200 etichette con degustazioni guidate abbinate ai pasti e serate a tema per tutti coloro che vogliono scoprire e assaporare il gusto di questa specialità seguiti da dei professionisti. Per iniziare al meglio l’anno nuovo con un buon brindisi o per regalare qualcosa ai vostri amici non dimenticate una buona bottiglia di Scotch Whisky Single Malt che potrete trovare direttamente nel negozio del pub o su oldlondonpub.net con consegne gratuite a Trieste. E poi l’Old London Pub vi aspetta ogni sera dalle 18 all’01 per una cena speciale, una buona birra, per festeggiare e naturalmente per gustare un buon Whisky!

 

UN NUOVO ANNO DA TRASCORRERE GUSTOSAMENTE IN CUCINA
In questa ultima puntata del 2019 parliamo di buoni propositi e in particolare della cucina, quella che tutti sogniamo. La cucina infatti è un luogo importante, è il punto che rappresenta un pò noi stessi e la nostra famiglia con tutte le sue tradizioni in questi giorni di festa  La cucina è il luogo dove creiamo, dove condividiamo, mangiamo, parliamo, studiamo, lavoriamo; è il luogo che crea un pò la nostra storia, come quella che scrive anche la Fabbrica di Cucine Snaidero di Majano che da settant’anni accompagna le nostre giornate e la nostra vita. La cucina poi è un luogo da non sottovalutare, in particolare in questi giorni: è qui che accoglierete i vostri cari durante i festeggiamenti, dove brinderete, festeggerete e preparerete i piatti della tradizione ed è qui che scriverete un nuovo anno di storia, la vostra. #Thekitchenistheplace è l’hashtag  nato per raccontare a tutti i tanti modelli di cucine Snaidero attraverso le parole, i gesti e le emozioni di chi le vive tra cui tanti testimonial e influencer. Questo spazio infatti deve essere qualcosa di unico, raccontare la nostra identità e avere un suo carattere. Anche voi potete partecipare e condividere il vostro modo di vivere la cucina grazie alla App “Snaidero” facilmente scaricabile dal sito thekitchenistheplace.snaidero.com

 

CIBI PORTAFORTUNA PER ASPETTARE L’ANNO NUOVO
E voi lo sapete quali sono gli ingredienti da portare in tavola durante il Cenone di Capodanno per cercare di essere più fortunati nell’anno che verrà? Innanzitutto partiamo dalle lenticchie, immancabili sulla tavola della notte di San Silvestro: la loro forma tonda e appiattita ricorda le monetine, ed ecco perchè mangiarle in quantità significa avere un anno di ricchezza. Buona sorte la porta anche l’uva, in Spagna e Messico è tradizione mangiare 12 acini d’uva allo scoccare della mezzanotte perchè ad ogni chicco corrisponde un mese del nuovo anno per il quale ci si augura buona sorte. Fin dall’antichità l’uva è sinonimo di ricchezza e un detto vuole “Chi mangia uva a Capodanno, conta i quattrini tutto l’anno!”, un’occasione da non farsi sfuggire. Un altro rito portafortuna è mangiare i fagioli neri, tradizione che arriva dalla parte meridionale degli Stati Uniti: questi si cucinano insieme a riso, cipolla e delle fettine di bacon. Se invece state pensando di ampliare la famiglia è da preferire il melograno: nella mitologia greca e romana, la pianta e il frutto erano infatti considerati sacri perchè amati dalle dee Venere e Giunone, simbolo di fertilità e ricchezza, che spesso venivano rappresentate con un melograno in mano. E poi ci sono le verdure verdi che fanno guadagnare più verdoni, perchè ricordano il colore dei dollari. Fanno parte anche della simbologia portafortuna i noodles che arrivano dalla tradizione cinese e giapponese dove vengono ritratti come simbolo della longevità, ecco perchè quando li cucinano fanno molta attenzione a non romperli e preferiscono saltarli piuttosto che rigirarli con i forchettoni. Un altro aiutante contro i guai è il famoso peperoncino, il cornetto rosso, amuleto diffuso a Napoli, dove nell’età neolitica gli abitanti delle capanne appendevano sulla porta delle corna di animali simbolo di fertilità e potenza. Quando il peperoncino venne importato dal Sud America nell’Italia Meridionale fu immediatamente associato a questo tipo di amuleti. E ancora fa molto bene perchè porta abbondanza il nostro riso, l’ideale sarebbe un bel risotto ma va anche bene portare in tavola una manciata di riso crudo da spargere sulla tovaglia. E infine chiudiamo con il maiale che sotto forma di cotechino, arrosto o altre preparazioni, non dovrebbe mai mancare sulla vostra tavola se siete scaramantici. In Austria, Ungheria, Spagna, Portogallo e Cuba infatti il maiale simboleggia il progresso perchè è un animale che non cammina mai all’indietro.

