Home / #Barcolana53 / BARCOLANA 53 – Eurosail, un viaggio dove nascono le vele

BARCOLANA 53 – Eurosail, un viaggio dove nascono le vele

Intervista a Gianni Faiman di Eurosail:

Siamo stati per voi dove nascono le vele e dove ci si prende cura di loro, siamo nella veleria di Eurosail con Gianni Faiman, qual è la vostra storia?
La veleria è stata fondata a Trieste da me e da Roberto Vencato, ex olimpionico di 470 e allenatore nazionale italiano di vela, quasi trent’anni fa, sono passate parecchie Barcolane da allora. La nostra è un’attività artigianale ma abbiamo sempre cercato di investire nella tecnologia, infatti siamo stati i primi a progettare le vele con il computer e a tagliarle con il plotter quando ancora Internet non esisteva. Abbiamo sempre cercato di fornire il meglio ai regatanti, i prodotti top di tecnologia, dalla Coppa America del ’92, vinta da America³, abbiamo portato qua per la prima volta il cuben fiber, materiale con cui abbiamo fatto le vele del Trappola. Il mercato è cambiato in tutti questi anni di Barcolana, sono cambiate un po’ di tecnologie, con nuove barche più grandi ed equipaggi più ridotti, c’era l’esigenza di avere delle vele più leggere e performanti, quindi sono nate le vele da regata a membrana, che ancora oggi sono le più attuali anche se sono leggermente cambiate negli anni nella costruzione e nella metodologia. Continuiamo con le sperimentazioni per cercare di migliorare sempre il prodotto. Una parte molto importante del nostro lavoro sono la manutenzione e le riparazioni: le emergenze tra una regata e l’altra capitano spesso, piccoli incidenti, piccole rotture per cui dobbiamo essere sempre pronti a dare un servizio, soprattutto in questo periodo di Barcolana.

Di Barcolane voi ne avete vissute tante…
Si, ne abbiamo vissute tante, abbiamo seguito tanti clienti, il bello della Barcolana è che è una festa e nasce come festa del mare, del vento e delle vele, dopo c’è anche l’aspetto agonistico che negli ultimi anni è andato aumentando perché con gli sponsor e i maxi yacht c’è un certo interesse. In realtà dietro la Barcolana ci sono mille piccole sfide tra amici, tra società, tra pontili e poi il fatto di partecipare in mezzo a tanti campioni e a barche rinomate. È una bella festa.

Buttate anche un occhio alla classifica di chi ha scelto le vostre vele?
A fine Barcolana una classifica nostra la facciamo sempre e poi ringraziamo i clienti che hanno fatto delle belle prestazioni tenendo alto il nostro nome.

Un augurio per la regata?
Che sia una bella giornata con il giusto vento, né troppo, né troppo poco!

Prova anche

Il depuratore di Servola apre le sue porte ai cittadini

Lo sapevate che Trieste ha l’unico depuratore al mondo che…”parla con il mare” e che …

Casa Moderna 2021 – Natisa sedie e tavoli di design

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 5 =