FORTUNA E GUSTO DA CONDIVIDERE IN TAVOLA
E poi se non siete solo scaramantici ma amate comunque il gusto della tradizione e del buon prosciutto per i vostri antipasti del Cenone di Capodanno vi aspettano i gustosi prodotti del Salumificio Sfreddo. Tra le tante idee vi proponiamo il Persuto Rostì, un prosciutto arrosto derivato dalla lavorazione post-cottura di fiammatura di un “Praga con Osso”. Al caratteristico sapore di questo prosciutto tipico, si unisce la particolarità data dall’aspetto bruno, quasi nerastro, di questo prodotto che così elaborato rappresenta una “chicca” fra le produzioni dell’azienda Sfreddo. Senza glutine, senza derivati del latte e senza glutammato monosodico. Un’altra gustosa idea è condividere un bel piatto di Arrosto Grangusto, un trancio di porchetta alla romana composto da lonza di maiale arrotolata in due pancette tipo “delicatesse”, quindi molto magre. Durante la zangolatura vengono aggiunti aromi vari e vino bianco; e poi la lenta cottura a vapore viene seguita da una rapida arrostitura ad elevata temperatura.  La Famiglia Sfreddo festeggia oltre 50 anni di amore, orgoglio e passione per il proprio lavoro, è stato avviato nel 1968 da Giorgio e Luciana Sfreddo che hanno da subito iniziato una lunga ricerca del buongusto nella qualità dei loro salumi partendo dalla materia prima sino al prodotto finito con attenzione a tutta l’intera filiera conciliando attenzione, cura manuale e rispetto per la tradizione. Scoprite il gusto di tutti i prodotti e scegliete il vostro preferito da portare in tavola sul sito: sfreddo.it

 

BIRRA ARTIGIANALE A CAPODANNO, BIRRA ARTIGIANALE TUTTO L’ANNO
E’ il momento di brindare all’anno nuovo e noi di Radio Chef insieme a Martina Campagnolo vogliamo brindare con voi con una buona birra artigianale della Birreria Artigianale Campagnolo. La conoscete la birra Neverin? L’abbiamo designata come la birra delle feste! E’ una birra rossa, doppio malto della tipologia Scottish Ale, prodotta con malti e luppoli inglesi. Viene definita come “L’elisir dell’uomo duro”  perchè è infatti una birra piuttosto forte attorno ai 7,5°. Il gusto è molto rotondo e avvolgente, si adatta bene a piatti pesce e dessert soprattutto se al cioccolato. Tutte le birre Campagnolo si distinguono per materie prime di qualità, maturazioni lunghe, fermentazione in bottiglia e affinamento a temperatura controllata. Il nome di ciascuna birra rende omaggio alla Bora, che da sempre regna sovrana a Trieste e che con i suoi “refoli” decide il buono e il cattivo tempo. Sono nate così: Bora Ciara (Weizen), Borin (Pils), Bora scura (Speciale Rossa Monaco), Neverin (Ale rossa doppio malto) e Refolo (Ceca); a cui si sono poi aggiunte Striga (Ale chiara doppio malto, IPA), Millefiori (chiara al miele) e Capriccio di Bacco (speciale orzo e mosto d’uva). Dal produttore al consumatore la Birra Campagnolo vi aspetta con tante idee regalo dal lunedì al venerdì, dalle 08.00 alle 19.00 presso il punto vendita in Strada delle Saline 30, a Muggia!

L’APERITIVO PORTAFORTUNA
Tra le tante idee aspettando questo 2020 vi proponiamo un’aperitivo per chi è invece vuole unire gusto e fortuna ma questa volta nel bicchiere! Potete provare a preparare l’aperitivo portafortuna con uva e melograno, semplice ma di grande effetto. Vi serviranno: un grappolo d’uva bianca, un grappolo d’uva rosa, 1 melograno, ghiaccio, 3 cucchiai di zucchero, mezzo litro di Ginger Ale, mezzo bicchiere di Grand Marnier e un litro di vino bianco frizzante. Iniziate sgranando il melograno, dividete i chicchi, lavate l’uva e staccate i suoi acini che poi andrete a lavare asciugare. Prendete quindi una caraffa: mettete l’uva e il melograno e aggiungete il Ginger Ale, il Grand Marnier, il ghiaccio, lo zucchero e mescolate. Per ultimo unite il vino bianco frizzante e mescolate nuovamente. Tenete l’aperitivo in frigo e toglietelo solo all’ultimo per servirlo ai vostri ospiti. Cin-cin!

Non dimenticate di curare l’aspetto dei vini per il vostro Cenone: il nostro consiglio è quello di affidarvi alla qualità e al gusto dei vini dell’azienda agricola Paradiis, fondata alla fine dell’800 a Paradiso, piccola frazione del Comune di Pocenia. Su questo territorio ricco di storia, cultura ed enogastronomia, l’azienda Paradiis ha sviluppato con dedizione la sua storia fino ad oggi, impegnandosi a coltivare uve di qualità utilizzando le più aggiornate conoscenze in materia di vinificazione. Il titolare Emiliano Subacchi, giovane appassionato enotecnico, con la sua passione e competenza, ha saputo modernizzare e trasformare l’azienda rendendola una delle realtà vitivinicole più interessanti del medio Friuli Venezia Giulia. Per trovare il vino perfetto per voi e per le vostre tavole di Capodanno, accanto alla cantina dove vengono prodotti, stoccati, curati e imbottigliati i vini troverete la sala di vendita e degustazione, “L’ultimo Paradiso”, dove vi aspettano anche ottimi salumi e stuzzichini tipici, per un pò di relax in compagnia del gusto. Un’idea per il vostro Cenone che faccia sia da aperitivo che da tutto pasto può essere la Ribolla Gialla Paradiis, un vino interessante autoctono, dal perlage molto fine e persistente. Questo vino è cristallino al naso, intenso con sentori di pesca noce e floreali in genere. In bocca è piacevole, armonico e persistente. Perfetto in abbinamento a pesce e crostacei, da servire a una temperatura di 8-10°. L’Azienda Paradiis vi aspetta anche a Trieste in via Udine 44/a con tante tipologie di vini ma anche di spumanti e specialità tipiche della nostra terra. Scoprite di più sul sito: paradiis.it

 

UN LUMINOSO PERCORSO VERSO L’ANNO NUOVO
Non dimentichiamoci che l’anno nuovo va sempre accolto con uno spirito diverso, magari con un pò di luce in più che illumini la vostra serata e il percorso verso il vostro futuro. Potreste aggiungere alla tavola imbandita delle luci bianche in modo da rendere l’ambiente più armonioso, più caldo, più classico per accogliere con affetto i vostri ospiti! E poi naturalmente vi serviranno tutti gli attrezzi per creare i vostri piatti speciali, ma… dove trovarli? Tranquilli, dalla pentola al pirottino vi aspetta Arte Giardino! Il vostro negozio di fiducia lo trovate a Reana del Rojale sulla strada statale Udine-Tricesimo con tantissime idee per la vostra casa, il giardino, le feste, ma anche per preparare la tavola, per la cartoleria, i giocattoli e molto altro ancora, oltre 10 mila articoli nel segno della qualità e della convenienza. Aprite il vostro nuovo anno con gioia, scoprite di più sul sito: www.artegiardino.net

 

IL GUSTO DELLA MONTAGNA VI ASPETTA DA DAWIT
Ad accogliere l’anno nuovo ci accompagna anche il Dawit, il luogo più gustoso per la vostra pausa speciale in montagna!  A Camporosso ad accogliervi con gusto e calore Benvenuta che anche questa settimana è insieme a noi per portarci a scoprire la magia e la tradizione del piatto speciale del Dawit, fondato 62 anni fa: Die Jause, la merenda. Volete scoprire di più? Riascoltate la puntata dove Benvenuta ci ha ingolosito con le sue gustose parole.
Per una ricarica di energia non perdetevi il gusto di una vera colazione mitteleuropea o di uno spuntino dolce e salato con ingredienti tipici della tradizione: croissant, torte, crostate, spremute fresche, ma anche salumi e formaggi della tradizione italiana, affettati al momento nelle combinazioni che più preferite, accompagnati dal fragrante pane fresco e da variegate salse e mostarde, una festa di colori e sapori! E poi il pranzo ideale di metà viaggio o il ristoro che precede il ritorno a casa dopo una salutare giornata di sport. Il tutto preparato sempre con grande amore e cura. Nella cantina potrete trovare più di 300 etichette di vini italiani e una completa collezione di grappe e distillati che si arricchisce continuamente con prodotti nuovi e originali.

Prova anche

Chiude con successo a Trieste il tour di Cristicchi

Chiude a Trieste con una standing ovation il tour “Abbi cura di me”di Simone Cristicchi. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 + diciotto =